giovedì 18 aprile 2019

Questione Xylella. il Popolo degli Ulivi:Solidarietà a Sara Cunial

Il Popolo degli ulivi esprime solidarietà all’onorevole Sara Cunial, espulsa dal Movimento 5 stelle anche e soprattutto per la sua attività a difesa degli ulivi del Salento e contro il gasdotto Tap. L’onorevole Cunial, contrariamente,alla linea politica dominante nel M5S, ha sempre dimostrato, rimanendo coerente al programma elettorale sulla base del quale era stata eletta, molta attenzione ai problemi ambientali e sociali del territorio Salentino. La sua coerenza, purtroppo non è stata apprezzata e valorizzata dai suoi colleghi eletti con lo stesso programma elettorale. Sarà risultata “scomoda” a chi, appena preso nelle mani l’esecutivo ,ha smesso subito gli abiti di chi difendeva i territori per avallare, a danno di questi , le più indegne speculazioni.

Il Movimento 5 stelle ha di fatto tradito le aspettative di cambiamento che aveva instillato nei suoi elettori, ha vinto le elezioni dicendosi portabandiera di tutte le vertenze ambientali per poi fare, l’esatto contrario, di quello che aveva promesso. E’ evidente a tutti che ci sono interessi privati che dettano la linea ai partiti che, di volta in volta, si succedono al governo e che sono i veri avversari dei cittadini che si muovono a difesa della loro terra. Interessi che speculano sulla nostra aria, sulla nostra acqua, sulla nostra terra, sui nostri mari, sulla pelle di lavoratori sempre più sfruttati e precari,sulle nostre vite, in barba ai diritti fondamentali di tutti i cittadini sanciti nella nostra Carta Costituzionale. Interessi che, nello specifico della nostra battaglia, sono rappresentati dalle associazioni agricole di categoria, dalle multinazionali dell'agricoltura, dall’industria agricola, dalle multinazionali dell’energia e da tutti gli speculatori a vario titolo. Questo blocco di potere,che può contare su una fetta di ricerca scientifica completamente al suo servizio, detta le regole e la linea a tutte le istituzioni del nostro paese, dai comuni al governo nazionale, passando da provincia e regione, impone i suoi interessi oltre ogni logica democratica, prevaricando le leggi che tutelano l’ambiente, la salute ed il paesaggio.

E’ sempre più deprimente osservare le nostre istituzioni, quelle stesse che dovrebbero tutelare l’interesse collettivo, legiferare a favore di pochi, non solo contro interessi collettivi come la salute ed il paesaggio, ma contro gli interessi economici di tantissimi piccoli coltivatori che saranno costretti, nel giro di pochi anni a vendere le loro terre per pochi spiccioli.

E’ avvilente notare quanto la discussione sul futuro di un intero territorio venga affrontata da una classe politica ignorante in materia e capace di mentire spudoratamente: un esempio eclatante lo ha dato il presidente della provincia Stefano Minerva nell’audizione alla Camera dei Deputati, dove alle legittime domande dell’Onorevole Cunial sul disseccamento degli ulivi, ha risposto con una raffica di affermazioni palesemente false, dettate da qualcuno probabilmente, ma senza avere minimamente studiato perlomeno i dati diffusi, non diciamo l’intera questione!  Discussione nella quale non è stato coinvolto il resto della cittadinanza alla quale saranno poi imposte leggi eccezionali, nel nome dell’ennesima emergenza, non contestabili e in deroga a tutte le leggi dello Stato e ai principi stessi della Costituzione.

Zittire le voci discordanti dal pensiero unico è un metodo che dimostra l’insofferenza di questo intreccio di poteri nei riguardi del confronto democratico.

L’espulsione dell’onorevole Cunial dal gruppo parlamentare del movimento cinque stelle fa ben comprendere la posizione che ha deciso di assumere il Governo rispetto alle politiche del sud e dell’Italia in generale. Posizione che pende pericolosamente verso interessi privati e speculativi  a danno delle comunità locali.

Noi, dal basso, continueremo a resistere.  

Il Popolo Degli Ulivi

Venerdì 18 ottobre - ore 18 - visita guidata sul tema della presenza femminile nei monumenti, nelle iscrizioni e ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it