martedì 15 settembre 2020

La Fondazione Dieta Mediterranea compie 10 anni. Nuovi progetti per Ostuni

La Fondazione Dieta Mediterranea, nata il 30 novembre del 2010 per volere del prof. Gaetano Crepaldi, fondatore, past president e attualmente presidente onorario, e dall’allora presidente della provincia di Brindisi, dott. Massimo Ferrarese, insieme ad un lungo parterre di illustri esponenti del mondo accademico e scientifico, delle istituzioni pubbliche e di quelle private, da ben 10 anni opera nel territorio di Ostuni.

“Assoluta rilevanza storica, artistica, culturale, tradizioni enogastronomiche e caratteristiche socio-ambientali che ricalcano l’essenza dei principi espressi dal modello Dieta Mediterranea”: sono stati questi i principali motivi che hanno indotto i fondatori ad individuare nella Città Bianca la sede nazionale della prima fondazione italiana nata per tutelare e diffondere i valori e le conoscenze del regime alimentare e comportamentale che caratterizza i popoli del Mediterraneo. La Dieta Mediterranea è universalmente riconosciuta dalla comunità scientifica come la miglior strategia per vivere una vita lunga ed in salute, capace di ridurre significativamente il rischio di patologie croniche debilitanti (cardiovascolari, tumori, diabete, obesità, malattie osteoarticolari e neurodegenerative) e di determinare un miglioramento della qualità di vita. Essa appresenta, inoltre, la soluzione ideale per la costruzione di un sistema di sviluppo sostenibile in grado di preservare l’ambiente.

L’Amministrazione Comunale ha individuato nel prestigioso Palazzo Tanzarella la sede ufficiale e di rappresentanza della Fondazione, definita all’atto della sottoscrizione notarile ed assegnata nel 2016. Le istituzioni locali hanno così voluto sancire la volontà di guardare al futuro, puntando ad uno sviluppo di qualità del territorio, che sapesse proiettare le eccellenze territoriali in un contesto geografico e culturale più ampio.

“La Fondazione Dieta Mediterranea” – dichiara il presidente, prof.ssa Stefania Maggi – “crede nella Città di Ostuni e nella sua capacità di rappresentare autorevolmente il legame tra la tradizione e la spinta all’innovazione, componenti essenziali della cultura mediterranea.

Nonostante i rallentamenti causati dal Covid-19, sono ripresi i lavori, in sintonia con il Sindaco e la compagine amministrativa, per la realizzazione di un museo della dieta mediterranea, che possa diventare il fiore all’occhiello del centro antico cittadino. Inoltre – continua la prof.ssa Maggi – le restrizioni applicate in questi mesi per favorire il contenimento del virus, stanno determinando dei cambiamenti culturali che possono evolvere in una mutazione degli stili di vita, allontanano i cittadini dal modello mediterraneo.  Per tali motivi la Fondazione è impegnata nella stesura di un programma di attività, in collaborazione con le scuole di ogni ordine e grado, che sappiano arginare tale fenomeno soprattutto nelle nuove generazioni”.

Tra le attività che la Fondazione ha promosso negli ultimi anni ha particolare rilievo il programma didattico “Mediterranean Diet Excellences”, in collaborazione con il corso di laurea magistrale in “Italian Food and Wine” dell’Università di Padova. Nel mese di dicembre è prevista la quarta edizione del programma, che ogni anno porta ad Ostuni per una settimana un gruppo di trenta studenti di diversa nazionalità, destinati a diventare nuove ed autorevoli figure professionali capaci di promuovere le eccellenze agroalimentari italiane nel mondo. Una studentessa canadese lo scorso anno, prima di ripartire da Ostuni, ha detto “Oltre alla cultura della dieta mediterranea, porteremo nei nostri paesi anche il ricordo di una città splendida e ospitale” e di questo non solo gli studenti, ma tutti i referenti della Fondazione Dieta Mediterranea e i docenti dell’Università di Padova sono immensamente grati alla cittadinanza di Ostuni.

Ufficio di Segreteria della Fondazione Dieta Mediterranea

Board FDM - (da sin a des) Domenico Rogoli, Gaetano Crepaldi, Stefania Maggi, Antonio Capurso, Angelo Faggiano
L’Ente di formazione “Pasternak s.r..l.” informa tutti i giovani disoccupati con età inferiore ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it