In crescita gli incidenti stradali in Puglia: a Brindisi +50% degli incidenti mortali

lunedì 24 luglio 2023


Questa mattina, lunedì 24 luglio, Regione e Asset hanno presentato lo spot istituzionale contro l’uso di smartphone alla guida. Nel 2022 crescono gli incidenti stradali

Sono in crescita gli incidenti stradali in Puglia, secondo il rapporto regionale 2022 redatto da Asset, presentato stamattina dall’assessora regionale ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile Anita Maurodinoia e dal responsabile del Centro monitoraggio sicurezza stradale dell’Asset, Pierpaolo Bonerba.

Passando alla distribuzione geografica dell’incidentalità è emerso che nella città metropolitana di Bari si è concentrato il 36,2% dei sinistri ed il 35,8% dei feriti, nella provincia di Lecce il 18,2% degli incidenti ed il 17,2% dei feriti e nella provincia di Taranto il 13,0% dei sinistri ed il 13,4% dei feriti. La maglia nera della mortalità spetta alla provincia di Foggia che ha registrato 60 decessi seguita dalla città metropolitana di Bari (50) e dalla provincia di Lecce con 38 decessi.

La provincia di Barletta Andria e Trani ha registrato il 9,2% degli incidenti e la provincia di Brindisi il 10,9% dei sinistri ed il 10,0% dei feriti (Figura 3). Comparando i dati con quelli dell’anno precedente si è osservato un incremento dell’incidentalità stradale nella città metropolitana di Bari (+9,4%) e nella provincia di Brindisi (+3,3%) (tabella 4).

Per quel che concerne la mortalità per incidente stradale, la provincia di Taranto ha registrato un incremento del 59,1%, seguita dalla provincia di Brindisi (+50,0%) e dalla provincia di Foggia (+25,0%).

Nella città metropolitana di Bari la mortalità è cresciuta del 4,2% mentre nella provincia di Lecce si è registrata una diminuzione del 24,0% e nella BAT del 13,3%. Spostando l’analisi dei dati dell’incidentalità dell’anno 2022 comparati alla media registrata nel triennio 2017/19 si evincono le seguenti deduzioni:1) la città metropolitana di Bari, la provincia di Foggia e la provincia di Lecce hanno registrato valori di incidentalità stradale più bassi rispetto alla media del triennio pre-pandemia ed una mortalità per incidente stradale pari o inferiore;

2) la provincia di Brindisi ha registrato valori di incidentalità stradale più bassi rispetto al periodo pre-pandemia ma, al contempo, una mortalità più alta (+20,0%); 3) le province di BAT e Taranto hanno registrato una incidentalità stradale leggermente più http://asset.regione.puglia.it Dr. Pierpaolo Bonerba Ph.d. Elevata Qualificazione Sicurezza Stradale Responsabile Centro di Monitoraggio per la Sicurezza Stradale ASSET – Regione Puglia 5 di 26 alta rispetto alla media pre-covid e per la provincia di Taranto si è riscontrato un valore molto più alto (+34,6%) nella mortalità per incidente stradale

“Anche un solo morto in un incidente stradale rappresenta una tragedia che dobbiamo cercare di evitare – ha dichiarato Anita Maurodinoia, assessora regionale ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile -. Il Rapporto regionale sulla incidentalità stradale 2022 ci dà informazioni in alcuni casi preoccupanti, come il netto incremento degli incidenti mortali che riguardano i pedoni o l’aumentata casistica di incidenti con più di un morto.

Alla luce di questi dati la Regione Puglia non può che continuare a lavorare per il potenziamento del trasporto pubblico locale e collettivo al fine di ridurre l’uso delle automobili private, ma anche per il potenziamento di infrastrutture logistiche e intermodali che possano togliere dalla strada un maggior numero di mezzi pesanti.

Questi dati ci dicono, inoltre, che dobbiamo continuare a investire per rendere più sicuri i percorsi ciclabili e diffondere, soprattutto nei centri urbani, forme di mobilità lenta e sostenibile alternative alle auto. Relativamente alle arterie a maggiore incidentalità, la Regione mantiene il costante confronto con Anas circa gli interventi di messa in sicurezza e ammodernamento dell’infrastruttura”.

 

“L’incidentalità stradale è un problema sempre attuale, non solo per la Regione Puglia ma anche a livello nazionale ed europeo – ha dichiarato Elio Sannicandro, direttore Asset -.

I dati del rapporto evidenziano ancora una volta come il fattore umano abbia influito particolarmente sull’aumento degli incidenti e sulla mortalità ad essi legata.

L’Asset ha messo in campo iniziative finalizzate a ridurre il più possibile le cause degli incidenti stradali. Questa è la direzione che si vuole intraprendere con lo spot di comunicazione sulla sicurezza stradale, in cui si evidenzia la pericolosità dell’utilizzo dello smartphone alla guida, in considerazione del fatto che a 50km/h in un secondo si percorrono circa 14 metri: pertanto anche solo pochi secondi dedicati al cellulare comportano l’assenza di sguardo sulla strada. Inoltre anche per l’anno scolastico 2023-2024 proseguiranno le attività di educazione alla sicurezza stradale con il progetto “La strada non è una giungla”, rivolto a studenti e insegnanti della scuola secondaria di primo e secondo grado e realizzato dall’Asset in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale. E ulteriori iniziative per favorire una migliore condotta di guida dei cittadini pugliesi verranno implementate grazie al protocollo d’intesa siglato a maggio da Asset, Inail e Aci Bari-Bat”.

 

Lo spot di comunicazione istituzionale dal titolo “Al volante, il cellulare può aspettare”, realizzato da Asset e promosso in collaborazione con l’Assessorato ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile della Regione Puglia, presentato oggi andrà in onda sulle principali emittenti tv regionali dal 26 luglio, ogni giorno per 12 settimane. Qui lo spot istituzionale: https://bit.ly/SPOT-ASSET

 

 

Il rapporto completo e le mappe tematiche sull’incidentalità stradale sono disponibili nella sezione sicurezza stradale del sito Asset: http\asset.regione.puglia.it


Altri articoli
Terza domenica di luglio: festa del Redentore a Venezia e festa anche nel castello di Mesagne (Brindisi), ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce