martedì 10 luglio 2018

Incontro pubblico sul tema del Lavoro dal titolo “La nuova Legge regionale sulle politiche del lavoro....

Il Coordinamento  cittadino di  Liberi  e Uguali  organizza, per venerdì 13 luglio, alle ore  19 presso  la sede  di  Via De Flagilla n.  30, un  incontro pubblico sul tema  del  Lavoro  e della  Formazione  dal titolo “La  nuova  Legge  regionale sulle politiche attive del  lavoro, il piano pluriennale  per l’ occupazione, i servizi  dell’Agenzia ARPAL e  dei  Centri per l’Impiego”.

Un’ iniziativa in cui, oltre  all’ intervento iniziale del sottoscritto (in qualità di componente del  Coordinamento   cittadino di Liberi  e Uguali), vi saranno quelli  di  Cristiano D’ Errico (Consigliere Comunale eletto al Comune di  Brindisi), Claudia Nigro (Responsabile delle Politiche  Giovanili della CGIL  Brindisi),  il  Presidente della  Provincia di Brindisi Domenico Tanzarella, Sebastiano Leo (Assessore Regionale  al  Lavoro).

L’ iniziativa, messa in campo dal Coordinamento  cittadino di LEU, riguarderà  quindi  uno dei temi  più importanti per il futuro del  Paese, il lavoro.
Il lavoro che manca  ai giovani,  alle  donne, ai  disabili, che inizia  a mancare  anche ai tanti  cinquantenni  che lo perdono per le tante crisi  aziendali, per i costi  previdenziali,  assicurativi  e fiscali, che pesano sulle imprese. Costi divenuti  insostenibili  per le PMI, elementi  di cui non si può rinunciare  a parlare, come  quello della difesa della propria dignità, per cui sono molti  i lavoratori  che  non accettano le condizioni di sfruttamento proposte oggi dal  Mercato del Lavoro. Non è  mancanza di voglia  di lavorare,  anche se  questa è opinione diffusa.  Il legislatore nazionale ritiene che ci sia  la straordinaria necessità  ed  urgenza  di  introdurre misure di tutela  della dignità  dei  lavoratori, delle imprese e dei professionisti  e pubblica, in questi giorni, un Decreto  che fissa  obiettivi  e regole.

Per  iniziare  a lavorare  su  questo  fronte  riteniamo che  basti  rendere  operativa  ed efficiente  l’ANPAL ,  Agenzia Nazionale Politiche attive  del Lavoro che dovrebbe promuovere iniziative, misure  e programmi  volti a favorire l’ inserimento o  il reinserimento  nel mondo del lavoro;  tali  iniziative richiedono  la  partecipazione attiva della  persona  che cerca  lavoro, che percepisca  un sostegno  al reddito minimo o  è  a rischio di disoccupazione.

La persona  sottoscrive  la dichiarazione  di immediata  disponibilità  al  lavoro, può  farlo on line  o presso    un  CPI, si  redige  per conto del cittadino  il profilo  di  occupabilità  che in sostanza  misura  la  distanza    della  persona  dal mercato  del  lavoro, considerando  la situazione  individuale  e territoriale.  Distanza  calcolata  in base alle informazioni  date in occasione della disponibilità  al lavoro e completata presso  il  CPI che detiene ed aggiorna  le informazioni  rilevate dagli  osservatori  del  Mercato  del  Lavoro.

Presso il CPI  si sottoscrive   un  “patto  di servizio personalizzato”  utile e funzionale  ad   iniziare  un percorso di ricerca  attiva e formazione per  l’ inserimento  lavorativo. I servizi che possono ottenere  i cittadini  vanno dal  supporto  alla redazione del   cv,  sino  all’ orientamento  all’ auto impiego e tutoraggio    per l’ avvio all’ impresa o  alla partecipazione  ad azioni formative o ad   altre  esperienze  di  lavoro  con  altre misure  di politica  attiva.

Formazione  professionale, incentivi  per assunzioni  o  per mobilità  territoriale, programmi  nazionali   e  regionali  come  Garanzia  Giovani.  Penso  che  le basi  per  rilanciare  l’ occupazione  ci siano,  l’ ANPAL  è un soggetto  con grandi  potenzialità,  a  cui  va collegata  l’ ARPAL  e la  Rete  regionale  dei servizi  per  le  politiche  del lavoro  esistenti  in Puglia, insieme ai  CPI  e i soggetti  privati  accreditati  ai  servizi  per  il lavoro.

Il Piano Pluriennale  per l’ occupazione  che  la Regione Puglia  dovrà scrivere dovrà tenere conto  dello stato attuale della disoccupazione  al  Sud,e in particolare  di  quello della nostra  provincia, i fabbisogni di formazione  professionale  e di competenze  che  esprimono i  nostri  lavoratori e le  nostre imprese  richiedono  una conoscenza  capillare, aggiornata  e  approfondita, che ogni  Comune può  rilevare e condividere  e studiare in uno con  Provincia e  Regione.  Il tessuto  produttivo  della nostra  città   è diverso da quello del  Comune di Villa Castelli  o di  Fasano o di  San Pietro Vernotico, solo  per citare  tre  Comuni che confinano  con le tre  vicine province di  Taranto, Bari o Lecce

La  Provincia  deve continuare  a  svolgere il ruolo  fondamentale  che ha  svolto  sinora  con  i suoi   CPI, questi  uffici  rappresentano  la  “prima  linea”  del mercato  del  lavoro  e devono  essere potenziati  con sportelli diffusi , anche in ogni  Comune, con personale altamente qualificato e specializzato, strumenti  informativi  all’ avanguardia, con fondi  che garantiscano continuità  del servizio, né più  e né meno  di  come gli stessi uffici  funzionano in altre province della  nostra  Puglia, o  in altre Provincie  d’ Italia o  in altri  Stati  dell’  U.  E., dove si rispetta  il diritto di ogni individuo  ad accedere ai servizi di collocamento gratuito, come previsto  dall’  art.  29    della  Carta   dei  diritti fondamentali  della nostra Unione.

Adesso   è necessario coinvolgere e far partecipare, in modo  sinergico  e sincronizzato, le organizzazioni sindacali, la classe politica  di ogni livello,  ma  soprattutto  informare  i cittadini che il sistema  di ricerca  del lavoro  è cambiato.

I movimenti  politici  come  il nostro  devono fare  la loro parte, proporre  ed essere  interlocutore   di   privilegiato  di  tutti  gli attori.

RINO PISCOPIELLO COMPONENTE  COORDINAMENTO  CITTADINO    LEU
 
 
 
 
Il paroliere e artista poliedrico Alfredo Rapetti Mogol, questo pomeriggio alle 18,30, ha inaugurato, presso il ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it