Confesercenti: “Il Comune solleciti le grandi aziende e compagnie e non solo i commercianti al pagamento della Tosap”.

venerdì 8 dicembre 2023
 

Confesercenti ha ritenuto da sempre e ritiene ancora oggi che la chiusura di tante attività commerciali, soprattutto nei centri cittadini dei comuni del territorio provinciale, sia in parte conseguenza degli alti costi di gestione, quantificati in massima parte da tasse, tributi e imposte varie.

Focalizzando il discorso sul comune capoluogo, la nostra associazione ha apprezzato molto l’iniziativa del consigliere comunale Roberto Quarta che, in sede di Commissione consiliare, ha espresso il proprio disappunto sul fatto che in materia di Tosap (tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche) o Canone Unico Patrimoniale, così come in vigore dal 2021, si utilizzi da parte del Comune di Brindisi un diverso approccio se si parla di commercianti o di grandi aziende e compagnie telefoniche o elettriche. Nel senso che spesso il trattamento sanzionatorio apparirebbe diverso, con una maggiore severità indirizzata verso i commercianti. Stessa cosa non accadrebbe nei confronti di quelle grandi aziende che, banche dati alla mano, sembrerebbero inadempienti al pagamento di detta tassa, pur ricevendo dalle proprie attività produttive su suolo pubblico vantaggi economici. Il mancato introito per le casse comunali sarebbe di circa un milione e mezzo di Euro

La Tosap, è utile ricordare, é considerata una tassa sulla occupazione di spazi appartenenti a beni demaniali, ovvero dello Stato, o al patrimonio indisponibile degli enti locali. Per quanto riguarda il presupposto impositivo, l’art. 38, comma 1, del D. Lgs. n. 507 del 1993, assoggetta alla tassa le occupazioni di qualsiasi natura effettuate, anche senza titolo, sui beni appartenenti al demanio o al patrimonio dei comuni e delle province. Il comma 2, prevede la tassazione anche per le occupazioni sottostanti il suolo pubblico, comprese quelle poste in essere con condutture ed impianti gestiti in regime di concessione amministrativa. L’art. 46 prevede le occupazioni del sottosuolo e del soprassuolo stradale con condutture, cavi, impianti in genere ed altri manufatti destinati all'esercizio e alla manutenzione delle reti di erogazione di pubblici servizi, compresi quelli posti sul suolo e collegati alle reti stesse.

“Apprendiamo con stupore – dichiara il presidente provinciale di Confesercenti, Michele Piccirillo – ciò che il consigliere comunale Roberto Quarta ha riferito nella specifica Commissione comunale, relativamente al mancato introito nelle casse comunali per il non pagamento della Tosap e al valore della tariffa per le grandi compagnie rimasto invariato da molti anni ad un euro per ogni utente allacciato alla rete. Noi esercenti e commercianti proponiamo di recuperare i pagamenti di questa tassa ed utilizzare quei soldi per ridurre la Tosap, che è una tra le più alte in Italia, ai commercianti oppure per incentivare nuove aperture commerciali e artigianali nel centro della città, con l’obiettivo di porre un argine al processo di desertificazione che sta avvolgendo in una morsa le nostre città”.

Altri articoli
Il Premio Nazionale di Narrativa «Valerio Gentile» organizzato dall’omonimo Centro Studi in ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce