lunedì 13 maggio 2019

Brindisi. recinzione di via del mare, Mevoli: “scandalo al sole”.

La stampa di questi giorni riporta la notizia che, riguardo ai lavori di rifacimento della recinzione di via del mare, è stato aperto, dal Giudice Raffaele Casto, un procedimento penale. La cosa non mi meraviglia, e dirò subito perché. Alcuni giorni fa, per la precisione sabato 4 maggio, dei colleghi leccesi che erano stati in  servizio  a  Brindisi,  mi  chiamarono chiedendomi per quale motivo non venisse sistemata la recinzione di via del mare, a loro giudizio trascurata da decenni.

Enorme stupore fu manifestato dagli stessi, nell’apprendere che quella recinzione non è vecchia di decenni, ma risale a pochissimi anni fa. Un vero e proprio “scandalo al sole”, per utilizzare il titolo di un famoso film. Nel primo pomeriggio mi recai sul posto, scattando una serie di foto con l’intenzione di fare un post su facebook e taggare amministrazione comunale e conoscenti vari, ma un blocco temporaneo dello stesso mi fece desistere.

La notizia di oggi mi ha riportato alla mente l’accaduto, e lo sdegno provato nell’osservare da vicino lo stato dei luoghi, pensando alla enorme mole di denaro speso, a fronte del pessimo risultato e della sciatteria nell’esecuzione dei lavori,- con le assi di legno utilizzate per la gettata mai rimosse, con spuntoni metallici che fuoriescono dal cemento, - e   la assurda qualità dei materiali utilizzati, con quel
grigliato metallico arrugginito che ha lasciato colate rossastre sul cemento e sul plexiglas che intervalla la recinzione, per tutta la lunghezza della stessa. E ancora ci sono quelli, parafrasando il prof. Viesti, che si chiedono “perché la Puglia (in questo caso Brindisi), non è la California”. Sic.

Io non so se le indagini accerteranno responsabilità penali, ma è sotto gli occhi di tutti la evidentissima responsabilità morale, nell’aver sperperato il denaro pubblico in un’opera siffatta.  La loro fortuna è una sola: la prematura scomparsa del mai troppo rimpianto Sindaco Mimmo Mennitti, che più di chiunque altro si battè per il rifacimento di via del mare, gli ha evitato di essere presi a calci nel fondoschiena, baresi o brindisini che siano i responsabili di quello scempio! Le sue urla, da palazzo di Città, sarebbero entrate direttamente nelle finestre dell’Autorità di sistema del basso adriatico, comprese quelle della sede principale di Bari.

E' ’ tempo, è gran tempo, che qualcuno cominci a pagare per queste offese inferte alla città e ai suoi abitanti!  

Cesare MEVOLI  Coordinatore provinciale MNS
 
GIORNATA INTERNAZIONALE DEI MUSEI (IMD) 2019 - MUSEO NAZIONALE E PARCO ARCHEOLOGICO DI EGNAZIA SABATO 18 e ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it