sabato 10 ottobre 2020

Giro d'Italia. Brindisi in festa accoglie i corridori in una “lunga volata”. Ancora una volta vince il francese Arnaud Demare

Una Brindisi  in festa ha accolto i corridori  in  una  “lunga  volata”.  Ancora  una volta  vince il francese Arnaud  Demare davanti all’ex  Campione  del Mondo Peter Sagan,  decimo  Elia  Viviani.

Via Appia, Via Tor  Pisana, Viale Commenda, Via  Tirolo, Viale  Aldo  Moro (direzione  S. Elia), Via Palmiro Togliatti. Una “lunga volata”, con  i migliori  interpreti mondiali  (tranne qualcuno), che Brindisi attendeva da molto tempo, un arrivo di  tappa del Giro d’ Italia  che, nel capoluogo messapico, mancava da ben 49 anni.  

Una “lunga volata” accompagnata dall’ entusiasmo dei brindisini, appassionati ma non solo, presenti sul percorso, ma  anche dalle loro case, “colorate di rosa”.

Matera - Brindisi, 143  km, un percorso pianeggiante (oltre che,sotto il profilo  culturale, ma non solo, binomio significativo) adatto alle ruote veloci, e tanta era
l’attesa per il nostro velocista più forte, Elia Viviani, tra i favoriti, insieme al già  vincitore per ben due volte Arnaud Demare, il tre volte Campione del  Mondo e  maglia  ciclamino Peter Sagan, il colombiano Fernando Gaviria.

Ma buona parte della tappa, soprattutto nella parte  iniziale, è  stata  caratterizzata  dal forte  vento che, inevitabilmente, si è spezzato in più tronconi, vicini tra loro. Un gruppo di  fuggitivi,  ad inseguire  circa trenta  unità, tra cui la  maglia rosa Almeida.

Al  km 41, dopo  il ricongiungimento,  il gruppo della maglia rosa viaggia con 12  secondi sul gruppo in cui  è  presente  Pippo  Ganna, a  47  secondi un  altro troncone  con Yates e  Pozzovivo. 

Insomma, una  prima  parte di corsa  contraddistinta da frazionamenti, ventagli, e  cadute, con una  ai meno 45 dall’ arrivo e una  media oraria dopo due ore di corsa  già  significativa: 50, 650.

Una tappa non facile, sino  all’ultimo chilometro– triangolo rosso, dove il gruppo, compatto, si  prepara per la volata, con Consonni  che  fa da  “apripista” per un Elia  Viviani che sembra non ancora al meglio della forma.

Il  sogno degli appassionati  brindisini  è quello di vedere vittorioso un italiano, ma, alla fine, è lotta  tra  i più forti, sinora, nel panorama dei velocisti  in questo  Giro,  Arnaud  Demare, Peter Sagan,  Michael  Matthews.

I primi tre in  un  “ordine d’arrivo regale“ che  vede quattro nostri corridori tra  i primi  dieci,  Davide  Ballerini  (settimo), Enrico Battaglin  (ottavo), Filippo Fiorelli (nono), Elia Viviani (decimo). Ma il più forte è ancora lui, il francese Arnaud Demare, che al  momento  appare proprio imbattibile.

La classifica generale del Girod’Italian.103 vede ancora in maglia rosa il portoghese Almeida, con  Vincenzo Nibali quinto (a 1:01) e Domenico Pozzovivo sesto  (a 1:05), in  una giornata che, certamente, rimarrà indimenticabile per la città,il territorio, la comunità  brindisina.

Ordine  d’ arrivo settima  tappa  Giro d’ Italia  Matera – Brindisi .
 1) Arnaud  Demare (Groupama  - FDJ) 
 2) Peter Sagan (Bora  Hansgrohe) 
 3) Michael Matthews (Team  Sunweb) 
 4) Ben Swift (Ineos) 
 5) Alvaro Hodeg (Deucenink  Quick   Step) 
 6) Rudy Barbier (Israel   Start – Up   Nation)   
 7) Davide Ballerini (Deucenink    Quick  Step) 
 8) Enrico Battaglin (Bahrain   Mclaren) 
 9) Filippo Fiorelli (Bardiani) 
10) Elia Viviani (Cofidis)

Foto: Stefano Albanese
 
 
 
 
 

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it