martedì 30 ottobre 2018

Punta Del Serrone, un degrado non più sopportabile, tra ingressi “forzati”, vandalismo, telecamere non funzionanti, rifiuti.

Punta Del  Serrone, un degrado non più sopportabile, tra ingressi “forzati”, vandalismo, telecamere non funzionanti, rifiuti.
Non si crea sviluppo di una città se non si salvaguardano  i propri  patrimoni,  che siano  storici, ambientali, culturali.  Dovrebbe  essere un  “nobile obiettivo” di ogni istituzione, comunità.

Sotto questo profilo, Brindisi  ha certamente fatto passi in avanti, avendo a che fare in questi anni con una certa  inciviltà che, inevitabilmente, danneggia  l’ immagine di una città che ha ottime risorse, umane e nell’ ottica iniziative. Ma   c’è ancora molto da fare, proprio nell’ ottica di una vigilanza  e opera di controllo che, evidentemente, non è ancora garantita pienamente dagli organi preposti.

Il Parco  del  Cillarese, Punta  Del  Serrone, il   parco del Cesare Braico, per fare alcuni esempi, sono   patrimoni della città che  “esigono”  interventi,  verifiche,  soprattutto
“rispetto”. Ricordiamo, nei giorni scorsi, che  il Movimento  Sovranista  e Gioventù Identitaria , proprio di fronte  all’ ingresso del  parco  Cesare Braico, hanno raccolto  le firme dei cittadini per chiedere  alla nuova  Amministrazione   Comunale di  intervenire  nel degrado sempre più evidente  e purtroppo consolidato   da anni di conflitti  di competenze istituzionali.

Siamo   certi che l’ Amministrazione Comunale di Brindisi  di Centro Sinistra (che ha più volte annunciato di avere nel proprio  programma  la salvaguardia ambientale,  e non solo, dei Parchi  e  Patrimoni) saprà rispondere  a queste istanze  impellenti.

E  cosa dire di  Punta Del Serrone,  area  parco  situato  sul litorale Nord della città, inaugurato  nel   luglio del 2014  dopo un’ ampia operazione di ripristino e bonifica   che a partire dalla  zona denominata  “ cavallino bianco giunge ”sino alla spiaggia di  Granchio  Rosso ?.

Le foto allegate al seguente articolo sono eloquenti, di un degrado non più sopportabile, tra  masse di rifiuti, telecamere   di  video sorveglianza non funzionanti, ingressi “abusivi”. Insomma, un patrimonio della città (di cui, evidentemente, se ne parla anche poco) sinora trascurato, non salvaguardato, e ce ne guardiamo dal lanciare  accuse o polemiche.

E’ un dato di fatto, l’ennesimo problema che come organo di stampa  segnaliamo  al Sindaco  Riccardo Rossi e all’ Amministrazione Comunale, affinchè, attraverso  i necessari interventi e una vigilanza concreta e capillare, restituisca questo patrimonio alla città.  

Articolo  di  Ferdinando  Cocciolo.   
“LA BELLEZZA NELLA LITURGIA, IL SUO DECADIMENTO E LA CRISI DELLA FEDE”: CONFERENZA CON MONS. NICOLA BUX A ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it