venerdì 25 ottobre 2019

L’ arrivo di tappa del Giro a Brindisi, una grande occasione per la città, la Puglia, il turismo, lo sport brindisino.

16 maggio  2020, sarà  una giornata molto importante  per  Brindisi,  lo sport, la comunità  brindisina  che prende atto  di una notizia molto bella, forse  imprevista.

L’ottava   tappa  del  Giro  d’ Italia (inutile  ricordarlo, la gara  a tappe più dura  e importante  del ciclismo  insieme al Tour  de France), la  Castrovillari  - Brindisi, avrà  il traguardo finale proprio  nel capoluogo  di  una  provincia  che, ad esempio  (ritornando indietro nel tempo) ha visto   l’ultimo arrivo nel nostro territorio nel 1996 (ad Ostuni, vittoria  di Mario  Cipollini  in Via  Pola)  e il transito  di  una  tappa a Ceglie  nel  2017.

Pensate,  non arriva  a Brindisi  una  tappa del Giro  d’ Italia  da  48 anni, dal 1971 (dai tempi, che hanno fatto la storia  del ciclismo, tanto  per intenderci, di  Gimondi  e Motta), mentre, nel frattempo,   tra  Giro di   Puglia (che tra l’ altro  non si disputa  più) e  arrivi di  tappa al  Giro,  si  sono susseguiti  traguardi  in varie   zone della provincia brindisina.

Ma Brindisi  nulla,  niente per il capoluogo  in tutti  questi  anni, sino alla  cerimonia di  queste ore   della presentazione del Giro che  ha  confermato  un’ evento  sin d’ ora  attesissimo. Un’ evento che, più di  ogni  altro, farà  molto  bene  ad  una città  sempre più consapevole  dell’ importanza della valorizzazione di ogni disciplina sportiva, dello stretto  filo che può  legare insieme   Sport, Cultura, Turismo, lo sviluppo  del territorio.

Concetti  del  resto ribaditi  dal Sindaco  di Brindisi Riccardo  Rossi , l’Assessore allo Sport  Oreste Pinto  e l’Assessore  ai Lavori  Pubblici  Tiziana Brigante  (presenti  alla presentazione  ufficiale  del   Giro),   tutti   entusiasti.   “Le strade italiane da sempre sono la splendida scenografia naturale di una manifestazione sportiva ambita e seguita in tutto il mondo - spiega il sindaco  Riccardo Rossi - ed è con estremo piacere che le strade brindisine quest’anno ne faranno parte. Ancora una volta la città sarà protagonista di un evento in diretta nazionale ed internazionale; credo che non ci sia altro da aggiungere a commento di questo risultato raggiunto dall’amministrazione “.

E  poi   l’Assessore  Tiziana  Brigante:  “Il nostro coinvolgimento è la conferma di quanto lavoro sia stato fatto finora -commenta Elena Tiziana Brigante - ed è anche uno stimolo a migliorare e a migliorarci. Portare a Brindisi un altro grande evento come questo significa aver programmato ed avere la forza organizzativa di vincere sfide sempre più ambiziose che offrono alla città palcoscenici importanti e, soprattutto, significa aver acquisito credibilità persino oltre i confini del proprio territorio. Un doveroso ringraziamento va alla Regione Puglia che ha consentito di raggiungere questo risultato”.

E  l’  Assessore allo Sport  Oreste Pinto  mette in risalto  anche  quanto  sta facendo   l’  Amministrazione per valorizzare ulteriormente  lo  sport:   “Il sostegno all’attività sportiva rappresenta un punto focale di questa amministrazione - precisa l’assessore allo Sport Oreste Pinto - che ne riconosce il valore sociale, aggregativo e formativo. La nostra azione amministrativa, dalla riduzione dei ticket per le società sportive al sostegno per le varie iniziative, è indirizzata in questa direzione. Inoltre è evidente anche l’apporto positivo sia dal punto di vista turistico, in considerazione del fatto che il Giro d’Italia sarà trasmesso in 198 Paesi, sia come spinta economica per le attività commerciali”.

E  da quanto tempo  aspettavano una  tappa del Giro d’ Italia  a Brindisi  gli amanti del  ciclismo (brindisini  e  pugliesi),  quelli che  ad esempio   si ricordano  ancora  il titolo mondiale  di inseguimento  su  pista  ottenuto  dal grande  Francesco Moser  nel  1976  a Monteroni (oltre  al secondo posto  nel Mondiale su  Strada lo stesso  anno)  ed  ora  vogliono abbracciare  il nostro leader  nelle grandi  gare  a tappe Vincenzo Nibali.  Quelli   (cittadini, associazioni)  che  da  anni  si battono   ad esempio  per le piste  ciclabili  e  per un  utilizzo  maggiore (funzionale  alla salute  e alla tutela ambientale) della  bicicletta.

Dunque,  l’arrivo  a Brindisi  (finalmente…..)  del Giro,  sarà   un   "evento pazzesco”, da  considerare  in un contesto  che   sicuramente  metterà  alla prova  tutti  sotto  il profilo organizzativo, dell’ordine pubblico, della sinergia tra istituzioni, l’ Amministrazione  Comunale, federazioni sportive,  le  associazioni, le realtà  produttive. Siamo  fiduciosi .
Mettiamo  già in  agenda  questa  data,  16   maggio  2020…..
 
Ferdinando  Cocciolo   
Polo Bibliomuseale. “Il mio libro va in biblioteca - Dialogo dell’autore con l’altro da ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it