venerdì 17 settembre 2021

Progetto Policoro. Importante convegno organizzato nei giorni scorsi presso Palazzo Virgilio

IL  Progetto  Policoro - Fondazione di Comunità -  elemento  fondante  nel territorio  brindisino della solidarietà e della  sinergia  con la comunità, le associazioni, il mondo del volontariato.  Importante convegno organizzato nei giorni scorsi presso Palazzo Virgilio a Brindisi, organizzato da Inner Wheel Brindisi Porta D’Oriente,  con l’ intervento – relazione di  Don Mimmo  Roma.

Le realtà, le comunità ecclesiali, ormai, attraverso iniziative e progettualità ampiamente condivise, danno un contributo alla crescita, allo sviluppo  della società, della comunità, al sostegno  alle famiglie in difficoltà, alla povertà.

E’ Il caso dell’ Arcidiocesi Brindisi – Ostuni, dell’Ufficio Pastorale ben guidato da Don Mimmo  Roma, che già da diversi anni  hanno  messo in  campo un progetto – percorso virtuoso, il Progetto  Policoro- Fondazione di Comunità.  Un percorso, avviato in sinergia con l’ Amministrazione  Comunale di Brindisi, le  altre amministrazioni e istituzioni del territorio, enti, organizzazioni datoriali  e sindacali,  la Caritas, che vuole entrare dentro le istanze della comunità, facendo della solidarietà un elemento fondante e irrinunciabile.

Un grande “contenitore”, di cui tanto si continua a parlare, perché, al di  là del periodo temporale,  è ancora in evoluzione, deve essere ancora “abbeverato” di  ulteriori sostegni, compimento e finanziamenti  dei diversi progetti.

Di  questo, della grande sinergia  che l’ Arcidiocesi  brindisina e l’ Ufficio  Pastorale  stanno  mettendo  in campo anche con le associazioni e il mondo del volontariato, si  è  parlato nei giorni scorsi  nel corso di  un’ iniziativa organizzata  presso  Hotel  Palazzo  Virgilio a Brindisi da  Inner   Wheel  Brindisi Porta   d’ Oriente. 

L’ iniziativa  è stata coordinata e moderata  dalla Presidente Inner Wheel Brindisi  Aloisia  Lamberti (da sempre molto attenta alle problematiche  del territorio  e a tutte le iniziative di solidarietà per la comunità), con  la significativa  relazione di  Don  Mimmo  Roma.

Don Mimmo Roma, che  ha in sostanza fatto un po’ di cronistoria della nascita del progetto,illustrato tutte le iniziative già messe in campo per combattere la disoccupazione giovanile, l’auspicio finale per una maggiore collaborazione (nel consolidamento del percorso) appunto  con le associazioni  e  il mondo del volontariato.

Don MIMMO, uno che  sin dall’ inizio ha creduto  nell’ importanza e impatto di una Fondazione di Comunità, ha sempre stretto  rapporti di collaborazione  e sinergia  con il mondo istituzionale  e con chiunque  è convinto  della bontà  di un progetto che 
“cammina  velocemente “.

Basta  fare un esempio.  Il  Progetto  Policoro   accompagna  i giovani  nella creazione d’ impresa, attraverso  accordi già stipulati  con alcune realtà bancarie del territorio.
Ma si può fare molto altro, se davvero la comunità, in tutte le sue realtà e componenti,  consolidasse con più amore e convinzione il proprio sostegno, la determinazione  nell’ imbastire ogni iniziativa che davvero può aiutare i poveri, i giovani, le famiglie in difficoltà, chi  vuole ritrovare un posto di lavoro. 

E’  questo l’ appello  avanzato da  Don   Mimmo  Roma, supportato da Aloisia  Lamberti  e la partecipazione dei cittadini,  in una serata certamente da non dimenticare, a cui si deve dare seguito . 
E questo  documento  dice  tutto  ……     

Articolo  di Ferdinando  Cocciolo  . 


Il Progetto Policoro in Puglia: segnale concreto di rinnovamento e di speranza di una comunità cristiana che ha per protagonisti i giovani pugliesi.

I Vescovi italiani, nel Documento “Per un paese solidale. Chiesa italiana e Mezzogiorno” 
(21 febbraio 2010), nel secondo capitolo dal titolo “Coltivare la speranza”, hanno dedicato un intero paragrafo al Progetto Policoro (punto 12 “Un esempio: il Progetto Policoro”). In premessa a questa relazione, riportiamo integralmente ciò che scrivono i Vescovi italiani in questo prezioso documento:

“Tra i segnali concreti di rinnovamento e di speranza che hanno per protagonisti i giovani, vogliamo citare in particolare per tutti il “Progetto Policoro”, avviato dall’incontro dei rappresentanti delle diocesi di Calabria, Basilicata e Puglia, a cui si unirono successivamente le diocesi di Campania, Sicilia, Abruzzo-Molise e Sardegna, con l’intento di affrontare il problema della disoccupazione giovanile, attivando iniziative di formazione a una nuova cultura del lavoro, promuovendo e sostenendo l’imprenditorialità giovanile e costruendo rapporti di reciprocità e sostegno tra le Chiese del Nord e quelle del Sud, potendo contare sulla fattiva collaborazione di aggregazioni laicali che si ispirano all’insegnamento sociale della Chiesa. 

Il “Progetto Policoro” costituisce una nuova forma di solidarietà e condivisione, che cerca di contrastare la disoccupazione, l’usura, lo sfruttamento minorile e il “lavoro nero”. I suoi esiti sono incoraggianti per il numero di diocesi coinvolte e di imprese sorte, per lo più cooperative, alcune delle quali lavorano con terreni e beni sottratti alla mafia. Il Progetto rappresenta uno spazio di evangelizzazione, formazione e promozione umana per sperimentare soluzioni inedite al problema della disoccupazione. Così le nostre comunità ecclesiali investono sulle capacità dei giovani di promuovere un autentico sviluppo e di dare una testimonianza cristiana caratterizzata dalla solidarietà e dal rispetto della legalità. Esso ha una finalità essenzialmente educativa: ha reso possibile la formazione di animatori di comunità e ha promosso iniziative di scambio e forme di reciprocità. Come tale, costituisce un modello e uno stimolo a promuovere iniziative analoghe. 

Del resto, non mancano certo esperienze di carattere locale e non solo in ambito lavorativo, suscitate e sostenute dalle Caritas diocesane, nella forma di organizzazioni di volontariato e di centri di accoglienza per immigrati”.
 
Il 12 ottobre presso la Sala Convegni dell’Archivio di Stato di Roma si è svolta la cerimonia di ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it