giovedì 7 gennaio 2010

L’ipertrofia prostatica benigna curata in un giorno. Al Policlinico di Bari disponibile la vaporizzazione laser della prostata

Il progresso tecnologico consente di trattare l’ipertrofia prostatica benigna (IPB) mediante tecniche mininvasive, mentre, fino a qualche tempo fa i trattamenti chirurgici, pur efficaci, procuravano al paziente sanguinamenti tali da necessitare di trasfusione, con rischi associati di incontinenza e disfunzione erettile. L’impiego del laser consente di annullare il rischio di sanguinamento riducendo le complicanze della chirurgia.

L’impiego del laser nel trattamento dell’IPB non è un’ idea nuova ma il frutto di una sperimentazione quasi trentennale. Tuttavia, solo recentemente,  il miglioramento tecnologico ha consentito di mettere a punto un laser in grado di raggiungere gli stessi risultati funzionali della chirurgia endoscopica tradizionale e di abbattere i rischi per il paziente, tanto da poter essere dimesso libero dal catetere il giorno dopo l’intervento.

Si tratta di un laser a luce verde che può erogare ben 120W di potenza e vaporizza il tessuto prostatico, capace di trattare prostate fino a 60ml, con risultati funzionali del tutto paragonabili alla resezione transuretrale della prostata (TURP). Ma la TURP, sicuramente un valido trattamento chirurgico, è gravato da una degenza che può variare da 2 a 5 giorni dopo l’intervento, si associa a sanguinamenti cospicui che nel 5% dei casi necessitano di trasfusioni e non può essere praticata in pazienti che hanno disturbi della coagulazione.

 La vaporizzazione della prostata invece è fotoselettiva” (PVP), perchè il raggio laser viene assorbito dall’emoglobina del sangue provocando un immediato riscaldamento dei tessuti, che letteralmente si trasformano in vapore, e, ovviamente, dei vasi con annullamento del sanguinamento.

Da marzo del 2009 questa nuova apparecchiatura è disponibile anche presso la Urologia Universitaria del Policlinico di Bari diretta dal Prof. Arcangelo Pagliarulo che, coadiuvato dal dr. Gaetano de Rienzo, ha messo a punto la metodica facendola entrare nella routine dell’attività chirurgica svolta nell’Unità Operativa da lui diretta. Tipico di un reparto universitario è anche il coinvolgimento attivo nello sviluppo scientifico di questa tecnologia che ha buone possibilità di applicazione anche nel campo dei tumori della vescica.

Il Distretto urbano del commercio (Duc) di Ostuni a cura di Puglia Experience Lab organizza e promuove da settembre a ...

Pubblicità Elettorale

___________________ concessionaria degli spazi pubblicitari di brindisisera.it, dichiara di aver depositato presso la propria sede in Via _________________ il listino analitico degli spazi e dei servizi pubblicitari on line che intende mettere a disposizione di chiunque abbia interesse a diffondere messaggi a contenuto politico – elettorale a condizione di parità commerciale tra loro. nderne visione, o acquisire informazioni scrivere a: info@brindisisera.it
info@brindisisera.it