martedì 4 ottobre 2022

Crisi energia: Lippolis (Confindustria Brindisi): necessario intervento del Governo per misure nazionali

 

"Le imprese stanno già subendo in modo estremamente pesante gli effetti della crisi energetica, con una perdita di competitività che rischia di diventare irreversibile. Come più volte ribadito dal nostro presidente Di Confindustria Carlo Bonomi, tale crisi comporterà per le imprese un extra costo di 40 miliardi di euro. Dopo la decisione del governo tedesco di intervenire a sostegno delle imprese con 200 miliardi di euro per contrastare aumento dei costi, ci aspettiamo un intervento altrettanto deciso da parte del governo italiano. Un supporto del genere rischia di mettere le aziende italiane in condizione di non poter competere con i nostri concorrenti tedeschi 

L’industria localizzata nel capoluogo e nella provincia – come in tutto il Paese –  affronta le crescenti e drammatiche difficoltà legate all’elevato costo dell’energia, alla carenza di semilavorati e al conseguente rallentamento della domanda di beni prodotti localmente.

Si ritengono urgenti, pertanto, misure del governo di valenza nazionale per fronteggiare le emergenze, unitamente con interventi organici della Regione e degli Enti locali per quanto di rispettiva competenza.  

Energia, chimica di base e chimica fine, aeronautica, agroalimentare, edilizia restano i settori trainanti che andranno difesi e rafforzati nei loro impianti maggiori e nel loro indotto.

Ci aspettiamo efficaci misure di politica industriale coerenti con l’apparato manifatturiero insediato sul territorio.

La presenza a Brindisi della Zona Economica Speciale e della Zona Franca Doganale, due strumenti fondamentali per attrarre investimenti, potrà agevolare nuovi insediamenti attraverso iter autorizzativi più snelli e veloci.

Sull’area di Brindisi sono previsti investimenti di importanti aziende associate a Confindustria Brindisi per un totale di 3,5 miliardi di euro nei prossimi anni. Le aziende in prima linea che avranno un ruolo chiave nello sviluppo del territorio sono realtà come Enel, Eni, A2A, GE AVIO, Edison, Jindall, Chemgas-Sapio, Falck Renewables.

Alcuni di questi investimenti sono legati a procedure autorizzative ancora in corso ma sono fiducioso.

Brindisi e il territorio provinciale, inoltre, costituiscono un’area cerniera fra il sud del Salento, l’area industriale tarantina ad ovest e la Città metropolitana di Bari a nord. Le grandi infrastrutture locali – porto, aeroporto, ferrovia lungo la linea adriatica – rappresentano snodi di importanza nazionale ed internazionale che dovranno essere potenziati per favorire lo sviluppo e il rilancio dell’intero territorio, anche dal punto di vista turistico.

Va affrontato con la massima urgenza il problema dell’abnorme costo dell’energia, che sta già costringendo importanti aziende energivore del nostro territorio a sospendere o cessare l’attività produttiva, collocando il personale in cassa integrazione. C’è il rischio di uno tsunami dell’intero sistema manifatturiero, che va assolutamente scongiurato. Su questo tema ci aspettiamo dal Governo Draghi uno sforzo risolutivo .

Il nuovo Governo dovrebbe affrontare con la massima determinazione le emergenze del Paese, in primis, quelle legate alla già citata situazione energetica che sta provocando notevoli disagi all’intero sistema produttivo, in aggiunta alle difficoltà di acquisizione della materia prima il cui prezzo è aumentato in misura abnorme.

 

Ritirando il premio il regista Dario di Viesto ha ringraziato tutto il cast capace di realizzare un lavoro ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it