mercoledì 14 novembre 2012

Scarpe da running: i consigli giusti per sceglierle

Fedeli compagne di chilometri e chilometri di corsa, fatica e sudore, le scarpe running rappresentano forse la scelta tecnica più importante da fare nell'acquisto del materiale utilizzato durante la corsa, sport che altrimenti non richiede particolari “attrezzature".


Sono fondamentalmente tre le caratteristiche da valutare quando si sceglie una scarpa running: la modalità di appoggio del piede  durante la corsa, il peso e la suola.


Cominciamo dal primo punto. Ognuno corre a modo suo, assecondando un'impostazione posturale che è figlia della propria costituzione ossea e del proprio equilibrio. Esistono tuttavia due principali modalità di appoggio dei piedi durante la corsa: quella “supina" e quella “neutra".



La prima è quella tipica di coloro che tendono a far leva sulla parte interna dei due piedi consumando la parte di scarpa che è a bordo di questa zona plantare. La modalità neutra è invece quella di chi appoggia il piede in corsa senza particolari inclinazioni. Esistono scarpe running specifiche per appoggi “supini" e per appoggi “neutri".  La valutazione delle modalità di appoggio viene effettuata tramite macchinari computerizzati ad hoc nei negozi specializzati nella vendita di abbigliamento sportivo “spinto" e dove è possibile trovare le scarpe giuste per il running dei più svariati brand: Asics, Adidas, Nike, etc.



Un fattore altrettanto importante nella valutazione di una scarpa running è il peso; in generale la leggerezza è sintomo di “qualità" ma sui terreni più pesanti può finire per determinare un'eccessiva “fragilità" della scarpa stessa. Va dunque fatta una scelta ponderata del “peso" e del tipo di suola di una scarpa running proprio in relazione al terreno su cui si intende utilizzarla. Piste fangose richiedono tacchetti più pronunciati che al contrario possono far pressione sulle articolazioni nel caso di tracciati più lisci.



Una volta scelte ed acquistate le scarpe running più adatte rimane solo un punto da considerare per tutto il loro tempo di utilizzo: la durata, considerando anche che nel corso del tempo verranno lavate ripetutamente. Le scarpe running non possono essere utilizzate indefinitamente come le scarpe da tennis tradizionali, ma hanno una durata media di circa 700-1000 Km, durata oltre la quale scemano le caratteristiche elastiche di tutta la struttura della scarpa ed i relativi benefici sulle nostre articolazioni inferiori.


Luca Pavesi

Il professore Caforio, la professoressa Andriola e gli alunni della quinta B indirizzo Informatico dell'Istituto ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it