domenica 5 giugno 2016

Tutti in Puglia per le ferie!

Da un po’ di anni la Puglia sta crescendo in termini di visibilità. La bellezza della costa pugliese è indescrivibile. Un amore viscerale e incondizionato quello per questa fetta di meridione, la cui crescita è direttamente proporzionale allo scorrere del tempo. Dal Gargano al Salento è tutto meraviglioso. La terra di Domenico Modugno per i nostalgici o di Emma Marrone per i più giovani, è talmente vasta che solo a pensare di visitarla tutta in una sola vacanza ci si perde la testa. Anche se si vogliono considerare le sole località costiere. Il “tacco d'Italia” è, infatti, abbracciato completamente dal mare, tanto da non sentire certo la mancanza di una buona tintarella e di acque fresche.

La Puglia è una regione molto grande. Considerati gli oltre 400 km di lunghezza, gli spostamenti si rivelano molto lunghi ed esplorare tutta la regione in una settimana o poco più è decisamente impossibile. D’estate, soprattutto, è diventata una delle zone più trendy dove andare in vacanza, specialmente perché si è abbracciati da un mare che viene, a ragione, paragonato a quello delle Maldive.

Naturalmente c’è anche un altro aspetto da tenere a mente cioè quello della cultura. Il Salento parla greco con le tracce del suo passato più antico. E si specchia in continuazione in quel suo barocco così particolare che rende Lecce una della città più belle d’Italia. Anche i cinque big dell’editoria cartacea e online del mondo (Lonely Planet, National Geographic, New York Times, Huffington Post e Guardian), parlano del tacco più famoso d’Italia, un tacco da dieci… e lode! Tra cibi favolosi, mare meraviglioso, spiagge divine ed entroterra paradisiaci, la Puglia rappresenta la meta ideale per il turista che gradisce pietanze genuine e buon vino, tra hotel lussuosi ad antiche masserie, tra accoglienti B&B e veri e propri trulli restaurati e resi vivibili per tutti i fruitori.

Brindisi è la chiave d'accesso al Salento... terra ricca di varietà culturale, crocevia di popoli e custode di tradizioni storiche. L'orgoglio salentino è rinomato in tutta Italia. Lo si capisce già dall'accoglienza che viene riservata all'aeroporto di Brindisi, definito Aeroporto del Salento. La bellezza paesaggistica è solo un ornamento di quella che è una terra pregna di umana diversità. E Brindisi lo sa bene rappresentando tutt’ora un importante porto verso la Grecia ed il Medio Oriente, in pratica, è la porta del Mediterraneo che, si sa, è da sempre lo scrigno che conserva i tesori più belli di tutte le terre.

Che consigli vi sentite di offrire a chi vuole passare le ferie in Puglia?

Aristide M., 40enne, avvocato: “Una vacanza in Puglia può essere un’esperienza di viaggio irripetibile. Le località lungo la spiaggia offrono d’estate un po’ di tutto, discoteche, discobar ma anche feste ed aperitivo sulla spiaggia. La cosa migliore da fare è andare in giro nei paesini, dove le serate estive sono sempre ricche di eventi e manifestazioni: dal festival dove si balla la pizzica, danza quasi immancabile alle feste nel Salento, alla notte bianca con i mercatini e sagre. Anche le feste patronali sono suggestive da vedere e spesso arricchite dai fuochi d’artificio”.

Erica P., 29enne, promoter: “Consiglio di leggere un po' di recensioni di viaggio, comprare una guida e crearsi un itinerario individuando le zone che interessano di più. Una volta in Puglia l’importante è lasciarsi guidare dalle emozioni per assaporare un viaggio entusiasmante e ricco di piacevoli sorprese”.

Ivano C., 38enne, bagnino: “Alcuni, quando pensano alla Puglia, pensano a Lecce e alle spiagge, senza considerare che è una vera e propria regione nella regione. E’ il posto in Italia in cui c’è il maggior numero di comuni, quasi tutti costituiti da paesini piccoli o piccolissimi, ma ognuno geloso della sua festa patronale e del suo prodotto tipico, del suo dialetto. Se i turisti vogliono poter dire di aver girato il Salento, non possono fare a meno di vedere, oltre a Lecce, almeno Otranto, Gallipoli, Santa Maria di Leuca, e le spiagge più belle, come i lidi che vanno da Leuca a Porto Cesareo, (senza escludere gli scogli più suggestivi, che si trovano sulla costa adriatica)”.

Patrizio N., 27enne, militare: “Città, luoghi e monumenti da vedere nel Salento si sprecano. Dal centro di Lecce, i cui edifici barocchi sono candidati ad ottenere il riconoscimento di Patrimonio dell’Unesco, alle grotte sul mare di Santa Maria di Leuca: basta prendere una barca a noleggio con o senza skipper, per fare un escursione da Santa Maria di Leuca a Otranto via mare. E’ un tratto di costa frastagliato a picco sul mare, e quindi è necessario vederlo prendendo una barca. Poi vi è il Castello Aragonese di Otranto e l’intero centro storico della cittadina più ad est d’Italia. Non dimenticando la città vecchia di Gallipoli con visita alle botteghine poste nei borghetti, oppure il panorama e l’incontro tra il mare adriatico e lo Jonio a Santa Maria di Leuca”.

Scritto da Ilaria Solazzo.
“E tu che Monumento sei?” è il titolo dell’iniziativa ideata dall’Associazione Le ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it