sabato 22 dicembre 2018

Brindisi. Conferenza di fine anno e bilancio dei primi sei mesi di Amministrazione Comunale targata Riccardo Rossi.

Conferenza di fine anno e bilancio dei primi sei mesi di Amministrazione Comunale targata Riccardo Rossi.  “La partecipazione e la condivisione con i cittadini sono due elementi centrati”.

Venerdì mattina Conferenza di fine anno di bilancio dei primi sei mesi di Amministrazione Comunale targata Riccardo rossi, presso la Sala  Mario Guadalupi. Un incontro con gli organi di stampa, i cittadini, consiglieri comunali (per l’opposizione, tra gli altri, erano presenti  Gabriele Antonino  e il Coordinatore cittadino  Birgitta del Partito Repubblicano), rappresentanti di movimenti e  associazioni.

Accanto al Sindaco Riccardo Rossi, gli assessori Roberto Covolo (Programmazione Economica - Politiche  giovanili), Tiziana Brigante (Lavori Pubblici), Oreste Pinto (Attività Produttive -  Sport  - Sviluppo  Economico),  Isabella Lettori (Servizi   Sociali), Cristiano D’Errico (Bilancio–Partecipate), Roberta  Lopalco (Assessorato all’ Ambiente).  Quasi tutti i componenti della  giunta di Centro Sinistra, per tracciare un primo bilancio, in una fase che indubbiamente è molto importante per la città di Brindisi, un rilancio 
(come affermato dallo stesso Sindaco  Rossi) che non può prescindere da un serio processo di confronto e partecipazione dei cittadini.

“Il nostro obiettivo è quello di coinvolgere pienamente i cittadini in ogni decisione e progettualità dell’ Amministrazione Comunale – ha dichiarato  Riccardo Rossi, in un processo di condivisione e partecipazione che non può che far bene ad una città che  in questi anni è rimasta delusa da un certo modo di far politica. Siamo sulla buona strada, se pensiamo alle nostre iniziative nei quartieri e nelle periferie che hanno coinvolto direttamente la nostra giunta (in particolar modo gli assessori Borri e Covolo),  alle manifestazioni ad esempio in un quartiere come il Paradiso.  

Emblematici, in quest’ ottica, gli incontri che stiamo organizzando puntualmente sul Piano Urbanistico  Generale (PUG), invitando i cittadini, movimenti, associazioni, a fare delle proposte su un tema che è molto importante per il futuro della nostra città e della comunità”.  Ma bisogna  insistere, coinvolgendo ad esempio  giovani e quarantenni. 

Sicuramente, una concreta e positiva  attività politica – amministrativa non può fare a meno di una buona  “macchina dirigenziale comunale”, che sia dunque capace di rapportarsi in un confronto e dialogo costruttivo con la parte politica, anche e soprattutto quando si tratta di prendere decisioni da cui poi non si potrebbe tornare indietro. Il primo cittadino conferma una riorganizzazione dei settori dirigenziali, che riguarda  soprattutto Ambiente (finalmente un settore nevralgico e così importante con una propria autonomia strutturale) e Patrimonio.

Decoro urbano e Rifiuti, due  temi che stanno molto a cuore alla comunità brindisina ed anche legati tra loro. Senza  dubbio, sin dai primi giorni del suo insediamento, il Sindaco  Rossi (che dai  banchi di opposizione ha puntualmente portato avanti importanti e significative battaglie  per la tutela ambientale e la salute)  si sarà reso conto , da una” posizione  diversa”, della difficoltà  di gestione della  problematica rifiuti (elemento, ribadiamolo, caratterizzante di tutte le precedenti gestioni ed esperienze amministrative).

Ma il primo cittadino è ottimista e convinto delle scelte attuate e di quelle che saranno  fatte. “Questa amministrazione, per quanto riguarda il decoro urbano, sta dando risposte attese e molto importanti.   Una  città più pulita vuol dire dare un’ immagine rassicurante e diversa. Non vi sono più  erbacce nei quartieri (problematica più volte denunciata ad esempio dai cittadini attraverso i social), e questo è sicuramente merito del lavoro svolto dalla Partecipata Multiservizi e la sinergia tra  le squadre coinvolte negli interventi attuati nei vari quartieri.   

Sul tema rifiuti, innanzitutto vorrei partire dalla raccolta differenziata, per la quale  l’ amministrazione sta continuando a condurre una significativa campagna e opera di sensibilizzazione. Se la quota ha raggiunto il livello del 56%, il merito è della collaborazione dei cittadini che rispettano l’ambiente e le regole. La maggior parte della comunità, a fronte tuttavia di quei cittadini incivili che  quindi sono da ostacolo ad  un miglioramento della raccolta porta a porta. Un obiettivo non difficile da raggiungere in breve tempo rimane  quello del  66%”.

Poi, Rossi passa a parlare del tema spinoso delle  discariche, su cui  conferma una notizia: “Posso anticipare che proprio ieri abbiamo ottenuto ufficialmente il dissequestro della Discarica comunale di  Autigno, dopo aver praticamente  completato le opere di bonifica e messa in sicurezza. E’ un passo atteso  e importante, quello di avere a disposizione  un impianto di proprietà dell’Amministrazione Comunale, con tutte le azioni tendenti alla salvaguardia e tutela  ambientale e all’ abbattimento degli alti costi per la comunità.     

Si sta pensando all’ impianto di compostaggio, scelta da concretizzare in simbiosi con la Regione Puglia e l’ Agenzia Regionale Ambientale. Ritornando al discorso raccolta rifiuti ed Ecotecnica (che sta svolgendo un ottimo lavoro),  a  breve  ufficializzeremo una proroga  per almeno quattro mesi, in attesa di una gara  nell’ ambito ARO che abbia  almeno  una durata  decennale”.

Trasparenza e legalità, sono le parole che   escono fuori dall’ intervento del primo cittadino. Naturale il riferimento  anche alle ultime polemiche legate alle multe comminate  ai cittadini dalla Polizia Municipale:  “Cosa vuol dire avere più tolleranza? I  cittadini devono rispettare le regole, chiaramente in un contesto di collaborazione e reciproco rispetto con l’ amministrazione e gli  organi preposti. Tolleranza zero è  un’espressione che non fa parte della mia cultura politica, rispettare le regole vuol dire rispettare le regole altrui”. E sulle Case Popolari e la questione casa: “Stiamo  combattendo, con tutti gli strumenti a disposizione, il problema dell’ abusivismo, che non mi pare le precedenti amministrazioni abbiano risolto.   E qui entriamo sempre nel discorso del rispetto delle regole e dei diritti altrui. Sono già numerosi gli sgomberi e  vanno avanti  i controlli, attraverso un’ apposita Task Force che abbiamo messo in campo”.

Sul dormitorio di Via Provinciale San Vito: “Era nostro compito e dovere  metterlo in sicurezza, soprattutto sotto il profilo sanitario, e così abbiamo fatto, rispondendo a chi metteva in dubbio il nostro impegno per una struttura che deve sempre rappresentare nel migliore dei modi  il simbolo dell’ accoglienza”.  Già   accoglienza, un termine più volte sottolineato dal  Sindaco Riccardo Rossi, riconducibile “ad uno sguardo sempre più aperto alle problematiche dei bisognosi, dei più deboli, dei  diversamente abili. Non a caso stiamo puntando alla Casa dell’ Accoglienza“.

Tema Società  Partecipate, che  vede  impegnato in sostanza Riccardo Rossi su due versanti, da primo cittadino e Presidente della Provincia. Infatti, coglie l’occasione, prima di fornire le ultime novità sulle  Partecipate comunali, per dare buone notizie sulla Società in House della  Provincia Santa  Teresa“ abbiamo ritirato i licenziamenti di tutti i lavoratori (110), elemento indispensabile per gli affidamenti e i nuovi progetti che li  vedranno praticamente tutti coinvolti, sia  pure gradualmente ma in tempi brevi”.  Ed  ecco  la notizia: “Nel prossimo Consiglio Comunale discuteremo il  Piano di razionalizzazione delle nostre Partecipate che prevede la fusione tra la Brindisi Multiservizi e l’ Energeko, scelta  inevitabile, che naturalmente permetterà  l’assorbimento dei lavoratori  Energeko nell’ altra Partecipata”.

Altri temi, strettamente collegati tra loro, Cultura  e Università, su cui sta puntando in maniera particolare  l’ Amministrazione:    siamo  in attesa di una risposta da parte dell’ Università di Bari che ha in mente di utilizzare Palazzo Nervegna  come sede per il Corso di Economia Aziendale già a partire dal secondo semestre. Ma non ci fermiamo  qui, pensando  anche ad una sede in centro per i corsi  di Farmacia e  Informatica. A  tal proposito abbiamo già  fatto  un sopraluogo nel  Palazzo Carafa (l’ex Caserma della  Polizia stradale, accanto alla Chiesa di San Benedetto).  Un grande obiettivo, per quanto mi riguarda, sarà quello di raggiungere, al termine del mio mandato, 5 mila  iscritti  nel nostro contesto universitario

In sostanza, c’è  molta “carne al fuoco”, per  una città  e una comunità che del resto si attende fatti concreti da  un’ Amministrazione Comunale che (conviene sempre ricordarlo) si è insediata solo da pochi mesi.  Come  tra l’altro sulla tutela ambientale, che non può prescindere da un confronto capillare con le Multinazionali presenti sul territorio.   

Questione Versalis, una battaglia del resto  portata  avanti da Riccardo  Rossi  già  ai tempi dell’opposizione in Consiglio  Comunale. Versalis, dalle ultime notizie,  ancora  “sorda”  alle diffide e richieste presentate  dal  Comune  di Brindisi. Per questo  il  sindaco ha annunciato  "il sì da parte del Ministero  dell’ Ambiente  alla revisione dell’ AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale). E’ arrivato  il momento concreto per parlare e discutere di tutte le problematiche  inerenti  la  torcia in sede ministeriale”.

Questa, in sostanza, una sintesi ampia della conferenza di fine anno del  Sindaco  RiccardoRossi  e l’ Amministrazione Comunale, e scusate se ci  è sfuggito qualcosa. C’è ancora molto da fare, in una città che aspetta un rilancio definitivo, anche e soprattutto sotto il profilo sociale, per una comunità che in questi anni ha visto sin troppe disparità  e differenze. Ma si deve essere ottimisti, confidando in qualità non sempre riscontrabili nella vita di tutti  i giorni e in politica : onestà, competenza, lungimiranza. La politica, nel complesso, ha  una  “grande  scommessa”, quella di far ritrovare la  fiducia alla gente. 

Articolo  di  Ferdinando  Cocciolo.  
 
Il 12 ottobre presso la Sala Convegni dell’Archivio di Stato di Roma si è svolta la cerimonia di ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it