domenica 23 giugno 2019

Le associazioni ambientaliste chiedono all’Amministrazione Comunale la dichiarazione di “stato di emergenza climatico e ambientale”

Le associazioni, movimenti  e comitati ambientalisti chiedono  all’Amministrazione  Comunale di Brindisi la dichiarazione  di  “stato di emergenza  climatico  e ambientale”, mentre la Consigliera di maggioranza Livia  Dell’Anna presenta un apposito Ordine del Giorno.

Emergenza  climatica – ambientale in provincia di Brindisi, e non solo.  Uno scenario non scoperto certamente ora,  ma un dato di fatto  “incontrovertibile”  ormai da molti anni, anche se  qualcuno  (ma in minoranza…..) si ostina   a dichiarare il contrario.

Un  preoccupante “stato dell’ arte” ben conosciuto dall’ attuale  Amministrazione Comunale e maggioranza di Brindisi ; del resto, proprio  il Sindaco Riccardo Rossi, sin dai tempi della militanza nel movimento No Al Carbone e poi come leader di Brindisi Bene Comune e sui banchi di opposizione, è stato sempre protagonista  di importanti battaglie  e istanze  sul fronte ambientale.

E ora, visti tra l’altro  gli ultimi  dati  aggiornati  preoccupanti, movimenti,  associazioni, comitati  ambientalisti, chiedono al primo cittadino la dichiarazione  di  “stato  di emergenza  climatica – ambientale  in provincia di Brindisi”.  Un’ istanza significativa da una parte, dall’ altra  una  presa di posizione sotto il profilo  ambientale che dovrà essere assunta dall’ amministrazione e il Comune di Brindisi. 

Secondo  gli ultimi dati forniti  dall’Onu,  “l’ umanità  ha tempo sino al 2030 per limitare l’ incremento  della temperatura a 1.5 °  C, per evitare  danni irreversibili al clima, ottenibile con scelte individuali, comunitarie e con un mutamento di rotta nel comparto industriale a cominciare dall’uscita dalla combustione di tutti i fossili”.

In  sostanza, gli ambientalisti  chiedono al  Comune di Brindisi  “un significativo atto di responsabilità, per avviare un  percorso condiviso in cui siano attuate le giuste misure e politiche che vadano concretamente nella direzione  della salvaguardia della salute dei cittadini e di un concreto contrasto ai cambiamenti climatici“. 

E  poi  “nell’ agenda e nelle competenze dell’Amministrazione Comunale, siano evidenziati  e realizzati  i concetti  e principi  di giustizia  ambientale  e climatica”  ed  anche “I costi della transizione non devono gravare sulle fasce più deboli della popolazione ma devono essere sostenuti soprattutto da chi ha causato maggiormente i danni ambientali; infine di  invitare tutte le istituzioni territoriali, a partire dalla Regione Puglia e dal Governo della Repubblica, a varare analoghi provvedimenti”.

E  intanto la  Consigliera di maggioranza  Livia Dell’ Anna, tra l’altro  Presidente della Commissione  Ambiente,  ha già presentato e fatto protocollare  un apposito Ordine del  Giorno sulla  richiesta di  “dichiarazione dello stato di emergenza ambientale – climatica”. “Auspico e sono convinta  che si tratti di una grave problematica che riguarda  tutte le comunità, un importante Ordine  del Giorno che sia approvato  e votato  da tutto il Consiglio Comunale”.

Articolo   di  Ferdinando  Cocciolo .    
Un tuffo nel passato alla scoperta dei più antichi mezzi di trasporto trainati da magnifici cavalli. La ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it