martedì 19 aprile 2016

“La Puglia in più” conferma ufficialmente il proprio appoggio al candidato Nando Marino.

“La Puglia in più” conferma ufficialmente il proprio appoggio al candidato Nando Marino. Conferenza stampa a Palazzo Virgilio alla presenza del Sen. Dario Stefano, Marino e Giovanni Brigante.


Presso Palazzo Virgilio in Brindisi si è tenuta nel pomeriggio di oggi la conferenza stampa congiunta del Movimento “La Puglia in più” (soggetto politico nato, come noto, ad iniziativa del Senatore Dario Stefano) e del candidato sindaco al comune di Brindisi, Nando Marino. Il movimento, che ha già fatto conoscere ufficialmente a Brindisi il proprio simbolo nella assemblea pubblica dello scorso 7 marzo, della quale Brindisisera.it ha ragguagliato i lettori, ha inteso spiegare le ragioni dell’adesione alla alleanza elettorale con le forze politiche che sostengono la candidatura di Marino nella tornata del prossimo 5 giugno.

Dopo il saluto iniziale di Claudia Zezza, coordinatrice cittadina del movimento di Stefano, l’intervento di Giovanni Brigante, già fondatore  dell’Associazione politica “Sviluppo e Lavoro”, ha inteso ringraziare tutta la stampa per il franco e collaborativo rapporto con il movimento politico di cui è stato indiscusso leader carismatico, dalla sua start-up nel 2009. Egli ha voluto sottolineare il rilevante contributo portato da Sviluppo e Lavoro alla città ed alla politica tutta, sia in termini di consensi raccolti (nel 2010 il movimento ha espresso un consigliere regionale e, nelle ultime amministrative, due consiglieri comunali), sia in termini di progettualità e competenza.

L’adesione “in blocco” di Sviluppo e Lavoro al movimento politico “La Puglia in più” (una “fusione a caldo” l’ha definita Brigante) nasce dall’ambizione di una crescita dell’orizzonte e delle sfide della politica, nel confronto esperienziale con e dentro un movimento, quello di Stefàno, che ha spessore e forte connotazione identitaria, riconosciuta a livello nazionale, un movimento al quale Brigante ed i suoi collaboratori sono persuasi di poter portare in dote un significativo contributo in termini di programmi, competenze e consenso, oltre che delle irrinunciabili onestà e passione.

Sotto le insegne de “La Puglia in più” Brigante appoggia la candidatura a primo cittadino di Marino perché egli è un uomo “..che ha dimostrato di essere fortemente convinto che la città supererà questo momento di grave difficoltà..” aggiungendo che il candidato sindaco ha più volte espresso la convinzione che solo la collaborazione con tutti gli alleati possa costruire una squadra convinta e convincente, che renda la città competitiva ed attrattiva in Puglia, nel Sud ed in tutto il Paese, auspicando nel contempo che tutti i componenti della coalizione profondano nell’impresa lo stesso impegno e passione di chi ha operato per conto di Sviluppo e Lavoro in questi anni

E’ poi intervenuto il senatore Stefàno, che ha ricordato come l'adesione e la confluenza di Sviluppo e Lavoro ne “La Puglia in più” non sia estemporanea ma sia nata ufficiosamente già con la presenza di Giovanni Brigante nella lista a sostegno della candidatura di Nichi Vendola alla presidenza della Regione, dopo il suo primo mandato, in una fase di grande rinnovamento.

Brigante ha fatto poi svolto egregiamente il ruolo di consigliere regionale, ricoprendo anche il ruolo di coordinatore provinciale del movimento. E’ molto significativo, ha poi aggiunto Stefano, che quella fase politica sia giunta a maturazione in un momento particolarmente importante quale quello costituito dalla consultazione elettorale, un’occasione di rilancio non solo della macchina amministrativa quanto della passione per la partecipazione democratica ed il confronto su temi fortemente identitari per un territorio, l’assunzione di responsabilità e lo sviluppo, “che vanno ascritti alla storia dell’impegno di Sviluppo e Lavoro e de “La puglia in più” e debbono contribuire ad implementare la costruzione di una vera e propria “filiera nelle istituzioni” (una espressione fortemente metaforica, che ricorda l’impegno costante del senatore a vantaggio della agricoltura nostrana e della viticultura in particolare, oltre che delle industrie affini).

In secondo luogo, ha proseguito Stefano, l’obiettivo de La Puglia in più è il sostegno a Marino con una propria lista, che metta a disposizione del candidato sindaco le proprie migliori risorse in termini di competenza e profilo etico, ricordando che i risultati della collaborazione andranno valutati su un orizzonte di medio termine, più ampio cioè della sola tornata elettorale di giugno, sulle criticità poste da temi assai variegati come ambiente, sviluppo, legalità, rigenerazione urbana, eliminazione delle disparità in ogni ambito. Il rilancio di Brindisi è essenziale per la Puglia tutta, ma il ritardo accumulato rende il lavoro più gravoso, perché le città sono comunità complesse, pur se le potenzialità sono straordinarie e la determinazione sarà quella di sempre.

Stefano ha poi aggiunto che il suo gruppo ha scelto di stare nel campo del centro-sinistra ( con le forze sane della sinistra) ma “senza sconti”, dichiarandosi pronto a fare “le pulci” agli alleati di coalizione affinchè  non imbarchino occasionali compagni di viaggio che con i loro trascorsi, tanto politici quanto personali, possano mettere in difficoltà Nando Marino sul piano etico e professionale. Tale rigore è quello che “La Puglia in più” ha già messo nella scelta dei propri collaboratori e rappresentanti, pur se non è nello stile di Stefano, come egli a dichiarato, “chiedere l’effettuazione dell’esame del Dna alle persone”. La lista sarà a breve presentata e sarà composta da soggetti “che possano essere utili alla città e non a sè stessi”, ha aggiunto Stefano, che ha quindi evidenziato che con il PD (“senza il quale non esisterebbe il centro-sinistra”), pur in assenza di veti su candidature specifiche, vige un patto di reciprocità nella scelta dei profili più idonei e “tali da evitare opacità ed imbarazzi alla coalizione”, dicendosi infine fiducioso per il buon esito della consultazione elettorale.

A chiudere la conferenza è stato quindi il candidato sindaco Nando Marino, che ha riconosciuto l’esperienza di Giovanni Brigante e dato atto al movimento de “La Puglia in più” del suo significativo apporto, certo che la squadra tutta se ne avvantaggerà. Marino ha ricordato che l’entusiasmo cresce con il progredire della campagna elettorale, della quale ha anticipato uno dei temi principali, oltre allo sviluppo ed all’ambiente, vale a dire il “focus” sul sociale ed i valori della persona, del dialogo e della solidarietà fattiva, con l’istituzione di quello che ha definito un “supermarket della solidarietà”. Il programma elettorale sarà articolato in “macro temi” che saranno illustrati nel costante incontro con i cittadini, i quali potranno pronunciarsi sugli stessi settimanalmente presso il comitato elettorale di via Saponea (è previsto un incontro ogni mercoledì, dalle ore 9 sino almeno alle 13). La cittadinanza potrà vivere questa sfida condivisa e contribuire a “fare squadra” in vista di un’azione di governo che, auspicabilmente, porterà Brindisi a divenire il team politico migliore in Italia.

Andrea Solimini

 
 NUOVO TEATRO VERDI: LA STAGIONE DELLA RINASCITA Il Teatro non è come la vita,  il Teatro ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it