lunedì 25 febbraio 2019

Taranto. Fiaccolata di genitori tarantini per ricordare i loro figli, “angeli che volevano solo essere bambini”.

Fiaccolata di genitori tarantini per ricordare i loro figli, “angeli che volevano solo  essere  bambini”. Ha partecipato anche Michele  Emiliano:  “Non è più accettabile veder morire i nostri bambini”.

Eh  no, i  bambini, i nostri figli  no. Non possono morire improvvisamente  di cancro, di malattie e patologie   definite “rare”, non preventivabili. Ma una causa c’è, coglie il senso di un  “mondo globalizzato”  in cui gli affari, grandi  interessi industriali,  “gli interessi di pochi”  vogliono solo prevalere sulla nostra salute, su un ambiente che invece dovrebbe  essere   protetto da ogni forma  di inquinamento.

Brindisi - Taranto, purtroppo un “asse” parallelo, dove, senza polemica ma con cognizione di causa,  le grandi realtà industriali (Ilva  e company), l’hanno fatta da padrone in tutti  questi anni, con  una  politica  incapace, in alcuni casi anche complice, di tutelare  la salute dei propri cittadini.

Quella politica che  tuttavia ha fatto passi in avanti, perché  “tutelare la salute pubblica e l’ambiente”  deve per forza  far parte di ogni  programma politico -  amministrativo che non deve rimanere sulla carta.

Non si può  morire di inquinamento, non possono morire i nostri figli, i bambini di  inquinamento. E’ il messaggio lanciato, con commozione e determinazione, dalla  fiaccolata che nelle scorse ore a Taranto è stata organizzata dal  Comitato  dei  Genitori Tarantini.

Taranto, una città, vogliamo dirlo,  solo presa in giro…., dove  gli ultimi dati  parlano  purtroppo di un aumento delle mortalità  per  cancro e altre patologie gravissime.  E’ stata  una manifestazione – fiaccolata  molto commovente,  in  cui  si  è alzato  il “grido di dolore” che ora  deve avere immediato riscontro. E non bastano  più   promesse governative, bonifiche annunciate  e  “decretoni”, tavoli  istituzionali, ma opere e fatti concreti.

“Gli angeli che volevano solo essere bambini“ avranno  giustizia?  Ma, aggiungiamo  pure, le tanti morti del territorio  brindisino, per  cui non hanno avuto sinora esito positivo diversi  esposti e denunce?
Una fiaccolata a cui  ha  anche partecipato  il Governatore  pugliese  Michele  Emiliano, che avrà ulteriormente preso nota.  “Sono morti inaccettabili, dobbiamo salvaguardare  la salute dei nostri   figli.  Per far questo  può far  molto la politica, ma quella  concreta  e sinergica”. Già, “Angeli  che  volevano  solo essere bambini”, che  avevano  tutto  il diritto di  far parte  di un mondo   migliore.  

Pensateci, sono passate diverse amministrazioni e governi nazionali, ma la situazione ambientale  a Taranto  non  ha  mai avuto  evoluzioni positive . 
Come  affermo spesso senza esitazione, la politica  tutta rifletta su se stessa, sempre, insieme ad  una 
“concezione atteggiamento delle realtà imprenditoriali - industriali” che non può prescindere da  una concreta salvaguardia della salute e dell’ambiente.

Articolo di  Ferdinando Cocciolo.  
Venerdì 30 agosto (ore 19.30) in programma una visita guidata al Palazzo Granafei-Nervegna di Brindisi con la ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it