sabato 22 ottobre 2022

Famiglia di Canadesi truffa casa vacanze a Ceglie Messapica. e non è la prima volta.

 La vittima della truffa è Antonella Tixi, proprietaria della casa vacanza  "Casa Lavanda".

La coppia canadese,  marito, moglie e la loro bambina si sono accordati per trascorrere alcuni mesi in una villa in campagna a Ceglie Messapica, da settembre 2021 al maggio 2022 .

La proprietaria, Antonella Tixi, originaria di Genova ma che da tanti anni ha deciso di vivere nella città messapica, li ha accolti con tanto entusiasmo; peccato però che dopo mesi la famiglia è sparita senza lasciare traccia tranne un messaggio su whatsapp dove dicevano di essere tornati in Canada. Ovviamente non avevano saldato il conto.

Antonella Tixi che ha presentato denuncia ai carabinieri e alla procura della Repubblica, scrive su Facebook:"Dopo mesi di angoscia e disastri vari provocati da loro e dai loro cani i signori sono letteralmente scappati lasciando un debito enorme per affitti non pagati e spese non saldate. Sono canadesi (lui canadese/inglese, lei canadese/croata) e mai mi perdonerò il fatto di non aver chiesto maggiori garanzie a causa di quel passaporto che sembrava essere garanzia di civiltà."

 Inoltre, Antonella Tixi ha scoperto altre truffe dalla stessa coppia nella zona tra Martano e Carpignano ai danni di altre case vacanze: "Hanno lasciato la stessa scia di debiti, scuola privata della figlia dove non avevano mai pagato le rette, danni provocati e mai risarciti. Ora sono nuovamente scappati, dalla nuova casa dove si erano trasferiti da Ceglie, e siamo a minimo quattro persone imbrogliate e fregate dalla coppia. Ovviamente hanno di nuovo dichiarato di essere tornati in Canada. Non è vero, sono certa che siano di nuovo pronti a fregare altri. Purtroppo madre e figlia hanno smesso di frequentare la palestra dove si allenavano e questa volta rintracciarli sarà un'impresa titanica. Lui è capace di organizzare uno schema criminale che fuziona, che non lascia respiro alla moglie e soprattutto una bimba che non frequenta scuole, che ogni sette mesi molla tutto e non ha una socialità giusta, insomma un abusatore vero che costringe a una vita di fughe continue una donna forse vittima complice ma, soprattutto, una bambina."

"Non posso legalmente pubblicare qui i loro nomi - conclude la proprietaria truffata - ma chiedo alle mie amiche e amici pugliesi di contattarmi in privato per avere altri dettagli. Vanno fermati, continuano a delinquere impuniti e la storia è molto probabilmente cominciata già nella zona di Como a partire dal 2019. E non aggiungo altro sul senso di frustrazione perché sperare in una soluzione giusta e legale di una truffa subita sembra essere impossibile, ma vanno fermati. A chiunque mi legga, in Puglia, per favore contattatemi. Ce la possiamo fare e soprattutto c'è una bambina che ha bisogno di aiuto."

 “Dio è morto e neanch’io mi sento tanto bene” è il titolo del nuovo spettacolo ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it