Ostuni: incendiato il furgone della compagnia teatrale "La Luna nel Pozzo". Incredulità da parte di tutta la comunità

martedì 21 maggio 2024

OSTUNI- L'incendio del furgone della compagnia teatrale "La Luna nel Pozzo" di Ostuni è un evento che ha scosso profondamente la comunità locale.

 La compagnia, fondata da Pia Wachter e Robert McNeer, è un centro culturale noto per i suoi 25 anni di attività dedicati a bambini, giovani e residenti locali, inclusi quelli con disabilità. Quest'anno si apprestavano a presentare la 22.ma edizione del loro festival teatrale estivo, un evento molto atteso e apprezzato.

In una dichiarazione sui social, la compagnia ha espresso il proprio sconcerto ma lanciato anche un messaggio di inclusione : “l nostro messaggio è questo: Vieni da noi. Vieni non da vandalo, ma da pubblico. Vieni anonimamente: non siamo qui per una dinamica di accuse / difese— ciò non è mai stato il nostro vocabolario.

Vieni a qualche serata clown, offerte gratuitamente a chi vuole ridere insieme a noi. Vieni a godere il teatro durante il Festival estivo, vieni a darci una mano nell’orto, o a bere qualcosa con noi al bar .

Non è di tuo gusto, ciò che incontri da noi? D’accordo, esprimi il tuo gusto, che noi siamo in ascolto. Troviamo il modo di includerlo. Siamo in ascolto di tutti, dal vicinato immediato, alla comunità internazionale che ci frequenta.

Così, insieme alla tua voce, possiamo far sì che i prossimi 25 anni della nostra attività siano ancora più armoniosi degli ultimi. Non per noi, naturalmente—noi non ci saremo più. Per i nostri figli. Grazie dell’ascolto.”

L'intero evento rappresenta un attacco non solo alla compagnia teatrale, ma anche ai valori di coesione e solidarietà che essa incarna. La comunità di Ostuni è chiamata a rispondere con unità e supporto, dimostrando che la cultura e la collaborazione possono prevalere su atti di vandalismo e intimidazione.

L’assessore alla Cultura del Comune di Ostuni, Niki Maffei, ha commentato sgomento:  “la Luna nel Pozzo, da oltre 25 anni, rappresenta una realtà culturale e sociale di riferimento per la nostra città. Quanto accaduto è un gesto inspiegabile contro una famiglia profondamente radicata nel nostro territorio, a cui tutti siamo affezionati. Sono vicino a Pia, Robert e Angel e, come amministrazione, faremo il possibile per sostenere le attività. “

Altri articoli
Terza domenica di luglio: festa del Redentore a Venezia e festa anche nel castello di Mesagne (Brindisi), ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it
Moviweb: Web Marketing - Siti web - Ecommerce