lunedì 19 marzo 2018

Il mare di Puglia. Da mercoledì a sabato il confronto internazionale sulla “blue economy” Fiera del Levante pad. 152

Il mare di Puglia. Da mercoledì a sabato il confronto internazionale sulla “blue economy”  Fiera del Levante pad. 152 

Al via a cominciare da mercoledì #IlmarediPuglia, il confronto internazionale sulla Blue Economy, in programma a Bari nel padiglione istituzionale della Regione Puglia dal 21 al 24 marzo.

Quattro giorni di appuntamenti per rimettere il mare al centro dell’attenzione come fonte di un’economia blu che non è solo risorsa da sfruttare ma diventa sviluppo sostenibile grazie alla fusione con ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico e il partenariato tra organismi di ricerca scientifica e industria. L’evento è un confronto a 360 gradi che annuncia il nuovo asset delle politiche economiche regionali incentrate appunto sulla strategia del mare.

L’iniziativa è organizzata da Regione Puglia, in collaborazione con la società regionale in house Puglia Sviluppo, Arti - Agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione, Unioncamere Puglia, Fiera del Levante e Autorità di sistema portuale del mare Adriatico e meridionale.

Nelle quattro giornate si confronteranno sessanta relatori nazionali e internazionali e saranno ascoltate le testimonianze, le esperienze e le storie di successo di giovani imprenditori pugliesi, molti dei quali agevolati da strumenti di incentivazione messi in campo dalla Regione Puglia.

L’evento si articola in tre appuntamenti:

- il 21 marzo “Il mare come risorsa: il contributo della pesca e dell’acquacoltura alla blue economy” a cura di Unioncamere Puglia.

- il 22 e il 23 marzo “Blue Economy International Forum, Strategie per la crescita blu e l’innovazione” a cura della sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia.
  
- il 24 marzo “Zes, attrazione degli investimenti e blue economy” a cura delle Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale e del mar Tirreno centrale. 

IlmarediPuglia è in’iniziativa aperta a tutti. 

Per partecipare occorre registrarsi al link IlmarediPuglia - Modulo di iscrizione” sul portale CLICCA QUI   

Gli appuntamenti in sintesi

L’evento IlmarediPuglia si apre mercoledì 21 marzo (ore 9,00-13,00) con l’approfondimento del tema “Il contributo della pesca e dell’acquacoltura alla Blue Economy”. Curato da Unioncamere Puglia, l’incontro intende valorizzare la tradizione e il territorio come pilastri per lo sviluppo sociale ed economico. Cuore del dibattito alcune eccellenze del settore e la capacità e opportunità che questo comparto ha nell’innovare e rinascere, ponendo al centro dell’attenzione la sostenibilità ambientale in acquacoltura e nella pesca. Parteciperanno anche gli assessori regionali Michele Mazzarano (Sviluppo economico) e Leonardo Di Gioia (Politiche agricole).

Il 22 e il 23 marzo (ore 9,00-18,00 giovedì 22 e 9,00-13,00 venerdì 23) è di scena il forum internazionale “Blue Economy International Forum: strategies for blue growth and delivering innovation” a cura della Sezione Internazionalizzazione della Regione Puglia con il supporto tecnico di Puglia Sviluppo Spa, società in house della Regione Puglia.

Saranno illustrate le politiche regionali, nazionali ed europee connesse alla blue economy, tracciate le priorità per lo sviluppo sostenibile dell’economia del mare, esplorando i problemi relativi alla tutela dell’ambiente marino e costiero e all’utilizzo della risorsa del “mare” come attrattore turistico.

Sarà un’occasione anche per affrontare le tematiche legate alla formazione e allo sviluppo di nuove competenze per la Blue Economy. Ci sarà spazio inoltre per conoscere interessanti testimonianze di aziende, start-up e spin-off che hanno avuto successo nella blue economy. Durante i due giorni di Forum interverranno, insieme con gli altri relatori, il presidente Michele Emiliano e gli assessori regionali Michele Mazzarano (Sviluppo economico), Loredana Capone (Industria turistica e culturale), Alfonso Pisicchio (Pianificazione territoriale), Sebastiano Leo (Formazione e Lavoro) e Raffaele Piemontese (Politiche giovanili). 

La giornata di sabato 24 marzo è dedicata invece al tema “Zes, attrazione degli investimenti e blue economy” a cura dell’Autorità di sistema portuale del mare Adriatico meridionale e dell’Autorità di sistema portuale del mar Tirreno centrale. Sarà la giornata in cui si farà il punto sui piani di sviluppo per le Zes pugliesi (Zone economiche speciali), sulle specializzazioni immaginate, sulle misure di semplificazione amministrativa, sul ruolo strategico della blue e della green economy e sul rapporto cruciale con il piano regionale della logistica integrata. 

La “Blue Economy” comprende tutte le attività umane che utilizzano il mare, le coste e i fondali come risorse per attività industriali e di servizi, quali ad esempio acquacoltura, pesca, biotecnologie marine, turismo marittimo, costiero e sottomarino, trasporto marittimo, porti, energie rinnovabili marine, inserite in un’ottica di sostenibilità.

La “Crescita Blu” è la creazione di nuove opportunità di lavoro e di nuove aziende, nei settori produttivi della Blue Economy, in maniera sostenibile, attraverso la promozione della ricerca, del trasferimento tecnologico e del partenariato tra ricerca scientifica e settore industriale. 

Sostenere la “crescita blu” richiede necessariamente la creazione di reti di portatori d’interesse nel campo marittimo a livello regionale, nazionale ed europeo all’interno dei quali promuovere in maniera coordinata e congiunta la ricerca e la sperimentazione di nuove tecnologie, nuovi prodotti, nuovi servizi e nuovi modelli di business che non compromettano il capitale naturale.
Tenuto conto che il mare è senz’altro uno tra i più importanti asset che possiede l’Italia e dal quale dipende in gran parte l’attuale potenziale produttivo del paese, il dibattito sul ruolo e le prospettive dell’economia del mare all’interno dell’economia nazionale è una grande sfida per l’intero Paese che diventa fondamentale per lo sviluppo delle regioni costiere, come la Puglia.

Per il Programma generale clicca qui 
 
L’Associazione Radioamatoriale E.R.A. “Grande Salento” sez. di Brindisi, al fine di divulgare la ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it