Il comune di Mesagne sigla un accordo con la Scuola Edile Cpt di Brindisi per contrastare la ludopatia

venerdì 1 dicembre 2023

MESAGNE - La ludopatia rappresenta un crescente dramma all'interno di numerose famiglie, coinvolgendo la città di Mesagne, così come molte altre realtà italiane.

Questa "malattia" permea una parte significativa del tessuto sociale locale, influenzando profondamente la vita delle famiglie coinvolte. Secondo l'Agenzia delle Dogane e Monopoli, il 2022 è stato un anno record per la spesa in giocate, raggiungendo la cifra di 136 miliardi di euro rispetto ai 111 miliardi del 2021. Le proiezioni per il 2023 indicano un aumento del 10% nelle giocate, evidenziando una tendenza preoccupante-

Il dato ancor più allarmante emerge considerando che ogni anno gli italiani spendono complessivamente 160 miliardi di euro per le loro famiglie. C'è il rischio che, mantenendo questa tendenza, le spese legate al gioco possano superare quelle destinate alla spesa familiare in un prossimo futuro. Tuttavia, va notato che una parte degli euro spesi nel gioco ritorna alle tasche dei vincitori fortunati e delle società gestori dei vari giochi.

Per affrontare i problemi legati alla ludopatia, il Comune di Mesagne ha stipulato un accordo con la Scuola Edile Cpt di Brindisi per organizzare corsi di formazione sui rischi del gioco patologico. Questi corsi mirano ad educare gli operatori delle sale gioco sui rischi associati al gioco patologico, con l'obiettivo di prevenire e contrastare le dipendenze da gioco, promuovere una "cultura" del gioco responsabile e ridurre il rischio di dipendenza.

Don Pietro Depunzio, responsabile di "Casa Zaccheo", che si occupa quotidianamente di situazioni di povertà sociale, ha espresso preoccupazione per coloro che sono dipendenti dal gioco d'azzardo. Ha sottolineato l'importanza di impegnarsi nel recupero della dignità di queste persone. Don Pietro ha evidenziato il ruolo attivo della Chiesa nel contrastare il gioco d'azzardo, non solo trattando il problema come individuale ma intervenendo anche a livello familiare.

Il sacerdote ha sottolineato l'errore delle istituzioni pubbliche nel considerare la ludopatia solo come un problema individuale, mentre la Chiesa interviene considerando la persona nella sua totalità e nelle sue relazioni. La ludopatia, ha affermato don Pietro, ha un impatto distruttivo sulle vite, sulle persone, sulle famiglie, generando povertà e emarginazione.

È fondamentale intervenire urgentemente per evitare che la ludopatia conduca le persone a una povertà irreversibile, indebitandosi e cadendo nella disperazione. Don Pietro ha concluso ribadendo la necessità di intervenire prima che la ludopatia distrugga sia il giocatore che chi gli è vicino.

L'Asl di Brindisi offre anch'essa un servizio dedicato alla ludopatia presso il civico 7 di via Santa Teresa, noto come Gap (Gioco d'azzardo patologico).

Altri articoli
Terza domenica di luglio: festa del Redentore a Venezia e festa anche nel castello di Mesagne (Brindisi), ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce