Liste d’attesa e carenza di medici: "si rischia di chiudere".

lunedì 17 ottobre 2022
Stamattina, Lunedì 17 Ottobre, il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Brindisi, Arturo Oliva, ha lanciato un forte allarme, partecipando all'audizione della commisisone Sanità Regione Puglia.

Denuncia Oliva: “E’ una situazione insostenibile che non garantisce il diritto alla salute al cittadino e mina la professionalità dei medici la mancata convocazione degli organi di controllo previsti ed istituiti dalla legge.
Ogni direttore generale di una Asl dovrebbe prevedere un piano di alternative che sia in grado di garantire i tempi di esecuzione degli esami richiesti dei percorsi di tutela che nella nostra provincia non sono efficaci”. ed ancora:

“Ad oggi il Piano non viene rispettato Eppure la legge è chiara. L’azienda ha la possibilità di chiedere ai propri dipendenti solo trenta minuti delle quattro ore non assistenziali per l’adempimento delle liste d’attesa, in realtà i medici superano di gran lunga l’orario dovuto.
Non solo, non viene attivato alcun organo di controllo, nonostante sia previsto per legge. Non vengono convocati né i Comitati Paritetici Aziendali e né le organizzazioni cittadine che in questo caso potrebbero smascherare le mancanze”.

Va ricordato infatti che il Governo ha un Piano Nazionale delle Liste di Attesa per cui ogni Regione dovrebbe aver realizzato un Piano Regionale al quale le Asl si devono attenere,ed in ogni Asl , secondo L.R. n. 13/2019, deve essereci il Responsabile unico aziendale delle liste d’attesa (RULA).
Se per una prestazione specialistica verrà superato il tempo massimo di attesa previsto per legge il paziente potrà andare in una struttura privata convenzionata, senza costi aggiuntivi al netto del ticket dovuto.

L'amministratore delegato dell'Azienda sanitaria locale ha il compito di mantenere gli impegni presi per risolvere gravi problemi di lista d'attesa.
Ma non è così nella provincia di Brindisi e gli ospedali continuano ad essere i principali fornitori di servizi ambulatoriali a scapito dei pazienti che soffrono di liste d'attesa molto lunghe e i cui medici sono attualmente in difficoltà.

In più abbiamo la pericolosa carenza dei medici a causa della quale i Pronto Soccorsi e i vari Dipartimenti sono a serio rischio chiusua.

Riferisce infine, Oliva “Venerdì scorso a questo proposito abbiamo incontrato il Prefetto di Brindisi sua eccellenza messa al corrente della grave crisi ha invitato il direttore generale della Asl di Brindisi a ricorrere a tutti provvedimenti necessari di cui dispone in base alla legge. In questo momento non si possono chiedere ulteriori sacrifici ai medici che tra l’altro, rinunciando anche alle ferie, lavorano oltre orario”.

Altri articoli
MESAGNE  -  Si preannuncia «caldo» di prenotazioni il primo fine settimana di giugno, successivo ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce