Omicidio Cairo: Enrico Morleo confessa e conduce gli inquirenti al macabro ritrovamento

giovedì 21 dicembre 2023

BRINDISI - Il 20 dicembre 2023, durante un'ispezione della Corte d'Assise presso un casolare di campagna nella zona industriale di Brindisi, sono stati rinvenuti resti ossei nel pozzo. La sconvolgente scoperta potrebbe essere collegata a Salvatore Cairo, imprenditore brindisino assassinato 23 anni fa, il 6 maggio 2000.

La particolarità di questo sinistro ritrovamento è che Enrico Morleo, 57 anni e accusato dell'omicidio non solo di Cairo ma anche di Sergio Spada, aveva confessato in udienza il luogo in cui avrebbe bruciato il corpo di Cairo prima di gettarlo nel pozzo. Morleo, accompagnato dalla Corte d'Assise e dal Pubblico Ministero della Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce, Milto De Nozza, ha guidato gli inquirenti al sito in cui avrebbe commesso il delitto.

Inizialmente, la ricerca dei vigili del fuoco non aveva prodotto risultati, ma nel corso del pomeriggio, sul fondo asciutto del pozzo, sono stati scoperti frammenti ossei, tra cui costole e parte del bacino, oltre a delle scarpe. La confessione di Morleo e il ritrovamento dei resti potrebbero costituire prove cruciali per risolvere il caso.

La successiva fase delle indagini prevede il test del DNA per confermare se i resti siano umani e, in caso affermativo, stabilire se appartengano effettivamente a Cairo. L'accusa sostiene che Enrico Morleo avrebbe compiuto l'omicidio su indicazione del fratello Cosimo, anch'esso imputato nello stesso processo. Cosimo avrebbe voluto eliminare due concorrenti nel settore dei casalinghi, entrambi operanti nella stessa area.

Enrico Morleo ha dichiarato di aver trovato Cairo già morto presso l'ex azienda Mc Europe e di essersi disfatto del cadavere per timore di essere accusato ingiustamente. Avrebbe smembrato il corpo con una motosega, collocato i resti in un bidone, trasportato il tutto su un'ape e successivamente bruciato e gettato nel pozzo in campagna. La sua confessione potrebbe essere determinante per far luce su un oscuro capitolo di Brindisi che ha segnato la storia locale per oltre due decenni.

 

Altri articoli
Terza domenica di luglio: festa del Redentore a Venezia e festa anche nel castello di Mesagne (Brindisi), ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce