lunedì 4 febbraio 2008

Visita di Benedetto VXI. Confartigianato Brindisi: questa città e le sue imprese non cresceranno mai!

Brindisi, 4 febbraio 2008.  Questa città e le sue imprese non cresceranno mai! O meglio qualcuno cresce e si allarga ma appartiene alla schiera dei soliti noti! In questo periodo tutti stiamo vivendo le fasi di preparazione ed organizzazione della visita papale. Per noi tutti, senza dubbio, e’ una grande occasione di visibilità mentre per qualcun’altro soltanto un’occasione d’affari!


La nostra Associazione nelle scorse settimane è stata coinvolta, con le altre Associazioni datoriali, ad incontri indetti dall’Autorità Portuale nella persona del suo presidente Giurgola per discutere opere ed interventi che devono essere realizzati nel porto in occasione della venuta del Santo Papa.


Il presidente Giurgola, in piu’ occasioni, aveva ribadito ed esternato, anche all’esterno tramite mass-media, la sua ferma intenzione di affidare questi lavori ad una ATI e/o Consorzio che raggruppasse le aziende del nostro territorio coinvolgendo tutte le Associazioni affindando a quest’ultime l’azione di  “vigilanza” e garanzia sulla serieta’ delle aziende e in parte svincolando, su questo aspetto, l’Autorità da ben piu’ ampie responsabilità.


A parere di Confartigianato questa posizione sembrava saggia e opportuna, soprattutto in considerazione del fatto che i tempi ristretti non permettevano di indire una gara pubblica e dar modo a tutti di partecipare con le medesime opportunità.


Confartigianato, in considerazione di cio’, si e’ allertata coinvolgendo tante imprese e selzionando le più referenziate. Ci siamo prodigati nell’avere chiarimenti con l’Autorità portuale e con i colleghi delle altre Associazioni. L’attenzione del presidente Giurgola e’ stata evidenziata persino in Consiglio Comunale.


Tutto, insomma, sembrava procedere nella direzione concordata. Purtroppo, quando nei giorni scorsi abbiamo ultimato le consultazioni con le tante nostre imprese ed abbiamo indicato quelle che, secondo i criteri concordati, erano in possesso e potevano garantire certificazioni, mezzi e uomini idonei per poter partecipare all’ATI ci siamo resi conto che avevamo solo perso tempo e che i giochi, probabilmente, erano gia’ stati fatti per favorire, ancora una volta, i soliti noti! Ma allora perche’ questa falso senso di equita’, pari opportunita’ e giustizia e’ stato sbandierato con insistenza in ogni sede pubblica se poi al momento di agire si e’ scoperto che le decisioni erano gia’ prese.


Con quale diritto si e’ deciso di escludere Confartigianato e le sue aziende?  E allora hanno ragione alcuni nostri parlamentari che negli ultimi giorni hanno parlato di forti condizionamenti da parte di lobby ben individuabili. Alla luce di quanto accaduto fanno bene i magistrati a vigilare con attenzione sugli affari della nostra città perchè in questo modi si potra’ capire perche’ sono sempre le solite imprese ad avere le opportunità di aggiudicarsi gli appalti.


In questi giorni solleciteremo l’attenzione di tutti, da S.E. l’Arcivescovo al Prefetto, dalle aziende ai cittadini, perche’ la questione sia affrontata nella massina trasparenza e ripristinando le regole di giustizia e d pari opportunita’. Non consentiremo ad alcuno di mancare di rispetto alla nostra Associazione e a tutte le aziende che, con onesta’ ed impegno, cercano di fare valere la professionalita’ alle devianti lobby di potere.


Antonio Ignone - Presidente Prov.le

 NUOVO TEATRO VERDI: LA STAGIONE DELLA RINASCITA Il Teatro non è come la vita,  il Teatro ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it