Fasano. 49 domande per avere un quadro certo sulle attività produttive

mercoledì 12 ottobre 2016
Questionario per “ascoltare” le attività produttive presentato oggi. Entro il 31 ottobre dovrà essere consegnato al Comune. Tra le 49 domande cui rispondere, anche quella sulla volontà di partecipare a corsi d’inglese turistico. 


È stato presentato oggi pomeriggio nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale il questionario “La Fasano che vorrei” messo a punto dall’Amministrazione comunale e rivolto a commercianti, artigiani ed operatori turistici del territorio fasanese cui è stato distribuito. Gli operatori che non erano presenti potranno scaricarlo dal sito internet del comune di Fasano  o ritirarlo direttamente dall’Urp (Ufficio relazioni col pubblico ubicato a piano terra del Palazzo municipale). 

Il questionario contiene 49 domande alle quali gli operatori economici dovranno rispondere barrando la casella opportuna, anche se vi sono domande a risposta “aperta” alle quali i titolari delle attività produttive potranno esprimere la propria opinione. Il questionario dovrà essere consegnato entro il 31 ottobre direttamente all’Urp oppure, in caso di compilazione del modello al computer, all’indirizzo di posta elettronica comunefasano@pec.rupar.puglia.it

Tra le domande presenti nel questionario, anche quella sulla disponibilità degli operatori economici a partecipare a corsi di inglese turistico «considerato che la nostra realtà è fortemente vocata al turismo – ha sottolineato l’assessore alle Attività produttive Luana Amati – tanto che vi chiediamo anche la possibilità di valutare una certa flessibilità nell’orario di apertura e di chiusura delle vostre attività, soprattutto durante il periodo estivo per evitare che Fasano risulti “addormentata”.

Valuteremo con attenzione le risposte – ha aggiunto Amati – che faranno da griglia di proposte da esaminare sulla base di un piano complessivo di risistemazione e riqualificazione del centro storico che noi abbiamo già abbozzato. Vogliamo lavorare in sinergia – ha aggiunto l’assessore – e, dunque, vi invitiamo a collaborare ed a rispondere in maniera convinta al questionario, i cui risultati renderemo pubblici e, soprattutto, ci serviranno ad avere un quadro preciso del sistema economico locale. Dopodiché, avvieremo incontri tematici con le singole tipologie di attività produttive».

Dal canto suo, il sindaco Francesco Zaccaria ha annunciato le azioni sulle quali l’Amministrazione comunale sta lavorando in queste settimane «dalla risistemazione di via Carlo Alberto con chiusura al traffico dell’arteria e smantellamento dell’asfalto per posizionare apposite chianche, al trasferimento degli uffici Attività produttive ed Anagrafe dal Palazzo dell’Orologio e dal piano terra del Palazzo municipale all’ex edificio che ospitava il Tribunale in via Fratelli Rosselli. Stiamo mettendo a punto un progetto di ristrutturazione dell’immobile – ha detto il sindaco – e speriamo di realizzare questo sogno entro il 2017, in modo da consentire l’apertura di esercizi commerciali al posto degli attuali uffici comunali e far tornare a rivivere il nostro centro cittadino. Vogliamo chiudere al traffico veicolare, ed anche come parcheggio, piazza Mercato vecchio, e l’intera piazza Ciaia avrà un restyling in fatto di arredo urbano. Pedonalizzazione di tutto il centro storico? La valuteremo assieme a voi – ha sottolineato Zaccaria – non vogliamo imporre decisioni a nessuno ed è anche questo il motivo che ci ha spinti a distribuirvi il questionario». 

Sono seguite numerose domande da parte dei titolari delle attività produttive presenti nella Sala di rappresentanza, a cominciare dalla “paura” espressa per la prossima apertura dell’outlet delle grandi firme “Shopping Mall Egnazia” sulle cui ricadute positive “sono state dette baggianate” (hanno puntualizzato i commercianti) ed è stato il sindaco Zaccaria a sottolineare «che lì dove, in Italia, è nato, ha prodotto effetti benefici al centro cittadino. Dobbiamo accettare le sfide – ha aggiunto Zaccaria – e non chiuderci in un atteggiamento protezionistico; del resto, proprio il restyling di piazza Mercato vecchio sarà fatto con il contributo dei 500mila euro che l’azienda toscana ci erogherà».

Sicurezza ed ordine pubblico sono stati anche al centro dell’incontro: i titolari delle attività produttive hanno lamentato la scarsezza dei controlli, soprattutto nel borgo antico, oltre alla scarsa pulizia della città. Il sindaco ha voluto sottolineare che «la sicurezza e l’ordine pubblico sono di competenza delle Forze dell’ordine, dalle quali abbiamo avuto rassicurazioni sul dato statistico: i reati sono diminuiti rispetto allo scorso anno. E, comunque, relativamente ai controlli spettanti alla Polizia locale, gli agenti a disposizione sono soltanto 29 e avvieremo, prossimamente, qualche assunzione. Sulla pulizia della città – ha chiarito il sindaco - nel contratto Comune-società Tradeco, non sottoscritto dalla nostra Amministrazione comunale, non è previsto lo spazzamento manuale, ma è al vaglio un progetto per il nuovo appalto che ci vedrà assieme ad altri cinque Comuni e sul quale abbiamo proposto soluzioni diverse, relativamente al nostro territorio che si articola in zone marinare e collinari. Non appena avremo la bozza, vi rincontreremo per discuterne assieme.

Sui parcheggi – ha aggiunto il sindaco Zaccaria - stiamo mettendo a punto una gara per affidarne il servizio con un sistema di pagamento per la sosta diverso dagli attuali parcometri». A chi ha sostenuto la lentezza del disbrigo delle pratiche edilizie, il sindaco ha annunciato che «domani (giovedì 13, ndr) i dipendenti comunali del settore urbanistico frequenteranno un corso di formazione al fine di utilizzare le procedure telematiche per la ricezione, esame e rilascio di alcune pratiche e relative concessioni edilizie. Ritengo che entro la fine di ottobre partirà l’informatizzazione di una parte delle procedure». A coloro che hanno chiesto se anche quest’anno sarà proposta la manifestazione enogastronomica “Gustosìa”, l’assessore Luana Amati ha detto che «la coperta “finanziaria” è corta e, certamente, non sarà riproposta; però, stiamo lavorando ad un progetto che ci è stato sottoposto da privati e speriamo, con la collaborazione di voi tutti e della neo-nata associazione spontanea di commercianti, di poter realizzare come una sorta di Festa dell’autunno con sagre a tema. Sulla programmazione natalizia, considerati i margini di Bilancio, stiamo comunque cercando di metterne a punto una che certamente non farà rimpiangere quelle del passato».

Sono stati il sindaco Francesco Zaccaria e l’assessore alle Attività produttive Luana Amati ad interloquire con i titolari delle Attività produttive presenti alla riunione, per quanto vi hanno presenziato anche l’assessore ai Lavori pubblici Annarita Angelini ed il dirigente comunale del settore Servizi generali Giuseppe Carparelli.      
 
Altri articoli
"La candidatura della città di Brindisi a Capitale italiana della Cultura 2027 rappresenta l’ambizione di ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce