Oria: indagato Massimo Ferrarese, commissario dei Giochi del Mediterraneo

mercoledì 3 gennaio 2024

ORIA - Massimo Ferrarese, imprenditore brindisino e commissario governativo dei Giochi del Mediterraneo 2026, è al centro di un’inchiesta coordinata dal pm Giuseppe De Nozza della Procura di Brindisi. Gli vengono contestati due presunti abusi edilizi nella realizzazione del "Lena Resort" a Oria, in provincia di Brindisi.

Il primo riguarda l'eliporto, descritto dall'imprenditore come un pavimento realizzato per scopi logistici, sequestrato nel settembre 2021. Ferrarese sostiene che il suo tecnico, Massimo Moretto, indagato anch'esso, riteneva sufficiente la Scia, senza la necessità di un parere paesaggistico.

Il secondo abuso riguarda una piscina asseverata come antecedente al 1967, risultata di qualche anno dopo. La società di Ferrarese, M&G, ha presentato ricorso al Tar contro la demolizione richiesta dalle autorità. La Procura ha messo in dubbio la datazione della piscina, ma Ferrarese sostiene che sia stata sanata, accatastata e dotata di certificato di abitabilità dopo una manutenzione straordinaria.

Il "Lena Resort", con nove suite, palestra e Spa, era parte di un progetto più ampio per un albergo diffuso a Oria. Ferrarese aveva pianificato l'espansione con circa cento suite e servizi collegati alla club house, un investimento di 25 milioni con 150 lavoratori stagionali. Tuttavia, le attuali complicazioni giudiziarie sollevano dubbi sulla realizzazione di questo ambizioso progetto.

Così Ferrarese: “Avevamo già individuato le case da utilizzare per l’espansione nel borgo di Oria, un centinaio di suite e navette per i collegamenti con la club house e la piscina a 300 metri, un investimento di 25 milioni con un’occupazione stagionale di 150 lavoratori. Mi è passata la fantasia di andare avanti. Se per un pavimento rischio di avere problemi giudiziari figuriamoci cosa può accadere per un intero borgo all’interno di una città medievale. Più che un eliporto si tratta di un pavimento che abbiamo realizzato rasoterra per farci arrivare i camion su cui caricare le palme del nostro vicino vivaio. In teoria potrebbe anche atterrarci un elicottero e in questa evenienza abbiamo deciso di disegnare a terra il simbolo H. Ora mi ritrovo coinvolto in un’inchiesta della magistratura perché avrei dovuto richiedere un parere paesaggistico e non presentare la semplice Scia”

Altri articoli
"La candidatura della città di Brindisi a Capitale italiana della Cultura 2027 rappresenta l’ambizione di ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce