mercoledì 1 febbraio 2017

La terapia del dolore è un diritto: NienteMale Roadshow arriva a Brindisi

Il Teatro San Vito di Brindisi ha accolto con grande partecipazione la terza tappa del “NienteMale RoadShow”, percorso itinerante di incontri rivolti all’opinione pubblica che ha l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sul loro diritto ad accedere alla terapia del dolore, come stabilito dalla Legge 38 del 15 marzo 2010 “Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore” e di informarli dell’esistenza di una rete di assistenza a cui si possono rivolgere per avere soluzioni contro il dolore. L’iniziativa è realizzata con il contributo educazionale di Angelini e con il patrocinio del Ministero della Salute.

Per la lotta al dolore, l’Italia risulta tra gli ultimi Paesi europei, insieme a Grecia e Portogallo. Purtroppo, come evidenziato anche dal Ministero della Salute, nel nostro Paese esiste un vuoto assistenziale nelle tematiche riguardanti il dolore. Una problematica fortemente trascurata, nonostante l’innovazione portata dalla legge 38 in Italia. “E’ una legge di progresso, ed è considerata a livello mondiale una legge “modello” a tutela del cittadino. È innegabile che dal 2010, in Italia, ci sia stata una evoluzione culturale sul tema dolore. Basti pensare che fino a sei anni fa serviva una ricetta in triplice copia ed un medico “open-mind” per poter curare un paziente con i derivati della morfina… ed oggi invece stiamo lavorando per l’approvazione della cannabis ad uso medico.

Nonostante questo, la conoscenza della legge 38 è ancora lacunosa e clamorosamente insufficiente.” – Ha affermato Guido Fanelli, professore ordinario dell’Università degli Studi di Parma, sottolineando l’importanza di NienteMale Roadshow – “Iniziative come questa, che si rivolgono al cittadino paziente e al cittadino medico, e che arrivano nella provincia, assumono un grande valore sociale e informativo”. Il format scelto, il dibattito in teatro, moderato da Rosanna Lambertucci, ha riscosso un grande interesse da parte della platea e ha favorito il coinvolgimento del pubblico.

Hanno preso parte all’evento esponenti del mondo scientifico, sociale e delle istituzioni. Il dibattito si è aperto con il saluto di benvenuto di S.E. Mons. Domenico Caliandro, Arcivescovo di Brindisi- Ostuni, e l’intervento del prof. Antonio Uricchio, rettore dell’Università di Bari. Giuseppe Romano, presidente della Commissione Sanità Regione Puglia, ha portato i saluti a nome del Presidente della Regione Michele Emiliano; l’incontro è poi proseguito con l’intervento di Giovanni Vitale, responsabile servizio terapia antalgica e cure palliative ASP (Azienda Sanitaria Provinciale) di Brindisi Ospedale Perrino, il quale si è soffermato su quanto è stato già implementato a beneficio della terapia del dolore e su cosa è previsto nel prossimo futuro. Proprio Vitale ha presentato alla platea un filmato che dimostra quanto la terapia del dolore costituisca uno strumento fondamentale per migliorare la qualità della vita, come testimoniato dalle parole di un paziente: “sicuramente non potrò più camminare ma, libero dal dolore, potrò volare”.

Numerose le associazioni locali coinvolte, tra cui il CSV (Centro Servizi per il Volontariato) di Brindisi con la presidentessa Isabella Lettori; Fondazione ANT (Assistenza Nazionale Tumori), che ha l’obiettivo di fornire assistenza medica oncologica gratuita e sviluppare la ricerca scientifica; Brindisi Cuore, che sostiene i pazienti con problemi cardiovascolari; ACLI (Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani) Brindisi; la Cooperativa Sociale San Bernardo; Fondazione Santi Medici Onlus Bitonto che assiste i più bisognosi; AISTOM (Associazione Pugliese Stomizzati); Fondazione Gianni Benzi per la ricerca farmacologica.

Durante l’evento sono stati distribuiti questionari sull’autopercezione del dolore cronico e sulla conoscenza della Legge 38/2010. L’indagine, facoltativa, costituirà una fonte preziosa di dati da condividere con il Ministero della Salute alla conclusione del percorso di eventi, previsto a Roma il prossimo ottobre 2017.

“Siamo orgogliosi di sostenere un progetto importante e innovativo come NienteMale Roadshow.” Ha dichiarato Gianluigi Frozzi, CEO Pharma di Angelini. - “Questa iniziativa, che ha ottenuto il patrocinio del Ministero della Salute, è un esempio concreto di come Angelini investa nel sociale e favorisce la collaborazione tra pubblico e privato. Da sempre, la lotta al dolore è una delle aree di maggiore impegno strategico di Angelini, su cui continuiamo ad investire sia in programmi innovativi di ricerca e sviluppo che in campagne di educazione sull'uso corretto ed appropriato dei farmaci.

Anche qui a Brindisi abbiamo voluto ravvivare interesse ed attenzione su un tema di salute pubblica che vede coinvolto tutto il sistema sanitario. Questo percorso continuerà in altre 6 province per terminare, in autunno, a Roma”.

Hanno inoltre partecipato Paola Ribecco, presidente Federfarma di Brindisi; Gabriele Rampino, presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Brindisi; Saverio Cinieri primario di Oncologia dell’Ospedale Perrino di Brindisi; Filomena Puntillo, docente di terapia del dolore del corso di laurea in medicina e direttrice del master di alta formazione in terapia del dolore per medici specialisti dell’Università di Bari; Giovanni Gorgoni, commissario straordinario Ares (Agenzia Regionale Sanitaria) Puglia; il sociologo e psichiatra Paolo Crepet, che si è focalizzato sull’impatto sociologico del dolore. NienteMale Roadshow prevede una serie di incontri in città di provincia; il prossimo evento si terrà nella città di Asti a marzo 2017.
GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI (IMD) 2019 - MUSEO NAZIONALE E PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA SABATO 18 e ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it