Omicidio di Giampiero Carvone, la Dda di Lecce chiude le indagini

venerdì 2 dicembre 2022
La Dda di Lecce ha emanato l’avviso di conclusione delle indagini per l'omicidio di Giampiero Carvone, avvenuto la notte del 10 settembre 2019 al rione Perrino, a Brindisi, davanti casa.
Carvone fu colpito alla testa da un proiettile. 
Il padre lo soccorse immediatamente, ma il giovane morì qualche ora dopo presso l'ospedale Perrino di Brindisi.

Il gip nell'ordinanza di custodia cautelare scrive: "Giampiero Carvone muore a causa di un furto d'auto e del successivo danneggiamento della stessa dovuto ad un sinistro stradale, furto perpetrato in danno di persone 'sbagliate'; ma muore fondamentalmente per avere fatto l''infame', avendo riferito ad un uomo di spessore, assai temuto, i nomi dei suoi complici nel furto, tra cui proprio l'odierno indagato".

Il 4 novembre scorso si è svolto l'incidente probatorio, con l'ascolto della testimone chiave nel caso, la ragazza che con le sue rivelazioni ha impresso una svolta alle indagini. Nell'aula bunker del carcere di Borgo San Nicola, a Lecce, in videoconferenza, la ragazza ha confermato le accuse mosse nei confronti di Ferrarese. Quest’ultimo avrebbe dato come alibi che al momento dell’omicidio lui si trovava in casa della ragazza, ma si trattava di un falso alibi, che proprio Ferrarese le avrebbe chiesto di confermare nel caso di interrogatori, come si evince dall'ordinanza.

Si legge nell'ordinanza di custodia cautelare emessa dopo l'interrogatorio della ragazza,consegnando "agli inquirenti  una verità in grado di resistere a qualunque prova di forza, dimostrando grande coraggio e un profondo senso di giustizia". "La circostanza che ella fosse a conoscenza della dinamica per averla appresa dall'autore del grave fatto di sangue - si legge ancora nel provvedimento restrittivo - emerge dalla perfetta coincidenza tra le modalità della dinamica dell'omicidio raccontata (dalla teste, ndr) e la ricostruzione operata nella consulenza tecnica". La stessa inoltre "sconfessa, in più sedi, in maniera logica e coerente, il falso alibi che Ferrarese aveva fornito agli inquirenti in ordine al luogo in cui fosse mentre il suo amico veniva colpito a morte".

Altri articoli
BRINDISI - Nella mattinata di oggi, lunedì 20 maggio, presso la Sala della Colonna di Palazzo Granafei Nervegna, ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce