RECOVERY PLAN, D’ATTIS (F.I.): PER PORTO DI BRINDISI CHIEDO LA NOMINA DI UN COMMISSARIO STRAORDINARIO PER CASSA DI COLMATA E CAPOBIANCO

giovedì 21 gennaio 2021
Il porto di Brindisi continua a far registrare notevoli ritardi nel completamento infrastrutturale che consentirebbe un reinserimento nei traffici commerciali del Mediterraneo. Un ritardo dovuto a complessi iter burocratici, così come a ben individuabili atteggiamenti ostruzionistici. 

Due infrastrutture, in particolare, risentono di tale situazione: la cassa di colmata e il banchinamento di Capobianco. Si tratta di opere che rientrano nella programmazione del Recovery Plan e per le quali è necessaria la nomina di un commissario straordinario, così come già previsto per le principali opere programmate dal Governo per i prossimi anni. E’ l’unico sistema per evitare che anche questa volta vadano in fumo finanziamenti e speranze di rinascita del porto di Brindisi. 
Lo afferma il parlamentare brindisino Mauro D’Attis (F.I.).
Altri articoli
FASANO –Interessante convegno, tenuto a Palazzo di Città, sul Parco archeologico di Egnazia, organizzato ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce