giovedì 19 settembre 2019

Strada Pittachi: danneggiato l’impianto di illuminazione appena ripristinato. A coloro che hanno compiuto un gesto cosi’ grave ci permettiamo di dire: VERGOGNATEVI.

La vicenda in queste ultime ore della Strada Pittachi (danneggiato l’impianto di illuminazione appena ripristinato) è  purtroppo emblema del degrado sociale e l’ illegalità ancora presenti a Brindisi. In conferenza stampa, il Sindaco Riccardo Rossi:  “Non ci faremo intimidire, andremo avanti per la gente per bene che vuole davvero  bene alla propria  città “.
 
Una città non crescerà mai definitivamente, se non vengono portati avanti i valori della legalità, del rispetto della comunità, dei propri patrimoni, di tutto quello che ci circonda. Quanto  avvenuto  in queste ore sulla Strada Pittachi a Brindisi è gravissimo, e rischia davvero di vanificare un enorme e significativo lavoro portato avanti proprio dalle istituzioni (e non solo) sulla legalità e  far demordere, purtroppo, la parte sana della comunità, la gente  per bene che crede  ancora (nonostante tutto)  in certi  valori .
 
Parliamo  di rassegnazione? Certamente no, ma  per far sì che ciò non avvenga, bisogna lavorare  ancora  tutti insieme, e molto.
Ma arriviamo ai fatti. La  vicenda della Strada Pittachi (un tratto altamente importante e strategico per la viabilità  brindisina, zona ampiamente frequentata dai cittadini e automobilisti brindisini), praticamente al buio da un anno e più, situazione ampiamente denunciata anche sui social.
 
Proprio il  Sindaco Riccardo Rossi, nelle scorse ore, aveva annunciato con soddisfazione  il ripristino dell’ impianto di illuminazione, elemento determinante per garantire  soprattutto la sicurezza. Ma praticamente subito dopo, la  “doccia fredda” che fa capire, se ancora ce ne fosse bisogno, quanto ci sia ancora da lavorare in una città dove l’illegalità e la delinquenza  continuano a dominare.

Il  primo  cittadino, stamane, ha  convocato  una conferenza  stampa  sul posto, per  denunciare atti di vandalismo sull’ impianto: sono  stati  praticamente sfilati  25 metri di cavo, che in sostanza  vanno a danneggiare una parte dell’ impianto e, di conseguenza, parte della strada sarà nuovamente  al buio . Non dovremmo più meravigliarci di nulla…. Ma  anche  qui, non c’è limite al peggio,  e (diciamolo senza paura)  a Brindisi (ma ovviamente non solo a Brindisi)  le speranze, la vita  quotidiana  della gente, si scontrano con i delinquenti, gente senza  scrupoli,  solo “pseudo cittadini”.
 
Ma  la reazione del Sindaco Rossi, di fronte  ai giornalisti, è stata rabbiosa  ma anche incoraggiante: “Questo è un fatto gravissimo, che danneggia  un impegno, un lavoro portato avanti per garantire  la sicurezza ai cittadini. Ora, attraverso  Energeko, dobbiamo  sin da subito  adoperarci  per ripristinare completamente  l’illuminazione.  Sarà  una risposta tangibile  a chi vuol fare del male alla città  e alla comunità. Noi  andiamo avanti  per la nostra strada “.
 
Un pensiero ampiamente condiviso  dalla gente per bene, da coloro che mai abbasseranno  la guardia  di fronte a coloro che , probabilmente, continuano  a credere  di  essere   “i padroni” della città.
 
A  coloro  che  hanno compiuto un gesto cosi’ grave  ci permettiamo di dire:  VERGOGNATEVI.
  
di Ferdinando   Cocciolo .  
 
Venerdì 18 ottobre - ore 18 - visita guidata sul tema della presenza femminile nei monumenti, nelle iscrizioni e ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it