martedì 17 gennaio 2017

Servizio raccolta R.S.U. a Brindisi, Legambiente Brindisi si rivolge al Prefetto.

Il Dott. Nicola Anelli, presidente di Legambiente Brindisi, scrive una lettera aperta indirizzata al Sig. Prefetto di Brindisi riguardante il  Servizio raccolta R.S.U. a Brindisi- inefficienze ed interruzione di pubblico servizio

di seguito il testo integrale: 

Lettera Aperta

A Sua Eccellenza
Dr. Annunziato Vardè
Prefetto Provincia di Brindisi
 

Oggetto: Servizio raccolta  R.S.U. a Brindisi- inefficienze ed interruzione di pubblico servizio 

Egregio Signor Prefetto,
da molto tempo Legambiente evidenzia le crescenti disfunzioni, il danno ambientale ed economico legati alla gestione del ciclo dei rifiuti a Brindisi.

Gli impianti che dovrebbero garantire il conferimento ed il trattamento in loco dei rifiuti sono indisponibili, perché mai sottoposti ad interventi di riqualificazione e rewamping (in gran parte finanziati) o perché sequestrati dalla Magistratura a causa di danni e reati gravi oggetto di provvedimenti ed indagini giudiziarie in corso.

La gestione della raccolta di R.S.U. in città, dopo l’inopinata interruzione del rapporto con Monteco, ed il frettoloso affidamento ad “Ecologica Pugliese” che non aveva mezzi,  locali ed impianti immediatamente attivabili, ha visto precipitare le percentuali dal 37,54% nell’ottobre 2014 (ultimo mese di gestione Monteco) al 26,63%  del novembre 2016.

Si sono registrati episodi in cui la trasferenza di rifiuti dai mezzi di raccolta più piccoli a quelli più grandi di trasporto e conferimento sia avvenuto a cielo aperto, perfino in strade comunali ed altri episodi in cui umido ed indifferenziato sono stati miscelati nei compattatori.

Troppo spesso lo svuotamento dei bidoni carrabili o delle pattumelle e la raccolta di carta, plastica, vetro e metalli sono stati effettuati con ritardi vistosi con conseguenti riflessi e rischi per l’ambiente e la salute pubblica. I bidoni regolarmente scoperchiati sono incentivo per il deposito di altri rifiuti.

Le strade sono malamente spazzate (quando ciò avviene) e, non di rado, l’innaffiamento di superfici polverose genera  la creazione di una melma spesso mista al guano di colombi fetida e scivolosa pericolosissima per i pedoni.

L’Amministrazione comunale ha assunto provvedimenti (revoche dell’affidamento, affidamenti diretti ad altre imprese, gare d’appalto) che impugnati e bloccati davanti al TAR hanno prodotto il grottesco effetto di prolungare l’appalto con Ecologica Pugliese ben al di là di ogni possibile proroga.

Oggi Ecologica Pugliese  ha subito l’incredibile sequestro di un mezzo di raccolta privo di regolare copertura assicurativa  ed ha assunto unilateralmente gravi ed inaccettabili decisioni che hanno  comportato l’interruzione della raccolta ben al di là delle ZTL indicate, adducendo motivazioni sconcertati, da un lato per l’impossibilità dichiarata di trasferire all’aperto l’umido presso la Bri. Ecologica Srl (è dovere dell’azienda trovare soluzioni che garantiscano la continuità e l’efficienza del servizio), dall’altro lasciando asserire al consulente legale che il mancato servizio di raccolta e spazzamento “ comporta, da capitolato, una penale di € 150,00. Facendo due conti, è facile capire come sia conveniente non effettuare servizio  piuttosto che prendere tutte quelle multe”: ovviamente tale comportamento “conviene all’impresa e non certo alla comunità!   

Legambiente ritiene che si sia verificata e si verifichi una palese interruzione di pubblico servizio, causa certa di danni ambientali, sanitari ed anche economici per la comunità, con eventuali reati anche penalmente rilevanti da non portare a conseguenze ulteriori.

Quanto sopra Legambiente sottopone all’attenzione di Sua Eccellenza, per le valutazioni e le determinazioni che riterrà più opportuno assumere in merito al garantire il pubblico servizio, la qualità dello stesso, alla riattivazione degli impianti locali  non disponibili.

Distinti saluti.

Brindisi 16 gennaio 2017
Legambiente Brindisi
 Il Presidente  Dott. Nicola Anelli
 
MUSEO NAZIONALE  E PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA   Sabato 21 settembre 2019   Ore 9.00 - Un tuffo ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it