giovedì 15 novembre 2018

Brindisi. La pista di atletica leggera “ Lucio Montanile” in Contrada Masseriola a Brindisi, un patrimonio da salvaguardare .

Brindisi. La pista di atletica  leggera “ Lucio Montanile” in Contrada  Masseriola a Brindisi, un patrimonio  da salvaguardare  .

Nel  1985 venne Pietro  Mennea  a gareggiare, a dare spettacolo, a  dare  praticamente  “lustro”  ad  una pista che ha sempre sfornato  talenti  e giovani promesse  dell’ atletica  leggera.  La pista  di  atletica  leggera   intitolata al prof. Lucio  Montanile  in   Contrada   Masseriola a Brindisi, dove  il barlettano fu protagonista della terza migliore prestazione mondiale  in quell’ anno sui 200 metri piani.

Un impianto che, nonostante tutto, ha sempre ospitato meeting  ed eventi di primo ordine, lanciando  il messaggio di grande importanza  ed impatto  di una disciplina sportiva che continua a coinvolgere  ragazzi, le scuole, le famiglie. Questa  struttura, ormai da molti anni,  è in una situazione   di degrado non più sopportabile, e lo abbiamo evidenziato  anche in precedenti articoli, dove è stato  più volte rivolto  un appello all’ Amministrazione  Comunale brindisina  e la Regione Puglia. Del resto, una richiesta sacrosanta e scontata, visto  che la tutela delle strutture  ed impianti sportivi  dovrebbe essere al centro di ogni programma politico  ed azione amministrativa.

Da pochi mesi  si  è insediata  la nuova amministrazione comunale guidata da Riccardo  Rossi, staremo  a vedere. Intanto, la struttura vive delle continue iniziative, manifestazioni, competizioni, attraverso il costante e ammirevole impegno delle  proprie  risorse  umane  e professionalità.

Bruno  Stasi (dirigente  Società Folgore, da tanti anni insegnante di tanti ragazzi che hanno voluto avvicinarsi  all’ atletica  leggera), il prof.  Gaetano Lapomarda (Direttore  del Centro Sportivo Lucio Montanile), Giacomo  Leone  (Presidente Regionale Fidal),  Giancosimo Pagliara (Presidente Provinciale Fidal)  e Ferdinando  Dragone, e scusate se dimentichiamo qualcuno.  Competenze (di sacrificio e passione) che purtroppo, quotidianamente hanno a che fare con le gravi problematiche  dell’ impianto.

Mancanza  dei requisiti minimi  di sicurezza e di igiene, crepe  e buche  in diversi settori  della pista( dove si allenano  e gareggiamo gli atleti),  degrado  e mancanza  di manutenzione negli spogliatoi fatiscenti (situazione dunque non regolare, se si pensa anche   alle attività post gara),mancanza  dell’ acqua calda, ormai  cronica   mancanza  del contratto di fornitura  di energia elettrica.

Insomma, un degrado non più accettabile, più volte segnalato  alle istituzioni e gli organi competenti   dalla Fidal brindisina  e il rappresentante regionale  Giacomo  Leone.  Immaginate  in che condizioni, ad esempio, continua ad allenarsi   Daniele  Corsa, uno dei giovani atleti di punta  del panorama internazionale.

In  tutti questi  anni  lo diciamo senza alcuna polemica), sono cambiate le  amministrazioni comunali, ma nulla è cambiato, “offendendo”  in tal modo uno dei patrimoni sportivi della città di  Brindisi.  Eppure nel febbraio  scorso, in una delle sue ultime conferenze stampa prima del commiato  alla città di  Brindisi,  il  Commissario   prefettizio    Santi Giuffrè  aveva  preannunciato, nell’ ambito del Piano Triennale  delle opere pubbliche, degli interventi  con un  mutuo di   365 mila  euro.

Una  situazione ereditata  dalla nuova  Amministrazione Comunale di Brindisi  che tuttavia, attraverso il primo cittadino  Riccardo Rossi e l’Assessore  allo  Sport  Oreste Pinto, ha promesso il massimo impegno.  Ma, è  chiaro, ora dalle promesse bisogna passare ai fatti, attraverso una grande sinergia  tra l’Amministrazione Comunale, la Regione  Puglia, la Fidal (che in questi giorni, attraverso  l’ impegno  di Giacomo Leone e Giancosimo Pagliara, sta  sollecitando  l’ apparato istituzionale  e dirigenziale  ad intervenire il prima possibile).

Senza  dimenticare che nel  marzo scorso è  praticamente  scaduto un bando regionale di 100 mila  euro, 75 mila  euro di finanziamento  comunale, il resto  dalla  Regione Puglia. E  nei prossimi giorni ci dovrebbe essere un incontro tra la Fidal  e l’ Assessore allo  Sport  Oreste Pinto, del resto già richiesto dai rappresentanti di una federazione  che  certamente  non è stata  a guardare. 

Le foto allegate  all’ articolo  vogliono evidenziare soprattutto  la passione, l’impegno, l’ entusiasmo, il sacrificio  di ragazzi  ed atleti  che nonostante tutto  continuano  a gareggiare e ad allenarsi.  Gli ultimi eventi,  il Mennea Day  e il Memorial Andriani – Caliandro,  vogliono lanciare un segnale ben preciso.

Articolo  di  Ferdinando  Cocciolo.    
 
 
 
Un tuffo nel passato alla scoperta dei più antichi mezzi di trasporto trainati da magnifici cavalli. La ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it