Presentata la Scuola diocesana di formazione all’impegno sociale e politico “Libertà è partecipazione”

giovedì 23 ottobre 2008

 È stata presentata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso la sede arcivescovile di Brindisi, la Scuola diocesana di formazione all’impegno sociale e politico intitolata “Libertà è partecipazione”.


L’iniziativa, fortemente voluta dall’Arcivescovo Talucci, è promossa dalla Commissione Diocesana per la Pastorale Sociale con il contributo dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose “San Lorenzo da Brindisi”.


Il primo incontro della scuola è fissato per sabato prossimo, 25 ottobre, presso l’auditorium del Palazzo Arcivescovile di Brindisi alle ore 17.


La conferenza stampa di questa mattina è stata presieduta da Mons. Giuseppe Satriano, Vicario generale della diocesi, il quale ha affermato che quella della Scuola di formazione all’impegno socio-politico è «un’esperienza di vita ecclesiale che abbiamo già vissuto negli anni passati e che vogliamo riproporre in virtù di un percorso di Chiesa che stiamo facendo ed anche alla luce dell’invito che Benedetto XVI ha recentemente rilanciato con il discorso della sfida educativa».


«Vogliamo riproporre un percorso di consapevolezza, di sensibilizzazione e formazione sulla Dottrina Sociale cristiana – ha proseguito mons. Satriano – e quello della Scuola ci è sembrato un punto di arrivo inevitabile. Ci è parso importante coniugare i verbi libertà e responsabilità che hanno come risultato la partecipazione. Vogliamo aiutare la nostra gente – ha concluso il Vicario generale - a riscoprire il valore di una responsabilità che si incarna e che diventa partecipazione alla vita sociale e politica».


È intervenuto poi don Cosimo Posi, delegato dal Vescovo per la Pastorale Sociale: «Quella della Scuola – ha dichiarato son Posi - ci sembra un’iniziativa importante e seria, soprattutto in questo tempo complesso nel quale viviamo. Dopo diversi anni si sentiva l’urgenza e l’esigenza di riprendere questo impegno che rappresenta il risultato di una Chiesa che si interroga sui temi sociali e politici che non sono estranei al suo cammino».


Spiegando il titolo della Scuola, ha richiamato le parole del compianto vescovo di Molfetta, don Tonino Bello “Fedeli a Dio e all’uomo: cioè capaci di frequentare il cielo e la terra, la Bibbia e il giornale, la trascendenza e la storia, gli orizzonti complessivi e i cantieri della cronaca”, parole che compaiono anche nella brochure che promuove l’iniziativa.


La Scuola ha spiegato - don Cosimo Posi - «si prefigge di educare alla partecipazione socio-politica, avendo come punti ineludibili di rifermento: il Compendio della Dottrina Sociale della Chiesa, i valori della Costituzione italiana e le scienze umane. Attraverso questo percorso formativo intendiamo rivalutare il significato della politica come pratica dei valori piuttosto che come sistema di regole, nonché stimolare nei giovani la voglia di formarsi alla partecipazione e all’impegno attivo nel sociale, soprattutto in questo periodo in cui sembra dominare l’indifferenza».


Le tematiche che verranno affrontate sono racchiuse in quattro ambiti: Dottrina Sociale della Chiesa (ottobre 2008 – febbraio2009); Comunità Politica (febbraio – giugno 2009); Teorie economiche (ottobre 2009 - febbraio 2010); Nuove frontiere della coscienza credente (informazione, bioetica,  pace , salvaguardia del creato, famiglia fondata sul matrimonio…)
I destinatari della Scuola sono i laici cattolici, giovani e adulti, e le associazioni dei laici di cui, proprio quest’anno, parla l’Arcivescovo nelle sue linee pastorali. Non si guarda all’estrazione politica, né dei docenti, nè di coloro che vi parteciperanno.


Le lezioni saranno tenute dai docenti dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose, mentre, con l’aiuto di alcuni esperti, verranno approfonditi gli ambiti, aprendo questi ultimi incontri a tutti.
Ha preso infine la parola il dottor Gianpaolo Zeni, direttore della Scuola, il quale ha evidenziato come «la scuola intende svolgere un’azione di orientamento e sostegno delle coscienze, irrobustendo nei laici la volontà di costruire una città a misura di uomini, creature fatte ad immagine e somiglianza di Dio».


«La Scuola di formazione non intende creare dei professionisti della politica – ha concluso Zeni – ma, piuttosto, aiutare a vivere in pienezza la condizione di cristiani e soprattutto di cittadini».


Il materiale informativo si può trovare nelle parrocchie della diocesi e sul sito web: www.diocesibrindisiostuni.it, attraverso il quale è possibile anche fare l’iscrizione.


gio.mor.

Brindisi, 23 ottobre 2008




 

Altri articoli
Il Premio Nazionale di Narrativa «Valerio Gentile» organizzato dall’omonimo Centro Studi in ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce