Arrivati i 299 migranti nel porto di Brindisi con la nave Open Arms. A bordo anche donne incinte

domenica 9 luglio 2023


La nave Open Arms è approdata oggi, Domenica 9 luglio, al porto di Brindisi, portando con sé cinque bambini piccoli.

Tra le 299 persone a bordo della nave, ci sono anche 23 donne, alcune delle quali in gravidanza, e 186 uomini. Dei 90 minori presenti, ben 84 non sono accompagnati.

Attraverso i canali ufficiali, l'organizzazione non governativa comunica: "Tra di loro c'è una bambina proveniente dal Camerun che viaggia con i genitori, un bambino di cinque anni che viaggia con la madre dal Benin e due fratelli provenienti dalla Costa d'Avorio con la madre".

 Inoltre, c'è anche un dodicenne, vestito d'azzurro e completamente solo.

 Ha perso sua sorella in un campo di ulivi a Tunisi, mentre venivano inseguiti dalla polizia e sono stati costretti a separarsi.

 Non sa dove si trovi adesso. L'ONG sottolinea: "Per tutti i bambini i cui diritti sono violati, siamo in mare".

I migranti provengono da diverse nazioni, tra cui Sudan, Eritrea, Egitto, Etiopia, Siria, Tunisia, Guinea, Costa d'Avorio, Senegal, Nigeria, Burkina Faso e Mali.

Al molo del porto di Brindisi, sono presenti poliziotti, carabinieri, militari della guardia di finanza e della capitaneria di porto, insieme al personale della Croce Rossa Italiana, medici degli Uffici di Sanità Marittima, Asl, personale del comune di Brindisi, della Protezione Civile e dell'Autorità di Sistema Portuale del Mar Adriatico Meridionale.

 Il prefetto Michela La Iacona ha dichiarato: “Non direi che ci siano situazioni critiche. Le condizioni generali sono buone. Ci sono tre donne in stato di gravidanza".  

“Vorrei ringraziare tutti i componenti di questo sistema d'accoglienza: ogni volta mi piace ricordarli, perchè ognuno di loro - ha aggiunto - copre un segmento importante, per comporre questo mosaico. Ho sempre registrato non solo impegno e professionalità di ciascuno, ma anche una partecipazione responsabile per garantire la migliore accoglienza. La macchina organizzativa è già collaudata. Per ogni sbarco, però, è necessario una riunione di coordinamento per tutte le misure del caso per l'accoglienza".

"Proprio per completare le operazioni di sbarco il prima possibile andremo avanti senza soluzione di continuità. Il questore ha predisposto quattro postazioni per il fotosegnalamento. Se sarà necessario - ha concluso -  andremo avanti tutta la notte, fin quando non avremo completato".

Questo il post su Twitter di Open Arms:

“Dopo diversi giorni in mare, le 299 persone salvate dall'#OpenArms nel Mediterraneo centrale tornano sulla terra ferma.

Sono riuscite a sopravvivere, ma nell'#Med l'emergenza continua: dal inizio del 2023, più di 10 persone annegano ogni giorno cercando di raggiungere l'Europa.

Proteggere la vita in mare è la nostra priorità. Fino a quando non saranno garantiti percorsi sicuri e legali per la migrazione, continueremo con il nostro saldo impegno a proteggere le vite e la dignità delle persone in situazioni vulnerabili.”

 

Altri articoli
MUSEO RIBEZZO BRINDISI  -  In occasione delle Giornate Europee dell’Archeologia 2024, promosse dal MiC ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce