giovedì 2 febbraio 2017

Come vivere una prima gravidanza serena

Durante ogni gravidanza, ma specie durante la prima, sorgono nella donna tante paure e tanti dubbi. Tuttavia la futura mamma può prendere diversi accorgimenti al fine di tutelare la propria salute e quella del feto. Ad esempio seguire uno stile di vita sano, recarsi alle visite mediche programmate e sottoporsi ad un test di screening prenatale, come il test del DNA fetale. Di seguito alcuni accorgimenti che aiuteranno la donna a vivere serenamente la gravidanza.

Le prime attenzioni della gestante devono andare all’alimentazione?. ? Una dieta sana ed equilibrata permette di assimilare i giusti nutrienti in grado di garantire la crescita del feto e di fornire il giusto apporto di energia al fisico della mamma, in costante cambiamento e sottoposto a numerosi sforzi. Attenzione però: no agli eccessi! Infatti, un aumento eccessivo di peso può favorire l’insorgenza di patologie, come il diabete gravidico, che possono mettere a rischio la salute della gestante e del bambino. 

Appena scoperta la gravidanza e durante l’allattamento sono da bandire fumo e alcol. Ricordatevi che tutto ciò che viene assimilato dall’organismo della mamma viene poi trasferito al bambino e per questo motivo tutta la comunità medica è d’accordo sul fatto che evitare il fumo e l’alcool in gravidanza aiuta ad evitare? complicanze, anche serie, come malformazioni o problemi legati all’apparato respiratorio. Le bevande alcoliche, infatti, se assunte in eccesso possono condurre allo sviluppo della sindrome fetale alcolica, un disturbo che può portare a seri difetti nello sviluppo fisico e mentale. Il fumo, invece, porta a una minore circolazione del sangue verso il feto e può favorire un parto prematuro.

 

Per quanto riguarda l’assunzione di farmaci in gravidanza, è possibile ma è vietato ricorrere al fai da te. In caso di necessità di assunzione di un farmaco è bene consultare il proprio medico per accertarsi di assumere i farmaci giusti per contrastare un eventuale disturbo senza però avere effetti collaterali sulla salute del feto. Nel caso in cui la gestante soffra di patologie che richiedono un’assunzione quotidiana di medicinali è importante consultare uno specialista che adatterà la terapia alla gravidanza.  

Inoltre, una volta accertata la gravidanza, ogni gestante dovrebbe sottoporsi a specifici esami del sangue, per verificare la presenza di infezioni e malattie virali e per stabilire se è immune alla rosolia e alla toxoplasmosi, malattie che se contratte in gravidanza possono essere molto pericolose per il feto. Questi esami del sangue vengono svolti nell’ambito del percorso di screening prenatale che viene definito dal proprio ginecologo?. ? 

L’età della gestante sopra ai 35 anni e la presenza in famiglia di casi di malattie genetiche o cromosomiche sono considerati dei fattori di rischio che possono influenzare la salute del nascituro, determinando un aumento delle probabilità che questo sia affetto da difetti cromosomici.1 Il consulto con il ginecologo o con uno specialista in genetica aiuterà a definire quali sono gli esami? di screening prenatale che aiuteranno a? verificare lo stato di salute del bambino.

Sottoporsi a esami di diagnosi prenatale e di screening è dunque una tappa fondamentale nella gravidanza. Con esami di diagnosi? prenatale invasivi, come? amniocentesi e villocentesi, si avrà un esito diagnostico affidabile al 100% riguardo lo stato di salute del feto. Tuttavia, tali esami, essendo invasivi, possono comportare un rischio di aborto dell’1%?1??.

Tra gli esami di screening prenatale non invasivi, che non provocano alcun rischio di aborto, ma hanno comunque un’elevata affidabilità nella rilevazione delle principali anomalie genetiche, si trova il test? del DNA fetale. ? Tale test analizza i frammenti di DNA del feto presenti nel sangue materno e da questa analisi è possibile scoprire se sono presenti anomalie cromosomiche diffuse, tra cui la Sindrome di Down o quella di Edwards, con un’affidabilità del 99,9%? 2??

Per saperne di più sul test del DNA fetale visita: www.testprenataleaurora.it?

Fonti:

1.  Medicina dell'età prenatale: Prevenzione, diagnosi e terapia dei difetti congeniti e delle principali patologie gravidiche ­ Di Antonio L. Borrelli, Domenico Arduini ,Antonio Cardone, Valerio Ventrut

2.  Poster Illumina ISPD_2014 Rev A  

A cura di: Ufficio stampa Sorgente Genetica

 

 

GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI (IMD) 2019 - MUSEO NAZIONALE E PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA SABATO 18 e ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it