AGGIORNAMENTO Omicidio Stasi: le fidanzate degli accusati dell’omicidio respingono le accuse davanti al GIP

giovedì 25 maggio 2023

Le fidanzate degli accusati dell’omicidio di Paolo Stasi respingono le accuse davanti al GIP

Con profondo rammarico e triste rassegnazione, si è dovuto constatare che le giovani Marirosa Mascia, di 25 anni, e Sara Canovari, di 20 anni, fidanzate rispettivamente con Luigi Borracino e Cristian Candita, hanno rigettato l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. “La droga l’avevamo solo per uso personale”.

Le due ragazze, una delle quali confinata ai domiciliari e l'altra costretta ad una limitazione di residenza, hanno risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, Vittorio Testi, assistite entrambe dall'avvocato Michele Fino.

Riguardo agli altri aspetti dell'inchiesta, hanno dichiarato di non essere al corrente di nulla, compreso l'omicidio del giovane Paolo Stasi, avvenuto il pomeriggio del 9 novembre scorso, davanti all'ingresso della sua abitazione in via Occhibianchi, a Francavilla Fontana. Secondo gli inquirenti, come riportato nell'ordinanza, le due ragazze avrebbero aiutato i rispettivi fidanzati nell'attività di spaccio di droga, continuando tale attività anche dopo il crimine, nonostante Borracino e Candita fossero a conoscenza di essere nel mirino degli investigatori. Anche il 20enne Pasquale Moldavio, sottoposto a restrizione di residenza, è stato interrogato dal giudice. Si ritiene che, dopo la morte di Stasi, egli abbia preso il suo posto come custode della droga.

Il giovane, anch'egli assistito dall'avvocato Fino, ha scelto di avvalersi del diritto di non rispondere. Moldavio è stato interrogato sia per la convalida dell'arresto in flagranza di reato, effettuato lo scorso lunedì durante una perquisizione domiciliare, sia per il processo di garanzia.

Nel frattempo, domani mattina, venerdì 26 maggio, è previsto il secondo interrogatorio di garanzia per Luigi Borracino davanti al giudice del Tribunale dei minorenni di Lecce, Paola Liaci, in relazione all'accusa di omicidio volontario in concorso.

È importante sottolineare che il ragazzo era ancora minorenne al momento del delitto.
________________________________

Borracino e Candita si avvalgono della facoltà di non rispondere.


Luigi Borracino, 18 anni, e Cristian Candita, 21, arrestati lunedì scorso nell'ambito delle indagini per l'omcidio del 19enne Paolo Stasi, ucciso il 9 novembre 2022 a Francavilla Fontana, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere davanti al gip del Tribunale di Brindisi.

Borracino, che all'epoca dei fatti era  minorenne, è comparso davanti al giudice per l'udienza preliminare davanti al gip Vittorio Testi per rispondere all'accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, reati commessi dopo essere diventato maggiorenne.

Venerdì, davanti al giudice per l'udienza preliminare del Tribunale per i minori di Lecce, si terrà l'interrogatorio di garanzia riguardante l'accusa di omicidio volontario di Stasi nei confronti del diciottenne Borracino. L'imputato è difeso dall'avvocato Leonardo Andriulo.

Anche Candita, assistito dall'avvocato Michele Fino, oggi non ha risposto alle domande del giudice per l'udienza preliminare. Oltre all'accusa di omicidio volontario in concorso, è anche accusato di detenzione ai fini di spaccio.

 

 

Altri articoli
BRINDISI - Nella mattinata di oggi, lunedì 20 maggio, presso la Sala della Colonna di Palazzo Granafei Nervegna, ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce