sabato 22 giugno 2019

Aeronautica Militare. Consegnata la targa ICARO e celebrati gli 85 anni del 16° GGC.

L’Associazione ANRP ha conferito al 3° Reparto Genio dell’Aeronautica Militare  la prestigiosa targa di benemerenza “Icaro 2018”, per le azioni particolarmente meritorie svolte nel quadriennio 2014-2017.  Il riconoscimento è stato consegnato giovedi 20 giugno nel corso della cerimonia svolta anche in occasione del coincidente 85° anniversario della costituzione del 16° Gruppo Genio Campale dell’Aeronautica Militare. La cerimonia si è svolta alla presenza della Autorità militari, del personale militare e civile del 3^ Reparto Genio A.M. e del personale in servizio ed in congedo che ha prestato servizio al 16° Gruppo Genio Campale.  

Il  prestigioso riconoscimento interforze, istituito dall’ANRP nel 1975 e patrocinato dallo Stato maggiore della Difesa, è stato conferito con la seguente motivazione:

Chiamato ad operare nell’ambito del G7 tenutosi a Taormina nei giorni 26 e 27 maggio 2017 su richiesta della presidenza del Consiglio dei ministri e per le attività emergenziali a supporto della regione Marche in occasione dell’emergenza neve del 2017, ha provveduto ad assicurare la piena operatività delle infrastrutture necessarie alla realizzazione del vertice mondiale e a fornire il proprio determinante contributo per le attività di soccorso alle popolazioni colpite dalla grave emergenza neve nella provincia di Ascoli Piceno". 

Di seguito riportiamo il testo integrale dei discorsi tenuti dal Col. Giuseppe RUSSI e dal Gen. Isp. Alberto De Rubeis: 

Il discorso del Col. Giuseppe RUSSI:

Sig. Generale De Rubeis, autorità, colleghi e gentili ospiti è con vivo piacere che porgo il benvenuto a nome del 3° Reparto Genio A.M. in occasione dell’odierna manifestazione.  Saluto doverosamente e ringrazio Lei, Gen. De Rubeis, per il prezioso ed autorevole supporto che ha consentito l’organizzazione dell’odierno evento.  Saluto i Sigg. Generali che ci onorano della loro presenza, i Comandanti tutti, le Autorità e i gentili ospiti che hanno voluto essere presenti per condividere questo momento significativo della vita del Reparto.  Saluto le Associazioni Arma Aeronautica presenti.

Un caloroso benvenuto ai Comandanti ed ai colleghi dei Reparti Genio di Villafranca e Ciampino che hanno voluto raggiungerci e che hanno accettato di trascorrere con noi questa giornata di celebrazione e di ricordi. Un cordiale e affettuoso bentornati a quanti, già appartenenti alle file del 3° Reparto Genio e del 16° Campalgenio nei periodi di tempi più disparati, hanno voluto essere oggi qui per dimostrare l’attaccamento all’istituzione e ai colleghi che hanno raccolto i valori, lo spirito e l’esperienza del passato.

Non è mio desiderio sottolineare i risultati e i meriti conseguiti dal 3° Reparto Genio nell’espletamento dei propri compiti, ma sono orgoglioso di presentare e rappresentare le donne e gli uomini del Reparto che, conformandosi alle superiori direttive, contribuiscono a concretizzare la capacità operativa che il Comando Logistico produce per la Forza Armata e per il Paese. 

La Benemerenza Icaro 2018, che ho avuto l’onore e il privilegio di ricevere quale Comandante del Reparto e consegnata in occasione della celebrazione annuale dell’anniversario della fondazione dell’Aeronautica Militare svoltasi a Ciampino, è l’ultima e più recente testimonianza che oggi mi pregio di consegnare ai ricordi di tutto il personale del 3° Reparto Genio A.M..

Le motivazioni formulate dalla autorità politico-militare di vertice sono l’espressione significativa di un rapporto sempre più stretto tra Forze Armate e società civile. Sicurezza e protezione, secondo i valori della nostra Costituzione Repubblicana, sono simboli che i cittadini attribuiscono alla nostra presenza e al nostro impegno nazionale ed internazionale.

Il riconoscimento che oggi qui vogliamo ricordare è certamente importante per le sue motivazioni. Ma, permettetemi di ricordare che molti sono stati gli eventi in cui, silente protagonista, il Reparto Genio ha dato il suo contributo: a mia memoria, ricordo il terremoto dell'Irpinia dell'80; ma anche quello dell'Aquila del 2009, gli interventi in occasione degli incendi delle roventi estati del 2009 e del 2012 e gli aiuti portati alle popolazioni per l'emergenza neve del 2012 e del 2017, per citarne alcuni.  Interventi coordinati e sapientemente diretti dalle nostre SS.AA. che sapevano di poter fare affidamento sui di Voi. E quindi un ringraziamento anche a Voi tutti, a tutti quelli che hanno contribuito a costruire la storia di questo Reparto in tutte le sue articolazioni e, qualunque sia stato il percorso che ha ci ha condotti qui, questa unità, questa comunità che oggi ho l'onore di rappresentare sarà sempre pronta, Sig. Generale, a rispondere alle sollecitazioni che le vengono date.

Ma oggi non è l’unico evento che ci accingiamo a vivere. Abbiamo voluto con il Ten.Col. Gravina, attuale Comandante di Gruppo, assommare a questa ricorrenza anche la celebrazione dell’85° anniversario della fondazione del 16° Campalgenio, già I° Reparto Lavori. 

“Perché adesso?” mi chiederete. E allora chiedo a me stesso: “Perché non adesso?”. Ritengo che ottancinque anni siano un tempo storico sufficiente per fare un bilancio! Vorrei con voi condividere alcune considerazioni sulla consapevolezza del percorso che tutti insieme, donne e uomini del 3° Reparto Genio stiamo percorrendo. Le parole dalle quale mi sento di partire per queste mie considerazioni sono “unità” e “comunità”.

Questo momento di approfondimento e di riflessione, nonché di doverosa “memoria condivisa” sulle vicende che fanno parte della nostra storia, sono la premessa di una identità che ha il suo fondamento nei valori che contraddistinguono le donne e gli uomini del nostro Reparto: impegno, spirito di sacrificio, grande disponibilità. Questi "principi fondamentali" scolpiscono la nostra storia.  La riorganizzazione del comparto difesa del 1998 ha rivoluzionato luoghi comuni e posizioni consolidate. 

Dal 1° marzo 1999 il nostro Reparto, ancorché con cambi di denominazione, ha assunto la configurazione attuale. Il confluire all’interno del Reparto Genio Campale di alcune delle funzioni della Direzione Territoriale del Demanio della III Regione Aerea ha messo a confronto stili di vita e di operatività certamente differenti ma, a mio modesto avviso, assolutamente complementari.

Ed è stata questa la sfida, questo il compito delicato – e mi permetto di dire ancora non propriamente completato -: l’essere “comunità”  non è un regalo, ma deve essere una conquista quotidiana di quei valori che vengono prima dei nostri stessi interessi. Solo avendo la consapevolezza di arricchire e coltivare insieme un terreno comune ci consentirà di gioire appieno di momenti come questi. Mettere in evidenza il “noi” e non viceversa esasperare il proprio “io”, nella consapevolezza che "non conosciamo mai la nostra statura, la nostra altezza, se non quando siamo chiamati alla prova", e che l’“io” che ha consenso e vince nel breve periodo lasci il posto al “noi” che favorisce un futuro migliore per tutti! 

A conclusione di questo mio intervento voglio manifestare a tutti Voi la mia personale gratitudine per tutto quello che fate e, concedetemelo, un particolare ringraziamento alle nostre famiglie, ai nostri cari, che di fronte alle esigenze a cui la nostra organizzazione ci chiama, fa a volte un piccolo passo indietro. 

La serenità con cui ci lasciate compiere il nostro dovere mi incoraggia nell'idea che come Comandante del Reparto sto cercando di perseguire: fare sentire sempre più la vicinanza dell'organizzazione a Voi tutti, con iniziative che Vi coinvolgano, con l’intima convinzione che sempre più le nostre famiglie siano affianco a noi: A VOI TUTTI, GRAZIE!

Viva il 3° Reparto Genio A.M.

Viva il Comando Logistico

Viva l’Aeronautica Militare

*****


Il discorso del Gen. Isp. Alberto De Rubeis: 

Prima di entrare nel merito della cerimonia odierna, consentitemi di associarmi al col Russi nel ringraziarvi di cuore,  davvero di cuore,  per la vostra straordinaria partecipazione a questa cerimonia nella quale, contemporaneamente, viene consegnata al Reparto schierato la targa ICARO conferita dall’Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia per lo straordinario impegno profuso dal Reparto a Taormina, ed insieme vengono celebrati gli 85 anni della fondazione del 16° GG.

E’ impossibile salutarvi tutti singolarmente …. Avete aderito in maniera cosi’ entusiastica e numerosissima che sarebbe impossibile citarvi tutti, come mi piacerebbe fare ….  consentitemi soltanto di rivolgere brevemente  alcune espressioni di saluto e di ringraziamento, consentitemi di rivolgere un indirizzo di deferente saluto e ringraziamento al dottor LONGO, vice presidente del Consiglio regionale della Regione Puglia, che ringrazio per l’attestato di vicinanza che con la sua presenza oggi testimonia alle donne ed  agli uomini del Reparto, alla dottoressa PASTORELLI, delegato del sig. Prefetto di Bari, al dottor CAVONE, in rappresentanza de signor Sindaco della citta’ di Bari, oggi qui presenti, insieme al GEN. PALUMBO, Comandante della Polizia locale, in rappresentanza di una comunità che da sempre accoglie una significativa parte del personale del Reparto, con il quale da lungo tempo intrattiene stretti e proficui rapporti di collaborazione. 
 
Consentitemi poi di  formulare un saluto affettuoso e sincero al  Gen. Francesco ORTENZI, che e’ a pieno titolo il decano di questa cerimonia, ed e’ stato per molti di noi un preciso e costante punto di riferimento umano e professionale.

Un cordialissimo e sentito saluto e ringraziamento a tutti i nostri colleghi ancora in sevizio e che vedo numerosi qui sul palco,  ed in particolare al Gen. Isp. Francesco NOTO, al gen. Giancarlo GAMBARDELLA e al Gen. Raffaele FAGGIANO, che hanno accettato con entusiasmo di essere oggi qui con noi.

Ed, infine, un  rispettoso  e riverente saluto alle Associazioni dell’Arma aeronautica, oggi qui presenti, che ci accompagnano con grande affetto in tutte le nostre occasioni piu’ importanti.

Oggi, in questa bellissima cornice di donne e di uomini, il 3° Reparto Genio si concentra su due momenti della sua vita che e’ giusto abbiano il rilievo e l’attenzione che meritano: la consegna al Reparto della targa ICARO e la celebrazione degli 85 anni dalla fondazione del 16° Gruppo Genio.

La targa ICARO, anzitutto, che e’ stata conferita al Reparto per  l’eccezionale contributo fornito in occasione del G7 di Taormina.   Come tutti certamente sapete, la Targa ICARO e’ un riconoscimento di straordinario  prestigio che viene conferito dall’Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, e che, cito testualmente, “vuol rappresentare un pubblico tangibile segno di riconoscimento a quel Reparto di qualsiasi arma, che si è distinto per eccezionali capacità professionali o per spirito di sacrificio o elevatissimo senso del dovere o ammirevole sentimento di solidarietà umana, dimostrati durante l’espletamento del servizio e che abbia contribuito all’affermazione dell’onore e del prestigio delle forze armate.”

Ebbene, quando ho letto queste parole, ho pensato che fossero state scritte proprio per quello che il  Reparto ha fatto a Taormina: un  riconoscimento di eccezionale valore e prestigio,  che   vuole darvi atto che a Taormina il Reparto ha fatto un eccellente lavoro che,  evidentemente,  va oltre la semplice attivita’ infrastrutturale, perche’ ha evidenziato come un reparto della nostra forza armata possa dimostrarsi utile al paese, essere incardinato nella sua vita e nelle  esigenze nazionali, essere capace di operare in stretta sinergia e collaborazione con tutte le realta’ istituzionali del posto, a testimonianza del suo reale concreto inserimento nella societa’, funzionale al raggiungimento di un eccellente risultato che ha lasciato alla citta’ di Taormina, anche dopo il G7,  non solo molte infrastrutture perfettamente integrate nel  tessuto della citta’ ma, direi soprattutto, un sentimento di profonda stima e fiducia nei confronti delle forze armate e delle istituzioni del paese. 

Ma, come ebbi gia’ modo di dire, sarebbe semplicistico e riduttivo pensare che questa targa, di cui puo’ fregiarsi il reparto, sia il frutto esclusivo del lavoro svolto a Taormina …. e’ sicuramente evidente a tutti che questa targa  nasce e trova fondamento nell’attivita’ giornaliera che tutto il personale del Reparto svolge nel quotidiano, nell’attivita’ piu’ ordinaria nel settore della progettazione, dell’affidamento e della esecuzione, anche e soprattutto ad opera del personale dei nostri servizi distaccati, che rappresenta a mio giudizio la parte piu’ significativa ed importante della nostra attivita’, per i riflessi che essa ha nei confronti del supporto che siamo chiamati a fornire agli enti della F.A…. quella attivita’ dalla quale trova spunto Taormina, ma che consente al Reparto di garantire risultati di eccezionale valore ovunque abbia operato. 

In realta’ questa targa, nel suo indubbio prestigiosissimo significato, e’ il frutto dell’attivita’ del Reparto in quanto Reparto, e non dei singoli, che trova origine nell’attivita’ passata, cui hanno dato il contributo molti degli ospiti che oggi sono qui, che ne hanno costruito storia e tradizioni ….. e questa targa significherebbe ben poco se non fosse il punto di partenza per traguardi sempre piu’ importanti,   ma con l’obiettivo chiaro e costante di essere utili alla Forza Armata ed al Paese, di rappresentare un punto di riferimento per i suoi reparti, ovunque schierati. 

Tutte queste valutazioni, che nascono dalla considerazione che la Forza Armata ha per il 3° Reparto Genio, e’ giusto che, oggi, vengano valorizzate davanti ai molti rappresentanti delle istituzioni che qui ci onorano con la loro presenza, e davanti ai  tanti amici che hanno prestato servizio prima di voi al Reparto, che non possono che essere orgogliosi di voi e che, insieme, vogliono oggi celebrare, tutti uniti, il prestigiosissimo riconoscimento della targa ICARO conferita al Reparto dall’Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, alla quale associazione assicuro, con deferente e profonda gratitudine e rispetto, che i valori che l’Associazione pone a base del suo operato sono vivissimi e ben riposti nel Reparto, oggi come in tutti gli anni trascorsi, e cosi’ sara’ per quelli a venire.

Ed oggi, per passare al secondo momento della giornata, festeggiamo anche gli 85 anni del 16° G.G..,  ed  e’ con grande orgoglio che mi unisco a voi nella celebrazione di questa bellissima ricorrenza.

In una giornata cosi’ importante, davanti a tutti voi, il nostro primo pensiero non puo’ non essere rivolto a coloro che oggi non sono piu’ con noi, i tanti, tantissimi amici che ci hanno lasciato, ma che sicuramente in questo momento sarebbero orgogliosi,  come noi e piu’ di noi,  per questa giornata celebrativa…. E, fra loro, non posso non ricordare Elio TRABUCCO, cui va, proprio in questa giornata, il nostro deferente pensiero, cosi’ come alla sua famiglia, che saluto con grande, grandissimo affetto. 

Ed in una giornata cosi’ importante, mi unisco a voi in questa ricorrenza con grande emozione, che ha le radici nell’essere stato anch'io, da ragazzo, in forza ad un Gruppo Genio, quando giovane ingegnere, appena uscito dall’Accademia, pieno di sogni, speranze, volonta’, determinazione, un gruppo genio ha iniziato a far parte del mia vita.
Oggi rivedo qui tanti amici …. Tanti amici con i quali tutti noi abbiamo condiviso momenti speciali …. Tanti amici che hanno fatto la storia del 16° …. La vostra presenza qui, oggi, cosi’ straordinariamente numerosa, significa tante cose …. Testimonia anzitutto l’affetto, l’amicizia, la simpatia, l’attaccamento che tutti voi, e direi tutti noi, nutriamo nei confronti del 16° …. 

Ma testimonia anche che per voi, come per me, il gruppo ha rappresentato una parte importante e significativa della nostra vita. E significa anche che una giornata come quella di oggi, durante la quale il reparto si ferma dalle attivita’ giornaliere e trova lo spazio per ricordare la sua storia, storia che qui tutti noi rappresentiamo,  non solo e’ doverosa, ma rappresenta certamente il modo migliore affinche’, nel ripercorrere il suo viaggio lungo 85 anni, il 16° possa orientare oggi il suo presente nella giusta direzione, e trarre dalla sua storia i migliori insegnamenti per un futuro  all’altezza degli straordinari risultati conseguiti.
 
Il  Gruppo, come e’ stato accennato,  compie oggi ottantacinque anni. Sono molti.….  85 anni  e’ anche un’eta’ che evoca la vecchiaia, e potrebbe far pensare ad un Gruppo in la’ con l’eta’ ….  Eppure, vi posso garantire che il Gruppo non e’ assolutamente un vecchio …. Al contrario, e’ un Gruppo   giovanissimo … E’ un Gruppo pieno di vitalita’, determinazione,  voglia di fare …. Capace di fare cose straordinarie in patria, e conseguire risultati ancora piu’ significativi e brillanti fuori dei confini nazionali, in tutte le missioni che ci vedono coinvolti  attivamente in giro per il mondo.…. Un Gruppo del quale tutti voi sareste orgogliosi di appartenere, e nel quale tutti voi sareste felicissimi di operare.
 
Se qualcuno di voi domani, magari per magia,  potesse tornare a prestare servizio rimarrebbe sorpreso dai cambiamenti che si sono verificati in questi anni …. eppure, dopo il primo disorientamento iniziale, piano piano,  ciascuno di voi ritroverebbe nel Gruppo lo stesso spirito che in ogni momento della sua vita  ha sempre costituito la sua  linfa vitale, quello spirito che e’ ancora vigoroso in tutti i suoi appartenenti, militari e civili indifferentemente, quello spirito   che da un lato  ha consentito al Gruppo di fare la storia delle infrastrutture della forza armata, e dall’altro ha consentito  a ciascuno di noi di trovare nella vita del Gruppo la possibilita’, a tutti i livelli e senza distinzione di incarico,  di conseguire le soddisfazioni personali e professionali alle quali tutti abbiamo legittimamente diritto. 

Abbiamo di che essere soddisfatti del tempo passato…. Abbiamo di che essere soddisfatti di quello che tutti noi abbiamo seminato …. Abbiamo tutti contribuito, ognuno per la propria parte,  a far si che questo Gruppo sia un Gruppo di punta della forza armata, che fornisce un contributo determinante per il suo sostegno, e i valori che tutti noi abbiamo coltivato sono la migliore garanzia affinche’ i giovani che abbiamo davanti possano proseguire nel solco tracciato,  e raggiungere risultati ancora piu’ significativi. Consentitemi di concludere questo mio intervento con una certezza e con  un auspicio …. 
 
La certezza e’ che la giornata odierna sara’ sicuramente  una giornata speciale per ognuno di noi …. Una giornata da passare con la spensieratezza di essere fra amici,  e una di quelle giornate che trovano posto nei ricordi piu’ belli che ciascuno di noi conserva e conservera’ nel suo futuro …. 

L’auspicio e’ che questa giornata sia speciale anche per i piu’ giovani, che hanno ereditato i valori saldamente incardinati nel Gruppo, quei giovani della generazione 2.0, i cosidetti nativi digitali, con l’auspicio che in giornate come queste possano comprendere ed apprezzare effettivamente la fortuna che il destino ha loro riservato nel far parte di un Gruppo Genio della forza armata….. siatene consapevoli, e’ il miglior regalo che tutti quelli che vi hanno preceduto, presenti numerosi oggi qui,  potevano fare a tutti voi …  

E consentitemi infine di concludere questo mio intervento  con un augurio per i prossimi anni a venire, durante i quali tutti noi abbiamo la responsabilita’ di proseguire sul cammino tracciato da chi ci ha preceduto; un augurio molto molto semplice, che tutti voi conoscete benissimo: AD EXCELSA SEDICESIMO, per le migliori fortune del 16°, del 3° Reparto Genio, del Servizio Infrastrutture e  dell’Aeronautica Militare Italiana.

 

Giornata storica a Bari, l’Assemblea Generale Europea delle Vie Francigene, ha votato all'unanimità ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it