martedì 24 marzo 2020

Brindisi. Covid19. I lavoratori Ecotecnica scrivono al Prefetto

Riceviamo comunicato stampa del SUL, "Sindacato Unitario Lavoratori",  inviato  al Prefetto di Brindisi,  al Sindaco  Riccardo Rossi,  all’Assessore Gestione Rifiuti Roberta Lopalco

di seguito il testo integrale:  

Siamo in presenza di un nemico pericoloso che dobbiamo combattere tutti insieme fino in fondo per evitare che il contagio non continui a larga scala. Il Presidente del consiglio ha adottato urgenti misure su tutto il territorio nazionale. Restrizioni fatte a rallentare il contagio tra tutti i cittadini chiudendo alcune attività lavorative. Al fianco di medici, infermieri/e, forza dell’Ordine ci sono anche gli operatori ecologici, lavoratori che sono anch’essi in prima linea e quindi esposti al contagio dovendo garantire lo spazzamento, la raccolta e trasporto dei rifiuti solidi e liquidi potenzialmente contaminati. Lavoratori che devono essere tutelati con la consegna dei dispositivi di protezione. 

Così non è stato per tutti i lavoratori della società Ecotecnica a cui è stato affidato il servizio dal Comune di Brindisi. In presenza di una pandemia globale, ove tutti possono essere portatori del Virus, essendo soggetti asintomatici non si può essere indifferenti nel vedere conducenti di mezzi ed operatori ecologici che lavorano a distanza di gomito privi dei dovuti dispositivi di sicurezza. 

Ciò ha indotto alcuni lavoratori della società Ecotecnica a non effettuare la propria prestazione dovendo lavorare accanto a colleghi che, per ignoranza ed ipocrisia, non tengono conto dei numerosi appelli del Governo. Il paradosso è che la società appaltatrice per la raccolta invece di sanzionare i lavoratori che prestavano servizio senza i dispositivi di sicurezza, non curandosi della propria salute in un momento così drammatico, ha pensato bene di sospendere coloro che con senso di responsabilità e tutela dei propri cari (con patologie annesse cardiorespiratorie e con sindrome di Down) e dei colleghi, hanno pensato bene di tornare a lavoro solo in possesso dei dispositivi di protezione che fanno parte  integrante dei D.P.I. Onde evitare che accada ciò che è successo tra i lavoratori della società AMIU Bari,se le società del settore non sono in grado di far fronte al contagio COVID 19, sarebbe bene far intervenire la Protezione Civile o l’Esercito avendo sicuramente più mezzi e uomini. 

Essendo tutt’ora i lavoratori ancora sospesi dal lavoro la scrivente Sindacale chiede un Vostro attivo intervento al fine di permettere il ritorno al lavoro essendo colpevoli solo di aver voluto attenersi a quanto chiesto dal Presidente del Consiglio / Presidente della Regione e dai Sindaci.
 
 
 
Il Parco Archeologico di Santa Maria di Agnano ad Ostuni riaprirà i battenti sabato prossimo 30 maggio dalle 16 ...
informazioni utili

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it