martedì 12 aprile 2016

Incontro di Nando Marino e la coalizione di Centro Sinistra con il Prefetto di Brindisi

Incontro  con il   Prefetto di   Brindisi  della coalizione di   Centro Sinistra  che sostiene la candidatura di  Nando  Marino.  Problematiche  sul tavolo del confronto :  la grave  situazione  finanziaria del  Comune  di    Brindisi  e  legalità e trasparenza  nella campagna   elettorale verso   le  prossime amministrative.

Conferenza  stampa, alle ore 12.00, presso l’Hotel Virgilio , del candidato sindaco del  Centro  Sinistra    Nando Marino  e i rappresentanti delle forze politiche che compongono la  coalizione (il  Coordinatore  Provinciale Area  Popolare- NCD  Ciro Argese, l’ex  Consigliere  Regionale Giovanni Brigante  per   Sviluppo  e Lavoro – La Puglia in  più, Sandro  Anelli  per la  segreteria  provinciale del  Partito Democratico, mentre  era assente   Euprepio  Curto -  Udc). Un incontro con gli organi di   stampa subito dopo  la visita  dal  Prefetto di  Brindisi  Annunziato  Vardè che, secondo  Nando  Marino,  assume  “un significato particolare e importante, in questa  fase  particolare e delicata di campagna elettorale  e per il futuro della città”.

Nando Marino, che esordisce, tra l’altro, con le scuse  ufficiali  alla collega  di  Brindisi  Oggi  Lucia   Portolano, dopo la ormai nota vicenda delle domande poste nel corso  della presentazione ufficiale  all’ Hotel  Orientale.   “Ringrazio i giornalisti presenti,  e ne approfitto per scusarmi con la giornalista Lucia Portolano. Si impara anche dagli errori commessi,  anche da certi  nervosismi  che si evidenziano particolarmente in certi contesti.   La stampa ha un ruolo molto  importante, e sarà mia cura  avere un rapporto di dialogo  e  confronto. Questa coalizione è già al lavoro,  per quanto riguarda liste  e programmi.  Stiamo lavorando in funzione di una città diversa, ritenendo di farlo con le persone giuste. L’ incontro  istituzionale con il  Prefetto di  Brindisi  è stato  utile e significativo, in un’ottica di confronto sulle problematiche della città. Il Prefetto, ad esempio, ha confermato  la massima  attenzione  per tematiche rilevanti come la legalità  e la situazione economica  del  Comune di  Brindisi”.

Già la legalità, problematica che ha purtroppo ha caratterizzato negativamente le sorti  dell’ultima  amministrazione comunale e non solo, influendo su settori nevralgici della città e il territorio  come  quello dei rifiuti. NandoMarino approfondisce il concetto, legandolo alle prossime elezioni amministrative  a  Brindisi  e all’impegno assunto dal Prefetto  Vardè. “Il  Prefetto vuole trasparenza e legalità nelle liste che verranno definite e nelle elezioni, alla luce anche delle vicende  avvenute  in un recente  passato. La nostra coalizione  dà la massima  disponibilità, in termini  appunto di trasparenza, qualità ed etica morale  delle persone che verranno  candidate”.

Un passato che, inevitabilmente,si lega ad un futuro  che i cittadini brindisini vogliono diverso.  Volti  nuovi, ma  soprattutto  “ puliti”.

Il Coordinatore   Provinciale di   Area  Popolare-  Nuovo  Centro  Destra  Ciro Argese entra  nello specifico, su sollecitazione anche delle domande rivolte dai giornalisti presenti.    “Non  saranno candidati  né  imputati  né indagati.  Se si vuol dare un taglio netto con il passato e un certo modo di fare, questa è la direzione giusta”.

Legalità e  trasparenza.  Se ci pensiamo bene,  due  concetti  estremamente collegati tra loro, in positivo e  in negativo.  Elementi  che riguardano  l’ amministrazione, la politica, i comportamenti  dei cittadini   e dei dirigenti nelle istituzioni.  Argese  dice cose molto interessanti (si assume naturalmente le proprie responsabilità, legate anche ad alcuni comportamenti di consiglieri comunali nell’amministrazione Consales ed anche del suo stesso partito, poi spaccatosi), che dovrebbero far riflettere:  “abbiamo esposto al Prefetto  tutta la nostra preoccupazione per la situazione finanziaria del  Comune di Brindisi, attenzionata, come tutti sapete, dalla Corte dei   Conti. Indubbiamente, nell’ultima  amministrazione che abbiamo sostenuto,  abbiamo assistito a cose anomale, motivo per cui, tra l’altro, è avvenuta la spaccatura all’interno del mio partito.  E attenzione, la colpa  non è da attribuire solo alla politica, ma anche a  qualche funzionario e dirigente che, ad esempio, sulle delibere ha potere di firma  e dovrebbe vigilare. Abbiamo settori molto importanti e delicati come ad esempio quello sui rifiuti”.

Già, ed allora come non far riferimento  alle varie ordinanze  e autorizzazioni sulla gestione rifiuti, che riguardano  la  discarica comunale di Autigno e ora  sempre più  attenzionate dalla magistratura e in sede di procedimento giudiziario ?  Ma Ciro  Argese  va   oltre, chiamando anche in causa  alcuni  ex consiglieri   comunali  dell’ area   centrista   che al completo  ha fatto riferimento a Massimo Ferrarese,ma praticamente frantumata e divisa  in questa campagna elettorale.  “Si    era  arrivati  al  punto che qualche consigliere comunale  pensasse  e agisse in un rapporto  particolaristico  con il sindaco, fregandosene  in sostanza  dei propri partiti.   Andazzo che, mi dispiace dirlo, ha anche caratterizzato il  nostro gruppo  consiliare”.

Dunque,  il nuovo  Sindaco di Brindisi rischia concretamente di amministrare la città  con gravi problemi di  bilancio e una situazione economica disastrosa.  “Si è  parlato   nei dettagli dei  conti del Comune e di carte nell’ incontro con il Prefetto e  della situazione  della  Partecipata Multiservizi ? “. Rispondono  Giovanni    Brigante   e  il candidato  Sindaco Nando  Marino.   “per il  momento non  si è entrati  nei dettagli tecnici della situazione – ha affermato  il leader di  Sviluppo e  Lavoro  - e neanche  per quanto  riguarda  la  Multiservizi (vicenda  che  ci sta a cuore e conosciamo molto bene), ma possiamo assicurare il nostro concreto impegno  come  coalizione e quello  del  prefetto  Vardè, nella continua   attenzione  e vigilanza sulla problematica.  Il Prefetto  ci ha confermato  l’ estrema attenzione per la città e per  quanto sta avvenendo  in campagna  elettorale, ed è questo che  conta”.

“la Multiservizi ha ben 270  dipendenti che non possono caricarsi su di sé la spada di  damocle  della mancata   approvazione del bilancio 2015 e quindi  del disavanzo  2014”.  La risposta  di  Nando  Marino:  “Posso  garantire  tutto il mio impegno per far sì che nessuno  vada a casa.  Sarebbe  inaccettabile, proprio perché  nel nostro programma mettiamo come priorità  quella  occupazionale. A proposito di  Società Partecipate del Comune, ci occuperemo naturalmente   anche di  Energeko e la  Coalizione di Centro Sinistra  è pronta  a fare una proposta per  Bocche di   Puglia- Porticciolo  Turistico. Agiremo praticamente  in autotutela  sulla rinuncia  del  Comune alle proprie quote.   Il ruolo dell’ amministrazione comunale può   essere ancora determinante, perché   vi sono dei  progetti ambiziosi in cantiere per il rilancio  del porticciolo, del depo
rtismo  e del Forte  a Mare, ideale anello di congiunzione nello sviluppo”.

Articolo di   Ferdinando  Cocciolo. 
 NUOVO TEATRO VERDI: LA STAGIONE DELLA RINASCITA Il Teatro non è come la vita,  il Teatro ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it