lunedì 23 luglio 2018

Presentazione in prima nazionale a Brindisi del libro di Teodoro De Giorgio "Beni culturali da sballo”

Brindisi, 11 agosto 2012: Il Castello Alfonsino è trasformato in  discoteca, mettendo a repentaglio incolumità delle strutture e degli  avventori. In città è polemica sull’uso improprio dell’antica fortezza.  Sindaco, vicesindaco e presidente della provincia si schierano a favore  dell’iniziativa, volta – a loro dire – a valorizzare il monumento e ad  attrarre i giovani, disposti a spendere dai 15 ai 20 euro pur di  garantirsi l’ingresso. La realtà però – si scoprirà – è un’altra: il  Castello, col sostegno scritto del Sindaco, è stato concesso dalla  Soprintendenza per pochi spiccioli e per finalità commerciali a una  società che gestisce un locale da ballo a Brindisi. Per fare luce sulla  vicenda la Procura della Repubblica apre un’inchiesta e la Guardia di  Finanza compie indagini.

Quello di Brindisi è solo uno dei tanti casi (il più scandaloso,  senz’altro) che negli ultimi anni hanno interessato i principali  monumenti italiani, trasformati in «Beni culturali da sballo». È questo  il titolo del nuovo libro dello storico dell’arte Teodoro De Giorgio,  che verrà presentato in prima nazionale a Brindisi il prossimo venerdì 

27 luglio alle ore 20.30 nel giardino dell’ex convento Santa Chiara (via  Santa Chiara, nei pressi del duomo) a chiusura della rassegna “Il  Segnalibro. Punto di lettura. Estate 2018”, organizzata dalla  Feltrinelli Point di Brindisi col patrocinio dell’Amministrazione  Comunale. Dal Museo di Capodimonte al Parco archeologico di Selinunte,  dal Museo Egizio di Torino a Villa Borghese, dalla Biblioteca nazionale  centrale di Firenze al Colosseo, dall’Arena di Verona all’Archivio  centrale dello Stato, dalla Basilica Palladiana di Vicenza al Castello 

Alfonsino di Brindisi, nessun monumento – come dimostra De Giorgio – è  al sicuro. I beni culturali sono stati asserviti alla logica del facile  profitto, legata ad attività effimere incompatibili con il carattere  storico-artistico dei luoghi e incuranti dei problemi conservativi.

Un saggio «coraggioso, acuto e documentato», scrive nella prefazione  Tomaso Montanari, che aggiunge: «Questo bel libro di Teodoro De Giorgio  si prefigge un obiettivo davvero elevato: spingerci a riguardare questi 

luoghi meravigliosi [Castello Alfonsino di Brindisi compreso] per quello  che sono, per quello che possono insegnarci, per quanto possono farci  felici con il loro aspetto e con la conoscenza della loro storia. E  esortarci a smettere di guardarli con l’occhio interessato  dell’organizzatore o del fruitore “di eventi”. È un libro scritto per 
amore del patrimonio: e l’amore vero, si sa, non può che essere  disinteressato».

Venerdì 27 luglio 2018, ore 20.30, Brindisi, giardino ex convento Santa  Chiara, via Santa Chiara.
Ritorna con gli ultimi rintocchi d’estate il «Barocco Festival Leonardo Leo», al volgere della XXI ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it