giovedì 19 maggio 2022

Concorsi di progettazione finanziati con DPCM 17/12/2021. Intervento dell'Ordine degli Architetti

Concorsi di progettazione finanziati con DPCM 17/12/2021, con risorse in capo al“Fondo concorsi progettazione e idee per la coesione territoriale” di cui all’art.6 quater del decreto-legge n. 91 del 2017, introdotto dall’art. 12, comma 1, lett. a) del DL 121/2021, convertito in legge 156/2021.

Questo Ordine, proseguendo in un’azione di manifestazione di disponibilità nei confronti delle pubbliche amministrazioni che ne hanno titolo e a favore della categoria rappresentata, ha trasmesso alle stazioni appaltanti interessate il testo dell’art. 12 del DL 121/202 e del successivo DPCM del 17/12/2021, con il quale si indica come si possa utilizzare un Fondo di rotazione con cui finanziare una serie di concorsi di progettazione.

L’obiettivo è quello di offrire agli enti beneficiari l’opportunità di acquisire progetti di qualità, utili per accedere alla programmazione 2021/2027 dei fondi strutturali e del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e per partecipare ai bandi attuativi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

I bandi dei concorsi in oggetto dovranno essere pubblicati entro la data del prossimo 18 agosto e dovranno essere finalizzati all’acquisizione di progetti coerenti o complementari innanzi tutto rispetto agli obiettivi individuati dalla programmazione del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2021-2027, nell’ambito della ripresa e resilienza (transizione verde; trasformazione digitale; crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, che comprenda coesione economica, occupazione, produttività, competitività, ricerca, sviluppo e innovazione e un mercato interno ben funzionante con PMI forti; coesione sociale e territoriale; salute e resilienza economica, sociale e istituzionale, al fine, fra l'altro, di rafforzare la capacità dirisposta e la preparazione alle crisi, politiche per la prossima generazione, l’infanzia e i giovani, come l'istruzione e le competenze).

Le risorse richieste, disposte dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, dovranno essere utilizzate per finanziare il montepremi dei concorsi, i corrispettivi relativi al progetto di fattibilità tecnica ed economica, eventuali spese per rilievi, indagini, pubblicazione dei bandi, imposte, tasse, compensi dei componenti delle commissioni, incentivi in capo al RUP (e supporto al RUP) per attività tecnico amministrative di rito e per la redazione del documento di indirizzo della progettazione (DIP).

Le misure finanziarie a disposizione, le esigenze degli enti locali e le dinamiche del mercato impongono il ricorso allo strumento del concorso di progettazione per la realizzazione di interventi strategici, rilanciando la qualità dell’architettura al centro dei processi di sviluppo socio-economici
del territorio.

Consapevole che, in modo del tutto sinergico, alle pubbliche amministrazioni spettino le politiche di programmazione e controllo e alle libere professioni le fasi di progettazione e direzione dei lavori, questo Ordine ha manifestato e conferma la più ampia disponibilità a sostenere tecnicamente, anche previa la sottoscrizione di apposito protocollo di intesa, gli enti beneficiari impegnati a bandire i concorsi in oggetto, mettendo a disposizione i bandi tipo e la piattaforma informatica del CNAPPC, su cui i concorsi si svolgono velocemente e con ampia garanzia di anonimato.

Lo scopo è quello di incrementare il parco progetti delle stazioni appaltanti, così da potere partecipare ai bandi finanziati con fondi strutturali europei. Il fondo, a regime, si autoalimenterebbe con le somme recuperate dalle amministrazioni aggiudicatrici dal finanziamento dei lavori e dai ribassi di gara.

Può essere un primo contributo anche per rimuovere gli ostacoli e le criticità che si stanno via via presentando, quale la forte burocratizzazione e la eccessiva complessità delle regole e delle procedure, che, spesso, introducono forme di disincentivazione all’interno di una manovra di inedite proporzioni, che si prefigge lo scopo di rimuovere ritardi determinati dalla emergenza pandemica e squilibri consolidati e preesistenti.

La collaborazione dell’Ordine sarà anche sostanziata, a breve, attraverso momenti qualificati di confronto e di formazione, aperti non solo al mondo delle professioni.
 
Parte la seconda residenza del progetto Appia 2030 per la progettazione di spazi creativi lungo la Via Appia ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it