martedì 26 febbraio 2019

San Donaci. Non si fermano all’alt dei Carabinieri, arrestati un 34enne del luogo e un 38enne di Cellino San Marco

San Donaci: arrestati  un 34enne del luogo e un 38enne di Cellino San Marco, nel cuore della notte si erano dapprima fermati all’alt dei Carabinieri, per poi repentinamente darsi alla fuga con un’Audi di proprietà della moglie di uno degli occupanti. Successivamente  per eludere le investigazioni in Cellino San Marco avevano asportato una Fiat Panda, a bordo della quale sono stati arrestati sotto l’abitazione di uno dei due .

I Carabinieri della Stazione di San Donaci  hanno   tratto in arresto  in flagranza di reato di resistenza  a pubblico ufficiale e furto aggravato di autovettura, BRACCIO Alessandro 34enne di San Donaci e CALDIRON  Gianmarco 38enne residente in Cellino San Marco. 

I fatti si sono svolti nel corso di questa notte quando la pattuglia della Stazione di San Donaci ha fermato in via Grassi  un veicolo di grossa cilindrata che sopraggiungeva a velocità sostenuta, nell’auto fermata una Audi di colore nero vi erano due soggetti  il Braccio residente in San Donaci conosciuto dai militari e un’altra persona. 

Ai due occupanti  è stato intimato di scendere dal veicolo, ma questi con manovra repentina sono ripartiti a forte velocità  imboccando anche diverse strade contromano dileguandosi in direzione di Cellino San Marco, costituendo serio pericolo per la circolazione. Sono stati subito inseguiti dai militari, che successivamente non avendo raggiunto i fuggitivi  hanno atteso l’arrivo dei due soggetti sotto casa del Braccio. 

Questa volta erano a bordo di una fiat panda, subito bloccati,  hanno riferito che il veicolo è di proprietà di un loro amico. Gli accertamenti successivi hanno dimostrato che l’Audi con la quale sono fuggiti è di proprietà della moglie del Caldiron e quest’ultimo aveva celato le chiavi negli slip. Riguardo alla Fiat Panda a seguito delle verifiche è emerso che era stata asportata successivamente in Cellino San Marco, dove i due si erano diretti con a forte velocità da San Donaci compiendo pericolose manovre e imboccando strade in controsenso, il tutto per eludere le investigazioni dei militari  che avevano diramato le ricerche in ambito provinciale finalizzate al rintraccio dell’Audi. Pertanto i due fermati sono stati tratti in arresto per resistenza e il furto della Fiat Panda. 

Gli arrestati dopo l’espletamento delle formalità di rito sono stati condotti agli arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria. Nella circostanza Caldiron Gianmarco è stato deferito anche per il rifiuto di sottoporsi  agli accertamenti per la guida sotto l’effetto di stupefacenti e per la reiterazione della guida senza patente che non ha conseguito.
 
 
Un tuffo nel passato alla scoperta dei più antichi mezzi di trasporto trainati da magnifici cavalli. La ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it