giovedì 29 maggio 2008

Denuncia Altroconsumo: no a farmaci venduti come acqua fresca

Il farmaco è a un prezzo speciale, con un risparmio che fa star bene. Il messaggio è cantato da consumatori e farmacisti. Nessun riferimento al principio attivo contenuto, l’acido acetilsalicilico, nessun rimando alla lettura delle avvertenze sul foglietto illustrativo, nessun cenno al fatto che la sua assunzione può avere effetti collaterali. Si può andare dalla semplice irritazione gastrointestinale fino alle ulcere con sanguinamento, tanto per capirci. Ma qui si canta, allegri e contenti.


Altroconsumo ha denunciato al garante della Concorrenza e del Mercato il messaggio pubblicitario del primo farmaco a marchio Coop, in questi giorni sui mezzi d’informazione. Banalizzare il prodotto farmaco come se fosse acqua fresca, uno shampoo o un utensile qualsiasi è scorretto, contro la legge e controproducente per la salute dei consumatori.
Il problema è di sistema: Altroconsumo ha condotto un monitoraggio su 26 spot televisivi di 28 farmaci da banco trasmessi in 13 giornate diverse sulle sette maggiori reti tv generaliste. Solo in due casi su tredici, casi per i quali è obbligatorio per legge, è citato il principio attivo. Su 26 pubblicità, solo 15 rimandano esplicitamente alla lettura del foglietto illustrativo.


Il quadro legislativo è netto: in Europa è possibile fare pubblicità solo per i farmaci cosiddetti OTC (over the counter), cioé da banco. Quelli che si limitano a curare sintomi e piccoli problemi, ma che non sconfiggono le cause che li hanno scatenati.
Il Codice del Farmaco, che pone i paletti in tema di pubblicità in Italia, è chiaro. La pubblicità non può proporre il farmaco in modo ingannevole, né esagerarne le proprietà. Il messaggio deve dare al consumatore informazioni indispensabili per un uso razionale del farmaco e per una corretta automedicazione. Dovrebbe quindi sollecitare esplicitamente la lettura del foglietto illustrativo, invitare a un utilizzo cauto e comunque limitato nel tempo, e a rivolgersi al proprio medico curante nel caso i sintomi persistano.


Il problema non è solo italiano, né solo europeo: attraversa i continenti, e si espande nei nuovi mercati. Altroconsumo sostiene la campagna Marketing Overdose di Consumers International, di cui l’associazione è membro italiano, contro il marketing irresponsabile delle aziende farmaceutiche. Sul sito www.altroconsumo.it è possibile vedere un finto spot televisivo, prodotto dalle associazioni, dove si svelano le tecniche di fascinazione messe a punto dall’industria. Si crea il bisogno di un farmaco – inesistente: lo Strivor – per combattere una patologia inesistente – la “carenza motivazionale”.


 


 

Si conclude martedì 21 settembre, alle ore 20,30, la rassegna concertistica “Concerti in Chiostro” ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it