Bawer Matera 99 Ital Green Energy Ostuni 90

lunedì 27 ottobre 2008

Mah!?! E’ l’espressione che più spontaneamente ci esce dalla bocca e dalla mente questa sera, a noi che, pur avendo il compito di raccontare una partita, siamo chiaramente di fede giallo blu.


Non riusciamo a capire, abituati da anni ad una Ital Green Energy attenta alla difesa e a limitare i punti  di forza degli avversari, come si può cedere alla straripante partita di un uomo solo, Valerio Corvino, o al massimo due, se consideriamo una altrettanto ottima  prestazione di Ferrienti. E non solo per i punti, naturalmente, ma per la facilità con la quale questi due hanno dominato il campo in lungo e in largo.


Aver saputo chiudere il primo quarto in vantaggio, ma sul punteggio di 30 a 33, e poi aver tenuto botta anche nel secondo, ma sul punteggio, spropositato, di 55 a 57, non attenua il dubbio, anzi lo rafforza, di una partita approcciata proprio male, giocata peggio.


Palle perse Ostuni: 18. Ulteriore conferma del dubbio. Percentuali al tiro del Matera: fra il 40% e il 100% (Cortese), con in mezzo il 63% di Corvino e il 64% di Ferrienti. Più che un dubbio ormai è certezza che la Ital Green Energy non era quella che vogliamo; che il fattore campo è troppo condizionante per una squadra che ancora non matura una personalità e una voglia di vincere adeguate ad un campionato di questo livello.


Dopo il festival del “tira che entra” dei primi due quarti, il terzo periodo si presenta più complesso, con più attenzione alla difesa. Per buona metà del tempo il punteggio rimane in equilibrio. Quando il Matera ritorna a trovare la via del canestro, gli uomini di Putignano cominciano a sbagliare (palle perse e canestri mancati) e si subisce il break che non sarà più recuperato.


Il  quarto periodo non dice niente di nuovo. Avenia e compagni ci provano pure, fino agli ultimi due minuti, ma la frittata era fatta. Pretendere di ribaltare le percentuali al tiro e il numero degli errori sembra velleitario. Corvino non avrebbe mai permesso di rovinare una serata da incorniciare. Il quarto periodo è servito a Corvino per  affondare la lama nel corpo sanguinante di una modesta Ital Green Energy, troppo modesta per essere quella vera.


Poche squadre possono permettersi di portare centinaia  e centinaia di tifosi a 100 km di distanza. Matera sarà pure bella e, vedere i sassi, mangiar bene e vedere la propria squadra, sarà stata occasione ghiotta per numerose intere famiglie ostunesi.


Bello spettacolo di pubblico quindi al PalaSassi. Con un intero settore di pubblico giallo blu, che ha nutrito la speranza della vittoria fin quasi alla fine. Tifosi che meritavano di poter festeggiare una vittoria fuori casa, su un campo dove il pubblico materano ha dimostrato ospitalità e correttezza.


BAWER MATERA: Corvino 35, Sottana 2, Gergati 5, Cortese 12, Ferrienti 25, Squeo n.e., Maggioni 10, Giuliani 4, Vinciguerra n.e., Dacic 6. Coach Miriello.


ITAL GREEN ENERGY OSTUNI: Negri 2, Gentile 3, Morena 27, Selicato n.e., Romao 8, Labella 19, Caloia, Camata 2, Avenia 22, Bonessio 7. Coach Putignano


Parziali: 30-33, 57-55, 74-62.


ITAL GREEN ENERGY BASKET OSTUNI


Altri articoli
"La candidatura della città di Brindisi a Capitale italiana della Cultura 2027 rappresenta l’ambizione di ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce