giovedì 26 febbraio 2009

Ordine medici: esito conferenza

Più dialogo e confronto con i propri iscritti e i cittadini utilizzando i nuovi mezzi di comunicazione che la tecnologia mette a disposizione, salvaguardare il decoro del medico e dell’odontoiatra nell’esercizio delle sue attività, favorire e coordinare l’aggiornamento professionale, partecipare al processo di “governance” delle politiche sanitarie del territorio mostrando particolare attenzione al rapporto ambiente-territorio.


Emanuele Vinci, nella sua nuova veste di presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della provincia di Brindisi, ha elencato e illustrato le linee programmatiche dell’Ordine elaborate dal direttivo provinciale nel corso di una conferenza stampa che è servita pure a presentare i coordinatori delle nuove Commissioni di lavoro e ad affermare la propria posizione in merito a tematiche di carattere generale come il disegno di legge sulla sicurezza e il trattamento di fine vita.


“Il primo obiettivo che ci siamo posti – ha dichiarato il presidente Vinci - è il coinvolgimento nella gestione dell’Ordine degli iscritti. Abbiamo operato fin dal primo Consiglio Direttivo per raggiungere a breve due obiettivi: informare tempestivamente e costantemente tutti gli iscritti di tutte le decisioni ed i progetti dell’Ordine nella massima trasparenza; ricevere in maniera altrettanto diretta e tempestiva tutti i  suggerimenti e le proposte operative degli iscritti.

L’altro impegno è per il dialogo con i cittadini. La medicina del XXI secolo ha come obiettivo primario, infatti, una ricostruzione dei modelli assistenziali volti al cittadino nella sua interezza e con le sue fragilità, attraverso un lavoro comune di integrazione di tutte le figure professionali della classe medica. La funzione dell’Ordine Professionale, infatti, è duplice: tutelare l’interesse del cittadino - cui spetta il diritto di essere curato, in piena libertà, nel pieno rispetto della dignità umana e della legge - ed al tempo stesso tutelare i propri iscritti nello svolgimento della professione con la giusta dignità e serenità necessaria alla delicata missione del medico.


Condivisione, collegialità e trasparenza sono i cardini su cui sarà incentrato il lavoro di tutto il Direttivo per il prossimo triennio 2009-2011.


In questa logica, per esempio, su specifica richiesta del presidente Emanuele Vinci, il direttivo ha deliberato che le sedute del consiglio sono aperte alla partecipazione, come uditori, di tutti gli iscritti.


Inoltre, già nel primo consiglio, il direttivo ha deliberato l’istituzione di una serie di Commissioni e nominato i rispettivi coordinatori che faciliteranno il rapporto continuo e costante tra l’Ordine, gli iscritti e i cittadini: Attività istituzionali, Donato Monopoli; Comunicazione, Francesco Legrottaglie; Risk management, Massimo Rubino; Formazione professionale e qualità, Giuseppe Colucci; Previdenza ed assistenza medici, Giuseppe Martello; Economia e bilancio, Vito Valentino Capone; Salute ed ambiente, Maurizio Portaluri; Pari opportunità, Beatrice Proto; Comitato redazione bollettino e rivista scientifica, Sergio Pede. E’ in corso di costituzione anche la consulta dei giovani medici e il coordinamento sarà affidato a Sivio Tafuri.


L’Ordine è in tempo reale sul nuovo sito web (www.omceobrindisi.it)  completamente ristrutturato e potenziato. Il sito contiene, tra l’altro, un’area riservata per gli iscritti (in cui, ad esempio, si possono leggere in tempo reale di approvazione le delibere del Consiglio Direttivo e della Commissione Odontoiatrica), ed un’area riservata per il cittadino con servizi dedicati e la possibilità di dialogo diretto con l’Ordine.


“Entrando poi più nello specifico della gestione degli iscritti, sono due gli obiettivi prioritari che intendiamo perseguire – ha dichiarato Emanuele Vinci - utilizzando il più possibile il supporto informatico: salvaguardare il decoro del medico e dell’odontoiatra nell’esercizio delle sue attività ed al tempo stesso vigilare sull’attività professionale dei propri iscritti, favorendo la riduzione del contenzioso con i cittadini in caso di responsabilità professionale anche attraverso tavoli di conciliazione legalmente riconosciuti; favorire e coordinare l’aggiornamento professionale con un particolare occhio di riguardo alle problematiche dei giovani medici e delle donne medico.

In tale logica abbiamo anche previsto nel sito una sezione degli eventi in provincia e nell’area riservata, il collegamento con una banca dati internazionale di aggiornamento professionale per tutti gli iscritti. Il Direttivo al completo ed io stesso –dichiara il presidente Emanuele Vinci - siamo a disposizione di tutti (iscritti e cittadini) al fine di migliorare il rapporto medico-cittadino per il raggiungimento di una migliore qualità della vita sia per gli operatori, sia per l’utenza.”


Questi i componenti del Consiglio Direttivo e della Commissione Odontoiatrica.

Consiglio direttivo
Emanuele Vinci (presidente); Giuseppe Martello (vice presidente); Madia Magrì (segretario); Vito Valentino Capone (tesoriere); e i consiglieri Giuseppe Colucci, Mario Criscuolo, Nicola De Giorgio, Paola  Guacci, Luigi Labile (Odontoiatra), Donato Monopoli, Sergio Pede, Maurizio Portaluri, Antonio Nicola Quarta, Luciano Massimo Rubino, Cataldo Saracino, Massimo Travaglini, Antonio Valentini (Odontoiatra).

Della commissione odontoiatrica fanno parte: Leonardo Cavallo, Luigi Labile, Mario Poli, Raffaella Romano, Antonio Valentini.


Il Collegio dei Revisori è così composto: Tommaso Rubino (presidente) e dai componenti Giuseppe Spagnolo, Ermanno Vitto e Maurizio Messa (Supplente).


Alcune considerazioni su  temi  alla ribalta della cronaca espresse dal presidente Emanale Vinci nel corso della conferenza stampa. Disegno di legge sulla sicurezza: come sostenuto dai presidenti degli Ordini dei Medici della Regione Puglia riuniti a Bari il 14.2.09 e ribadito dal Consiglio Nazionale della FNOMCeO il 21.02.09, è in evidente contrasto con i principi della deontologia medica che impongono a tutti i medici di curare tutti gli individui senza discriminazioni legate all’etnia, alla religione, al genere, all’ideologia e contestualmente di mantenere il segreto professionale sui soggetti da curare. 


Scelte di fine vita. Anche in questo caso i medici devono necessariamente seguire i principi della deontologia medica. Pur “condannando ogni forma di eutanasia ed abbandono terapeutico, devono necessariamente evitare ogni accanimento terapeutico riconoscendo forza e valore etico e civile alle volontà consapevoli ed informate del paziente quando queste sono espresse e documentate”.

Pertanto condividiamo quanto dichiarato recentemente dal presidente della FNOMCeO dott. Amedeo Bianco: ogni atto normativo non deve mai prescindere dall’alleanza terapeutica tra medico e paziente che si fonda sull’autonomia e la responsabilità dei due soggetti (il paziente ed il medico) nella relazione di cura. Solo rispettando tale alleanza terapeutica è possibile trovare risposte giuste, sostenibili e condivise.


Ambiente e Territorio. Come già dichiarato nel documento sul Piano Attuativo Locale dalla ASL di Brindisi, nella consapevolezza che l’approccio alle problematiche della salute debba essere di tipo globale e non esclusivamente medico-sanitario, l’Ordine conferma la sua attenzione alla tutela ambientale specie per una provincia come la nostra definita “ad alto rischio ambientale” per i particolari insediamenti industriali presenti e per la scarsa sensibilità ai problemi della prevenzione sia in generale che in particolare sui luoghi di lavoro. A tal proposito è stata costituita un’apposita commissione che coadiuverà il Direttivo nel porsi come soggetto attivo nel processo di “governance” delle politiche sanitarie del territorio.





“La Porta magica di Roma, simbolo dell’alchimia occidentale”. Il monumento verrà illustrato ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it