martedì 29 gennaio 2008

Pensieri in liberta’. La politica dei parolai

Brindisi, 29 gennaio 2008.  La nostra città sta vivendo un periodo che si potrebbe definire di completa assenza di una vera politica, di quella politica che produce fatti  non parole.  Un attento lettore della stampa quotidiana si accorge, senza ombra di dubbio, della assoluta mancanza di atti concreti mentre, quotidianamente, leggiamo di verifiche, di roboanti discorsi programmatici. Viviamo all’insegna di frasi quali “nuovo modello di sviluppo”, “città d’acqua”, e chi più ne ha più ne metta.


Vediamo di analizzare il famoso e tanto declamato nuovo modello di sviluppo:


- queste tre parole nascondono il vuoto del nulla in quanto a tale affermazione non ha mai fatto seguito un elaborato programma che possa far comprendere cosa esso significhi.


- dalla sua enunciazione non si è mai dato seguito al previsto e necessario corollario di azioni che potessero portare a compimento il suo profondo significato operativo o, quanto meno, le vie che avrebbe percorso il necessario iter realizzativo.


Passiamo ora alla città d’acqua:


- altra meravigliosa visione di una ipotetica metropoli che non si fonde, assolutamente, con la nostra città. L’affollata conferenza illustrativa di un grandioso progetto, redatto da un valente architetto spagnolo, non ha avuto mai seguito se non in quei ripetuti richiami presenti nei tanti bei discorsi tenuti, a turno, dai nostri politici. Di quel convegno si può tener conto che, allora, uno degli intervenuti di maggior spicco, l’Onorevole Miccichè, fece presente che i fondi c’erano ma che, alle parole, dovevano seguire i fatti. Fu facile profeta perché le parole rimasero tali e di fatti non se ne sono visti.


Rimane il fatto che Brindisi è una città d’acqua solo perché, quando piove, le strade fanno impallidire le migliori fiumare calabresi.


Esaminati i due casi più eclatanti possiamo mettere in atto una ricerca di qualche atto, di qualche intenzione che le nostre Amministrazioni abbiano posto in essere nel tentativo di arrestare o, quanto meno ritardare quel lento degrado, quell’inarrestabile scivolamento verso un profondo baratro che contraddistingue la vita cittadina.


I problemi più grossi, quelli dell’occupazione, del decoro cittadino, di un porto desolato, di un aeroporto sottoimpiegato, sono oggetto di tanti, ripetitivi e noiosi convegni ma fatti concreti, tentativi di risoluzione difficilmente se ne vedono.


Siamo subissati di parole, di roboanti proclami, di annunci di accordi a tutti i livelli ma rimane, solo, una amara constatazione, non c’è mai un fatto concreto, una qualunque cosa della quale si possa dire che ci sta muovendo verso una direzione migliore.


Signori politici, invece di essere continuamente assillati da verifiche, da richieste di visibilità, da continui cambi di casacca, potreste, qualche volta, dirigere il vostro sguardo verso la città e cercare di mettere un maggiore impegno per una risoluzione di quelle problematiche che attanagliano i vostri concittadini, che combattono con la quotidianità e con il tentativo di sbarcare il lunario?


Franco Palma  presidente

 NUOVO TEATRO VERDI: LA STAGIONE DELLA RINASCITA Il Teatro non è come la vita,  il Teatro ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it